Nel cuore verde di Quinzano «sboccia» l’oasi degli scout


Il varo della rinnovata
è fissato per domenica mattina (12 maggio 2013)

Da sempre impegnati nella salvaguardia del lupetti e guide mettono solide radici al Chiavicone Raddoppiati spazi e comfort della nuova sede.

Definirlo un «premio» per lo spirito ecologista dimostrato durante le corvé al fianco della Protezione civile e di tanti cittadini volontari, è forse eccessivo. Di certo, la nuova sede inseritq nell’area di verde che hanno contribuito a bonificare e tutelare è un riconoscimento al ruolo educativo anche in campo ambientale svolto dagli scout di Quinzano. Il varo della struttura realizzata nell’ del Chiavicone, polmone verde del centro storico, è fissato per le ore 10,30 di domenica.

Per il che conta un centinaio di scout, si tratta in realtà in un raddoppio degli spazi. Il gruppo in effetti, era già ospitato nella casa del Chiavicone. Alla scadenza della convenzione, l’associazione ha rinnovato l’intesa con l’Amministrazione civica guidata dal sindaco Maurizio Franzini che ha proceduto alla ristrutturazione del fabbricato destinato a centro ludico ricreativo comunale. Una volta terminati i lavori, l’immobile ristrutturato, al padiglione già occupato, sono passati sotto l’egida degli scout. Il Chiavicone è l’antico ed imponente manufatto, già presente nella seconda metà del Quattrocento, per la regimentazione delle acque della roggia Savarona. Si trova a nord del paese, all’interno dell’area verde attrezzata, che costituisce una perla del parco locale, voluto dalle amministrazioni di Borgo San Giacomo e Quinzano, per proteggere l’ambiente del corso della Savarona dalla sorgente fino alla confluenza nel fiume Oglio.

Per mantenere al parco di interesse sovracomunale un aspetto decoroso, consono ad un’area verde, i cittadini con il concorso degli scout appunto, e dei volontari della Protezione civile, prendono generosamente parte alle periodiche giornate di , al termine delle quali la spazzatura raccolta si calcola sempre a quintali.

VERSO LA FINE DEGLI ANNI Novanta il Comune ha affidato al di Quinzano il recupero, la manutenzione e la gestione gratuita dell’area del Chiavicone, aperta a tutti, che è via via diventata la base estiva di guide e lupetti, Una sorta di campus all’area aperta dove piantare alberi, promuovere corsi di canoa e di «sopravvivenza».

Il sito è stato via via attrezzato con lavatoi, barbecue e una fontana. Gli scout del gruppo Quinzano Uno portano un fazzolettone azzurro, bordato fucsia. Il gruppo si è costituito nel 1990, dopo quattro anni di affiancamento con l’Agesci Manerbio. La prima branca è stato il Clan (1986), subito seguito dalla formazione del (1987). Il , ultimo arrivato (1991), ha completato il gruppo.