Preghiera per la festa di Ognissanti


per la di Tutte le anime riposino in , chi è passato fra i tormenti e nell’ansia, chi ha finito un sereno, chi sazio di , chi appena nato questo mondo ha abbandonato: Tutte le anime riposino in pace! Chi quaggiù ha cercato un amico, spesso pianto, mai deriso, quando la sua leale stretta di mano non era compresa da nessuno: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace. Le anime di fanciulle piene di , le cui lacrime non si possono contare, che, abbandonate da un amante infedele, hanno rifiutato un mondo cieco, Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace. Ed il giovane, dal quale in segreto, di primo mattino si reca la sposa – poiché il suo giace nella tomba – per portar via il lume ormai spento: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace. Tutte le anime che, di spirito puro, per la verità subirono martirio, e hanno lottato per la santità senza cercare celebrità: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace! E quelli che mai sorrisero al sole, e sotto la luna vegliavano su letti di spine, per vedere un giorno nella pura del cielo il volto di faccia a faccia: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace! E quanti spesso in giardini di rose Hanno attinto ai calici del piacere, Ma che, trovatisi in momenti peggiori, hanno assaggiato la loro amarezza: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace! E anche coloro che non conobbero pace Ma che hanno diffuso forza e coraggio Sul campo di battaglia pieno di cadaveri Nel mondo già mezzo immerso nel sonno: Tutti coloro che se ne sono andati, Tutte le anime riposino in pace! Tutte le anime riposino in pace, chi è passato fra i tormenti e nell’ansia, chi ha finito un sogno sereno, chi sazio di vita, chi appena nato questo mondo ha abbandonato: Tutte le anime riposino in pace!