Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Campo attrezzato: è un vero campo di reparto?
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Esploratori e Guide
Autore Messaggio
konan_65



Età: 31
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 25/07/08 00:00
Messaggi: 203
Residenza: Rimini

MessaggioInviato: Mercoledì 30 Marzo 2011, 23:45    Oggetto: Rispondi citando

nei dintorni di rimini a momenti ti fanno pagare pure l'aria che respiri...
Top
sponsor
sponsor
franzos79





Registrato: 03/09/08 15:34
Messaggi: 324

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 09:10    Oggetto: Rispondi citando

Vogliamo parlare anche delle restrizioni su accensione fuochi? Nelle vostre regioni come siete messi?
Top
stambeccosincero



Età: 64
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 09:45    Oggetto: campo attrezzato? Rispondi citando

Rispondo un pò a tutti, anche se con una leggera confusione!

Come mai dalle vostre parti (Veneto?) non si risconta questa possibilità. Andate su terreni privati? Non c’è da parte delle autorità la disponibilità di ospitare un reparto a costo zero? Non mi permetto assolutamente di mettere in dubbio le vostre parole ma possibile che in Veneto, regione che dello scoutismo fa uno dei suoi punti di forza per quanto riguarda l’aggregazione giovanile, ci siano situazioni così ostative?
Io ho sempre fatto campi estivi su terreni demaniali, con i dovuti accorgimenti, le comunicazioni d’obbligo, o di cortesia, se qualcuno preferisce. Non abbiamo mai e poi mai tagliato neanche un ramoscello: il legname da costruzione ce lo portiamo da Roma e la legna per il fuoco sempre e comunque raccolta da terra (non tagliamo neanche gli alberi secchi che ancora stanno in piedi), sempre e soltanto legna da terra, fuochi fatti come BP comanda e comunque sempre in condizioni tali da non dover mai dar luogo anche alla più piccola osservazione da parte delle Autorità competenti (lontananza dagli alberi, estintori, secchi di sabbia, - e se vietati a terra abbiamo anche un braciere di metallo- e quant’altro). Ripeto: ho versato la caparra richiesta e sempre mi è stata restituita. Questo non per vanto ma per ribadire il concetto che spesso viene richiesto un corrispettivo solo”… in previsione di eventuali danni causati”: la gratuità del luogo rispecchia spesso un corretto comportamento.
Con questo non voglio dire che voi siete degli sozzoni, ma che forse qualcuno, prima di voi, ha tenuto un comportamento non proprio scout che ha costretto la proprietà del sito (pubblico o privato) a richiedere un tot quale risarcimento spese. Anche a me una volta hanno rifiutato un sito a causa del comportamento scorretto di altri scout.
Scusa Rino ma non posso concordare con te quando mi parli di esigenze di un reparto di 52 persone: basta scegliere (sempre che ce ne sia la disponibilità) un luogo più ampio. Ho vissuti campi di reparto sia in radure lunghe 100 metri e larghe 50 che in una valle lunga 4 km, ambedue circondate da boschi rigogliosi ove la legna non mancava né al mio reparto né sarebbe mancata ad uno eventualmente più grande, come il tuo. Va da sé che un reparto di 24 persone sfrutterà una porzione di bosco inferiore a quella sfruttata da un reparto di 50 persone. E’ ovvio che non porterò mai il tuo reparto (52 persone) nella valletta lunga 100 metri ma dovrò trovarne una abbastanza ampia e di conseguenza le latrine di un reparto di 24 persone avranno impatto su uno spazio più ristretto di quello che invece sarà a disposizione del reparto più grande.
La spesa poi, non so voi. Ma io mi porto quasi tutto da casa. Sul posto acquisto solo (a metà campo circa o al massimo ogni ¾ giorni), la verdura fresca, il pane, la carne fresca e i formaggi freschi. Il resto, come già detto, lo conservo chiuso in sacchetti e sotto l’acqua della sorgente (ci posso conservare 2 kg di salsicce per il mio reparto come 10 kg di salsicce per il tuo: la quantità non pregiudica il sistema).
Però, se il costo della sola occupazione del terreno è così elevato vi faccio una proposta per il campo estivo del 2012: fatemi sapere in tempo le vostre esigenze(di numero) e io vi trovo, nel Lazio o in provincia dell’Aquila) il terreno gratuito. Mi direte che a questo punto le spese del viaggio se ne andranno in luogo di quelle per il campo ma se anche noleggiate un pullman (52 posti) andata e ritorno, sicuramente risparmiate bei soldini!

