Gli scout scrivono a Papa Francesco. “Ti aspettiamo a San Rossore”


Pisa, 12 febbraio 2014 – UN messaggio «virale», che a breve inonderà il web e i social network fino ad arrivare alla . «Caro ti scrivo»: si intitola così la - corale che i protagonisti del mega-raduno degli che si terrà in San Rossore il prossimo mese di agosto stanno registrando in giro per l’Italia per rinnovare l’invito a Papa Bergoglio.

Tre giorni — dal 7 al 9 agosto — nei quali sono attesi circa 30mila giovani tra i 16 e 21 anni (di cui 500 arriveranno da paesi stranieri), 4mila tende, volontari e operatori provenienti dall’intera penisola. Un che richiede uno sforzo organizzativo e logistico senza precedenti e nel quale si inserisce l’invito a Papa Francesco: la data ‘individuata’ è quella del 9 agosto, giornata conclusiva della Route.

Se accetterà l’invito (i responsabili Agesci confermano, a ieri, di essere ancora in attesa del sì ma di ritenersi comunque ottimisti) potrebbe in quell’occasione farsi protagonista della messa all’aperto con i ragazzi. Scout che stanno vivendo questa possibilità con grande fermento: lo si capisce proprio dalla video-lettera in fase di realizzazione. Le prime riprese si sono già svolte: , Anguillara, Scampia e — in Toscana — Arezzo. In programma c’è anche una senese.

Una trentina i ragazzi «prescelti» per scrivere al Santo Padre chiamato, appunto, solamente e volutamente «solo» Francesco come fosse un amico: i brani delle singole lettere saranno poi montati in un unico video. E oltre che in rete viaggeranno verso il Vaticano.

INTANTO, proseguono le iscrizioni: i gruppi sparsi in tutta Italia stanno confermando proprio in queste settimane i nomi dei singoli partecipanti. E va avanti la progettazione e la realizzazione delle strutture che saranno innalzate a San Rossore: alzabandiera, « delle idee» (con Torre pendente alta 4-5 metri piazzata al centro), portale di ingresso al campo (che avrà la forma di due grandi mani spalancate), altare. A Milano sono, invece, in fase di registrazione le canzoni che andranno a comporre la colonna sonora della Route. Filo conduttore di tutto il raduno: il coraggio.

Francesca Bianchi