Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Una lezione di stile

 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Scout Spot
Autore Messaggio
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Venerdì 05 Agosto 2011, 20:25    Oggetto: Una lezione di stile Rispondi citando

Lettera inviata dal Presidente della sezione Napoli dell'Associazione Nazionale Ufficiali Aeronautica Militare al Ministro della Difesa

Mi sembra il tipo di lettera da cui B.-P. avrebbe tratto stralci da inserire in uno dei suoi scritti...

Citazione:

Associazione Nazionale Ufficiali
Aeronautica Militare
Presidenza sez. Napoli

Ill.mo Sig. Ministro
in alcune riviste della vasta pubblicistica militare sono riportate, sovente,
alcune immagini che la ritraggono, in occasione di cerimonie militari, in teatri
operativi esteri.
Nel n° 4 / 2011 della rivista “Folgore” La si ritrae in Afghanistan
presso la base del Regional Command West, nell’atto di ricevere la Bandiera
Italiana del contingente Italiano ISAF dalle mani del comandante della “Julia”
gen.le Marcello Bellacicco, per consegnarla in quelle del comandante della
“Folgore” gen.le Carmine Masiello.
Immagino l’importanza che la Sua autorevole presenza ha conferito
all’evento che si è dispiegato innanzi ad una vasta platea di un centinaio di
militari e civili d’ogni ordine e grado presenti all’evento in rappresentanza di
numerose Nazioni partecipi all’onerosa intrapresa militare.
Ciò che mi permetto, qui, di rilevare è il Suo abbigliamento “casual”; e
per ciò inidoneo all’importanza dell’evento che Ella ha presieduto quale
massima autorità dello Stato Italiano.
La Sua camicia azzurrina, sportivamente slacciata, ed il Suo scuro
maglioncino a “V” (oltre ai pantaloni troppo abbondantemente ricadenti sui
talloni), certamente appropriati per presenziare ad una cerimonia di scambio
di gagliardetti fra bocciofile, non hanno conferito, all’evento in fieri,
quell’importanza ch’esso si proponeva di raffigurare.
Ritengo che tutti i presenti avrebbero certamente apprezzato se quel
nostro glorioso Tricolore, nel passar di mano dalla nobiltà di una Divisione
Militare all’altra, fosse stato preso in consegna da un’Autorità in sintonia –
anche esteriore- con l’importanza dell’evento. Rammenterà, per averlo
appreso durante la Sua formazione quale Uff.le di Complemento, che per noi
militari la “forma è anche sostanza”.
Comprenderà, quindi, signor Ministro, che i miei più giovani e molto
più autorevoli colleghi generali a “tre stelle”, astretti ad un rigoroso rispetto
del Regolamento di Disciplina Militare, che La colloca al vertice della gerarchia
militare, mai oserebbero farLe rilevare l’inadeguatezza delle Sue “mise”.
Circostanza che per me, libero da ogni vincolo gerarchico, m’è parsa
doveroso rappresentarLe così che il silente, e ben celato, dissenso delle attuali
gerarchie militari, per la Sua sportività, non La induca a ritenere approvata, e
men che mai condivisa, ogni Sua estemporanea, e poco confacente, scelta
esteriore.
Lo sventolìo del nostro amato Tricolore, ai venti delle terre straniere,
lontano dagli affetti e dal caldo tepore della Madre Patria, costituisce profondo
motivo per indurre gli animi di “noi” militari a patire ogni contingente
asprezza e tener alto il senso del Dovere e dell’Onore.
Ed è per onorare quel vessillo che il Caporal .Magg. Capo Gaetano
Tuccillo, da Lei accolto oggi al suo rientro in Patria avvolto in un identico
Tricolore, ha donato la sua vita all’Italia.
Ed è per onorare quel vessillo (che, purtroppo, elevati ed inqualificabili
esponenti di fede politica contigua alla Sua userebbero per nettarsi …….) che
La prego di voler conferire, alle cerimonie militari cui parteciperà,
quell’austerità, anche formale, che, nelle polveri afghane, Ella ha
involontariamente offuscato.

Con deferenza

Dott Giuseppe Lenzi
(Br.Gen.le Paracad. A.M.)
Consigliere Nazionale


N.H. Il Sig. Ministro della Difesa
On. Ignazio La Russa
Via XX Settembre 8
00100 ROMA


Napoli 4 7 2011

Racc n° 12814042278-5 del 13.7.11




L'ultima modifica di elfo il Domenica 07 Agosto 2011, 11:04, modificato 1 volta
Top
sponsor
sponsor
Fenicottero



Età: 33
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 26/02/04 17:26
Messaggi: 721
Residenza: Parma

MessaggioInviato: Sabato 06 Agosto 2011, 10:02    Oggetto: Rispondi citando

Eh sì! Smile

Io di solito sono uno che non sopporta la formalità nel vestire, però è inevitabile che anche il modo in cui scegli di vestire dice qualcosa.
Top
cate95



Età: 25
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 14/06/08 17:14
Messaggi: 187
Residenza: Sora

MessaggioInviato: Lunedì 08 Agosto 2011, 01:56    Oggetto: Rispondi citando

credo che lo stile sia importante: sono una guida (oramai scolta se deciderò di continuare) che quando va anche alle riunioni, che possono apparire insignificanti, veste l'alta uniforme. Per me alta vuol dire: pantaloncini, camicia, cappellone, calzettoni tiratissimi, fazzolettone non a mò di collana. Forse esagero, ma penso che quando vado in giro, o anche solo fra noi scouts, l'esempio di uno scoutismo rappresentato anche da regole sia importante, poiché si rappresentano tutti gli scout del mondo. Come odiamo le situazioni in cui dicono di noi che siamo irrispettosi della natura (ad es.) perché qualche scout non si è comportato nello giusto modo, dobbiamo pensare che anche se ci sembrano banali come gravità portare dei jeans, pensiamo che stiamo dando un pessimo spettacolo.