Un abbraccio!
Top
stambeccosincero



Età: 64
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 09:54    Oggetto: Campo attrezzato Rispondi citando

....a proposito: la caparra mi è stata restituita sempre dopo la verifica da parte del personale preposto (Vigili Urbani o Forestale) del sito utilizzato. Con questo intendo dire che i controlli ci sono e sono anche frequenti (all'ultimo campo i VV.UU. sono venuti ben 4 volte). E controllano anche se parcheggi le auto al seguito nel punto indicato poichè puoi circolare sul prato/pascolo solo per le operazioni di carico e scarico del mezzo.

Un abbraccio
Top
stambeccosincero



Età: 64
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 10:01    Oggetto: campo attrezzato Rispondi citando

franzos79 ha scritto:
Vogliamo parlare anche delle restrizioni su accensione fuochi? Nelle vostre regioni come siete messi?

In quasi tutti i siti i fuochi a terra sono consentiti solo nei punti già utilizzati da altri. Per quanto riguarda il reparto, i fuochi delle cucine di squadriglia sono fatti nei bidon-forni sollevati da terra ( a circa 1 metro di altezza), con lo spazio sottostante ben ripulito da erba o foglie, con nelle immediate vicinanze un estintore ed un secchio con sabbia/terra. Il fuoco serale/di bivacco, se sono vietati i fuochi a terra, lo accendiamo all'interno di un braciere in ferro autocostruito delle dimensioni di 1m x 1m, che mantiene il fuoco a circa 25 cm da terra.

Fino ad oggi non mi hanno mai fatto osservazioni al riguardo anzi, in più di una occasione mi sono sentito dire che "...non tutti usano simili accortezze". Questo per ribadire il concetto che alcuni di noi non si comportano correttamente, a discapito di tutti gli altri!!!

Unn abbraccio.
Top
Marm



Età: 39
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 15/02/10 15:36
Messaggi: 984
Residenza: Veneto

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 10:09    Oggetto: Rispondi citando

Credo che nell'arco degli ultimi 10 anni il reparto del mio gruppo sia finito forse due volte su terreni demaniali.
Le altre volte su terreni di cooperative scout o di privati.
Top
stambeccosincero



Età: 64
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 11:43    Oggetto: Campo attrezzato Rispondi citando

Marm ha scritto:
Credo che nell'arco degli ultimi 10 anni il reparto del mio gruppo sia finito forse due volte su terreni demaniali.
Le altre volte su terreni di cooperative scout o di privati.


Very Happy ....provocazione: sono veramente così rari o.....siete pigri nel cercarli????? Very Happy

Scherzo, ovviamente.

Un abbraccio.
Top
Marm



Età: 39
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 15/02/10 15:36
Messaggi: 984
Residenza: Veneto

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 12:14    Oggetto: Re: Campo attrezzato Rispondi citando

stambeccosincero ha scritto:

Very Happy ....provocazione: sono veramente così rari o.....siete pigri nel cercarli????? Very Happy

Scherzo, ovviamente.

Un abbraccio.


Credo che la pigrizia centri poco... aspetto la risposta di Rino, ma per quel che riguarda me, quest'anno è stata la prima volta che mi son messo alla ricerca di un terreno e grazie al forum di grosseto sono riuscito a trovarne uno, ma in Friuli.
Tuttavia non è che ci dispiaccia tanto risparmiare un migliaio di euro per il campo (o limitare le spese di viaggio)... sono abbastanza sicuro che ci sia anche un problema di numero: troppe richieste e poche offerte, per cui bisogna prenotare con largo anticipo, cosa che non sempre ci è possibile.
Oppure, ci sono regolamenti "strani", per cui il terreno (e la casa per i lupi) è disponibile solo se nessun'altra associazione del luogo, metti entro inizio Febbraio, ne abbia fatto richiesta. Noi preferiamo concludere la ricerca entro dicembre, per cui opportunità del genere le perdiamo in partenza..
Top
franzos79





Registrato: 03/09/08 15:34
Messaggi: 324

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 12:26    Oggetto: Rispondi citando

Comunque se ci fosse un maggiore coordinamento tutte le regioni agesci potrebbero mettere online portali anche più completi di questi

http://www.lazio.agesci.it/core/organizzazione/40-campoteca-regionale
http://www.veneto.agesci.it/sito/basi-scout
http://www.emiroagesci.it/basi-scout/
http://83.216.172.55/accoglienza/base_scout_umbria.asp

inserendo prima di tutto i terreni e case gestiti da scout per gli scout onde evitare, come spesso accade, di pagare privati cittadini che in nero affittano case e terreni agli "ignari" scout
Top
sponsor
sponsor
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 16:02    Oggetto: Rispondi citando

stambeccosincero ha scritto:
Marm ha scritto:
Credo che nell'arco degli ultimi 10 anni il reparto del mio gruppo sia finito forse due volte su terreni demaniali.
Le altre volte su terreni di cooperative scout o di privati.


Very Happy ....provocazione: sono veramente così rari o.....siete pigri nel cercarli????? Very Happy


Il campo di quest'anno (2011) è stato prenotato il 17/10/2010.
Quello prima al primo di novembre (2009).

Non è pigrizia, ma non abbiamo il tempo di guardare per più di un giorno interno i posti campo. Prima di prenotarlo, abbiamo visionato 6 posti per 650 km di viaggio divisi tra veneto trentino e lombardia.
Nonchè i terreni che sono su internet li conoscono tutti: a settembre (2010) ci è stato detto che un posto campo del trentino è stato prenotato a marzo 2010 per l'agosto 2011.
Due problematiche:
Posti sempre conosciuti e che si fanno pagare
diffidenza nella gente "nuova" a dare il campo.

I comuni hanno pochissimi spazi (almeno nel triveneto), e si è costretti ad andare nei privati.
Senza scendere nel dettaglio del regolamento (in trentino c'è una legge regionale per i campeggi di attività sociali, nell'alto adige se tagli un albero accidentalmente sono 80 € di multa + costo albero, per dire le differenze tra regioni), le problematiche delle regioni sono molteplici.


Citazione:
Non c’è da parte delle autorità la disponibilità di ospitare un reparto a costo zero? Non mi permetto assolutamente di mettere in dubbio le vostre parole ma possibile che in Veneto, regione che dello scoutismo fa uno dei suoi punti di forza per quanto riguarda l’aggregazione giovanile, ci siano situazioni così ostative?

Magari.
No per due motivi:
un terreno comunale non frutta, quindi per il comune non sono soldi che entrano (che potrebbero entrare se lo vendesse o se lo noleggiasse)
le amministrazioni comunali se ne fregano altamente degli scout nei paesi A dove non ci sono B dove sono abbastanza grossi.

A verona siamo circa 13 agesci + 3 cngei (e basta) e facciamo MOLTA fatica a essere presi in considerazione, se non tramite l'assessore alle politiche giovanili (che oggettivamente, quando lo chiamiamo si dimostra quantomeno interessato).

Perfino il vescovo non dimostra interesse particolare.

La regione men che meno, se non fosse per l'(ex)EPC faremmo fatica solo a essere notati.

Citazione:
Scusa Rino ma non posso concordare con te quando mi parli di esigenze di un reparto di 52 persone: basta scegliere (sempre che ce ne sia la disponibilità) un luogo più ampio.

Non ho chiesto posti enormi. Si discuteva sull'attrezzatura del campo estivo e costi annessi.

Citazione:
sotto l’acqua della sorgente (ci posso conservare 2 kg di salsicce per il mio reparto come 10 kg di salsicce per il tuo: la quantità non pregiudica il sistema).

Se presente.
Negli ultimi 5 anni non è stato possibile avere campi con torrenti.

Citazione:
proposta per il campo estivo del 2012: fatemi sapere in tempo le vostre esigenze(di numero) e io vi trovo, nel Lazio o in provincia dell’Aquila) il terreno gratuito.

Ringrazio.
Avviso però che probabilmente faremo il campo di gruppo.
Ad ogni modo, al di là del trasporto,che suppongo si aggiri sopra i 1200 € a/r (per 500 a/r km nessuna compagnia fa meno di 700€), ci sarebbero i costi dei camion (2 da 3,5 T) per il materiale (pagato un camion da 7,5 T 700€ grazie a Dio):quest'anno 3 sq - su 8 - faranno sopraelevata...
Ad ogni modo fammi sapere.

Male non fa...
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 16:03    Oggetto: Rispondi citando

stambeccosincero ha scritto:
Marm ha scritto:
Credo che nell'arco degli ultimi 10 anni il reparto del mio gruppo sia finito forse due volte su terreni demaniali.
Le altre volte su terreni di cooperative scout o di privati.