Wink
Top
paciock87



Età: 33
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 07/05/06 21:36
Messaggi: 1435
Residenza: Romano

MessaggioInviato: Lunedì 08 Agosto 2011, 11:38    Oggetto: Rispondi citando

"la forma è anche sostanza"... Wink
Top
BOBOMAN



Età: 55
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/11/07 01:30
Messaggi: 1076
Residenza: Far West

MessaggioInviato: Lunedì 08 Agosto 2011, 20:39    Oggetto: Rispondi citando

Tra l'altro ,se non mi confondo con qualche altro ante - politico il personaggio in questione é pure un ex-Scout.
La dimostrazione del fallimento del Metodo?
No direi piuttosto del non utilizzo del Metodo,
e se nella vita comune puo' passare innosservato ed essere ritenuto dipoca rilevanza,
in questi casi diventa lampante e diventa evidente il perché del Metodo e a cosa (sarebbe dovuto)
serve per migliorare il Cittadino.
Uniforme non uniforme,cappellone si o no e compagnia cantando...poco importa
quello che non si riesce a far ingranare é che lo Scoutismo ATTRAVERSO I SUOI MEZZI risveglia e fa comprendere
una filosofia di vita,un modus operandi dell'individuo nella Società.
Siamo parte di una Società e volenti o nolenti abbiamo bisogno reciproco Noi della società e la Società di noi.
Non ci possiamo permettere di ignorare questo,di vivere secondo i nostri egoismi o le nostre pulsioni del momento.
La vera Libertà non é fare cio' che voglio o che mi balena di fare in quel dato momento,ma é il profondo rispetto
di me stesso in primis e di conseguenza del prossimo.


Questo Topic mi dà l'occasione di raccontare un fatto occorsomi ,qui nel Far West,il mese scorso.

2 / 3 di notte, in attesa di andare a recampare (verbo locale indicante il recupero di oggetti o persone Laughing )
mia figlia all'uscita della Discoteca ,per tirare l'ora vado con il resto della banda dal Kebbabaro per un veloce
spuntino....
mentre la mia agro dolce metà stà per salire in auto con il malloppo,vedo appropinquarsi 4 personaggi in cerca
d'autore.
"Questi sono Scout"
mia moglie (beata innocenza ignorante-che ignora- )
"Ma no figurati a quest'ora ? Conzati cosi' ? "
"Ti dico che son Scout , sai che NOI abbiam fiuto e OCCHIO per certe cose"
.....tenete conto che parliamo di un range di 200 mt ,non ben illuminato...
Arrivano dal Kebbabaro,quindi a pochi cm di distanza ,e voila...pantaloncini di velluto e cinturone...
ma il peggio di tutti un fra loro ...camicia aperta fuori dai pantaloni,fazzolettone versione Merry Christmas
e perdippiu' con il Diamante nel gozzo e le punte dietro la schiena...maniche tirate su alla comecapitacapita
una su e una giu ...figuriamoci pensare se rivolte all'interno...hablo Martiano...
Distintivi che sembravan sputati sulla camicia ,un po a caso,dal drago di S.Giorgio con il brucior di stomaco.

......"Ora vado ora vado ora vado..."

fortuna vuole che c'era il resto della famiglia e che il fumo dalle mie nari si é diradato (non estinto)

Mia moglie mi ha detto di tener conto dell'età ....e se io alla loro età non avevo fatto cose ben peggiori (é vero Cool )

MA IL PUNTO NON E' QUELLO


NON IN UNIFORME
e a ben vedere nemmeno questo é il punto
NON CON L'UNIFORME IN QUELLO STATO

Non voglio passare per un puritano, un menabelino iper...iper...metteteci voi cosa potete pensare

sono tutt'altro , ed il mio essere Scout é una continua rincorsa e fatica a stare al passo di Legge e Principii

ma il punto é che ho visto il fallimento di un Metodo,di uno Stile.....pensare alla figura fatta con i pochi
presenti ed i Kebabbari Pakistani(e non sembra ma là sanno cos'é lo Scoutismo,e lo stile da loro ha i limiti
solo della povertà)?

No assolutamente no....siamo già talmente s........ati,che del dippiù non si puo aver timore.

Il mio panno rosso era il fatto che a quei ragazzi non é giunto il messaggio quello che hanno fatto fino a quel momento
non é servito a nulla.....saranno magari bravi ragazzi ,magari chissà cosa di buono han fatto...
ma Scoutisticamente parlando non son riusciti a percepire il messaggio,la filosofia che c'é dietro il Nostro Metodo
allo sfruttare i Mezzi che esso ci dà.
B.-P. era amante delle filosofie Orientali e profondo ammiratore del Bushido e nonostante una sua non alta Intellettualità
non temo di esagerare nel comparare il Nostro Metodo alla scuola Zen.
Sto partendo per la tangente?
No! Credo profondamente e so per certo che il nostro Metodo non é stato creato per produrre ottimi boscaioli o
perfetti soldatini.......ma che,attraverso alcuni degli aspetti di queste due realtà,alcuni loro mezzi,é stato creato
un qualcosa di molto valido per creare Buoni Cittadini(direi anche ottimi),persone pensanti con il proprio intelletto
persone veramente libere,nel rispetto e nell'amore del prossimo.

Cosa c'é stato quella notte??? Quattro ragazzi non liberi. Pur credendo di esserlo.

Scusate lo Sfogo.....e smettetela di infilzarmi con le Banderillas....
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Scout Spot Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org