Very Happy ....provocazione: sono veramente così rari o.....siete pigri nel cercarli????? Very Happy


Il campo di quest'anno (2011) è stato prenotato il 17/10/2010.
Quello prima al primo di novembre (2009).

Non è pigrizia, ma non abbiamo il tempo di guardare per più di un giorno interno i posti campo. Prima di prenotarlo, abbiamo visionato 6 posti per 650 km di viaggio divisi tra veneto trentino e lombardia.
Nonchè i terreni che sono su internet li conoscono tutti: a settembre (2010) ci è stato detto che un posto campo del trentino è stato prenotato a marzo 2010 per l'agosto 2011.
Due problematiche:
Posti sempre conosciuti e che si fanno pagare
diffidenza nella gente "nuova" a dare il campo.

I comuni hanno pochissimi spazi (almeno nel triveneto), e si è costretti ad andare nei privati.
Senza scendere nel dettaglio del regolamento (in trentino c'è una legge regionale per i campeggi di attività sociali, nell'alto adige se tagli un albero accidentalmente sono 80 € di multa + costo albero, per dire le differenze tra regioni), le problematiche delle regioni sono molteplici.


Citazione:
Non c’è da parte delle autorità la disponibilità di ospitare un reparto a costo zero? Non mi permetto assolutamente di mettere in dubbio le vostre parole ma possibile che in Veneto, regione che dello scoutismo fa uno dei suoi punti di forza per quanto riguarda l’aggregazione giovanile, ci siano situazioni così ostative?

Magari.
No per due motivi:
un terreno comunale non frutta, quindi per il comune non sono soldi che entrano (che potrebbero entrare se lo vendesse o se lo noleggiasse)
le amministrazioni comunali se ne fregano altamente degli scout nei paesi A dove non ci sono B dove sono abbastanza grossi.

A verona siamo circa 13 agesci + 3 cngei (e basta) e facciamo MOLTA fatica a essere presi in considerazione, se non tramite l'assessore alle politiche giovanili (che oggettivamente, quando lo chiamiamo si dimostra quantomeno interessato).

Perfino il vescovo non dimostra interesse particolare.

La regione men che meno, se non fosse per l'(ex)EPC faremmo fatica solo a essere notati.

Citazione:
Scusa Rino ma non posso concordare con te quando mi parli di esigenze di un reparto di 52 persone: basta scegliere (sempre che ce ne sia la disponibilità) un luogo più ampio.

Non ho chiesto posti enormi. Si discuteva sull'attrezzatura del campo estivo e costi annessi.

Citazione:
sotto l’acqua della sorgente (ci posso conservare 2 kg di salsicce per il mio reparto come 10 kg di salsicce per il tuo: la quantità non pregiudica il sistema).

Se presente.
Negli ultimi 5 anni non è stato possibile avere campi con torrenti.

Citazione:
proposta per il campo estivo del 2012: fatemi sapere in tempo le vostre esigenze(di numero) e io vi trovo, nel Lazio o in provincia dell’Aquila) il terreno gratuito.

Ringrazio.
Avviso però che probabilmente faremo il campo di gruppo.
Ad ogni modo, al di là del trasporto,che suppongo si aggiri sopra i 1200 € a/r (per 500 a/r km nessuna compagnia fa meno di 700€), ci sarebbero i costi dei camion (2 da 3,5 T) per il materiale (pagato un camion da 7,5 T 700€ grazie a Dio):quest'anno 3 sq - su 8 - faranno sopraelevata...
Ad ogni modo fammi sapere.

Male non fa...
Top
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 17:17    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
nell'alto adige se tagli un albero accidentalmente


Scusate, mi è scappata l'accetta, sapete com'è... Laughing
Top
Cervo Capace





Registrato: 03/02/11 09:35
Messaggi: 84

MessaggioInviato: Giovedì 31 Marzo 2011, 21:04    Oggetto: Rispondi citando

Noi negli ultimi due anni siamo riusciti a trovare posti gratuiti (sono di Vicenza)! In Friuli a dire la verità, due posti di un consorzio e uno di un privato... In tutti e tre i casi ci lasciano tagliare gli alberi per le costruzioni... Mi pare che in Lazio siate dei privilegiati, perché in Veneto e Trentino i posti si pagano eccome... e non per rimborso spese!
Top
stambeccosincero



Età: 64
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Venerdì 01 Aprile 2011, 09:30    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
stambeccosincero ha scritto:
Marm ha scritto:
Credo che nell'arco degli ultimi 10 anni il reparto del mio gruppo sia finito forse due volte su terreni demaniali.
Le altre volte su terreni di cooperative scout o di privati.


Very Happy ....provocazione: sono veramente così rari o.....siete pigri nel cercarli????? Very Happy


Il campo di quest'anno (2011) è stato prenotato il 17/10/2010.
Quello prima al primo di novembre (2009).

OMISSIS

Ad ogni modo fammi sapere.

Male non fa...


CAVOLO!!!

Non immaginavo una situazione così!
Se così è, e non ho motivo di dubitarne, stiamo meglio noi!

I siti (per il reparto) si trovano abbastanza agilmente (io visito il sito a gennaio e lo confermo a febbraio/marzo, più o meno).

Meno agevoli le strutture per l'accantonamento, che vanno prenotate prima di Natale.
E' successo anche al nostro branco che una scuola prenotata sia stata poi annullata (a maggio) perchè serviva al gruppo del paese che la gestiva. Questo però accade di rado anche perchè poi il passa-parola ha fatto sì che nessuno ha più prenotato presso di loro, proprio per timore di vedersi poi annullare la prenotazione all'ultimo momento e trovarsi poi "in braghe di tela".

Chiedo scusa se le mie esternazioni possano aver suscitato il risentimento di qualcuno ma, vi ripeto. supponevo che voi steste meglio di noi. Mi sbagliavo.

Rimane comunque valida l'offerta: se pensate di fare un campo da queste parti fatemelo sapere!.

Una abbraccio.
Top
gufopreciso



Età: 33
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Venerdì 01 Aprile 2011, 09:56    Oggetto: Rispondi citando

Mi sembra che l'argomento della discussione si sia un pò spostato su un altro tema...

Dirò comunque la mia, ovvero che non conosco le situazioni specifiche di ogni regione e quindi i limiti di quel territorio ma che mi viene da dire che in generale a volte basta cercare con più profondità e non fermarsi in superficie, chi cerca trova...

Anche nella mie zone (le zone da campi liguri comprendono la liguria e il basso piemonte, specialmente le alpi del cuneese) ci sono posti per campo carissimi, anche 1000€ e più... Ma basta cercare con zelo... non ho mai dovuto spendere più di 500€ (che a me pare già tanto)... andando anche a parlare con comuni e contadini... siamo andati anche in posti in cui non c'erano mai stati scout... E generalmente questi posti rispondono in pieno alle nostre aspettative, molto più rispetto a quelli più cari o nel giro abituale (dei posti che abbiamo visto quest'anno, quello scelto era il più bello ed il meno caro... e praticamente sconosciuto). Abbiamo anche trovato terreni comunali... Noi cerchiamo di prenotare prima di Natale in modo da poterci aggirare con più libertà...Certo a proposito di limiti in Piemonte c'è il discorso che per legge sono vietate le lattrine... In Liguria il problema dell'accensione dei fuochi e solo legato ai parchi naturali... ma non sto a tediarvi di tutte le situazioni... (BTW: fare il CFM nella propria regione ha il vantaggio di conoscere i limiti della propria regione... l'ignoranza della legge non è una scusa). Sul camion... abbiamo sempre usato camion di vari conoscenti pagando loro il solo viaggio (in genere non più di 100€)... la legna la compriamo sul posto quindi non occupa lo spazio sul camion...

Detto tutto ciò, non sono ancora riuscito a capire quali siano le motivazioni irrinunciabili che spingano alcuni Capi Reparto a cercare posti con attrezzature... Che fine ha fatto il "crearsi le comodità"? E visto che il titolo del topic è una domanda "un campo attrezzato e un vero campo di Reparto?", non vedo perchè rispondere No, fatto salvo situazioni contingenti sia "elevarsi sulle ali del protagonismo" o essere "poco scout" visto che è stata fatta una domanda... per quanto mi è dato sapere, mi sembra che allora sia "poco scout" mettersi in condizioni e schemi mentali per i quali diventa irrinunciabile il frigorifero, i servizi igienici, la casa d'appoggio, per non parlare poi di situazioni come le "costruzioni prefabbricate" utilizzate per più anni ecc ecc... cos'ha quello del spirito del "Campo Scout", del trappeur, del pioniere, dell'Avventura? è come portare i ragazzi nei parchi avventura... Le esperienze non saranno più reali, ma avranno l'alone del posticcio e del virtuale... "senza frigorifero non si può fare un Campo"...
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Esploratori e Guide Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 3 di 5


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org