Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


riportare la corte d'onore in AGESCI?
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
newlucio





Registrato: 13/01/08 17:11
Messaggi: 158

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 14:52    Oggetto: riportare la corte d'onore in AGESCI? Rispondi citando

piu continuo a studiare piu mi sembra che il consiglio della legge, l'eliminazione delle prove del sentiero e dei passaggi di classe in favore delle tappe, nonchè, dulcis in fundo, la coeducazione, mi sembrano aver svilito in maniera enorme il metodo in branca E (e G!)...

mi chiedo se e quando si potrà ritornare a parlare in AGESCI di corte d'onore e se qualcuno ammetterà mai che, in preda alle follie degli anni 70, qualcuno ha toppato alla grande...

c'è qualcun altro in AGESCI che pensa che si dovrebbe fare un (lungo) passo indietro? se ci siete, battete un colpo!

lucio
Top
sponsor
sponsor
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 39
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3920

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 19:20    Oggetto: Rispondi citando

sono dell'idea che bisogna adeguare la corte d'onore ai tempi (e sopratutto ai ragazzi) odierni.
Ad ora, il consiglio capi - se usato come Dio comanda - sopperisce alla lacuna.
Oltretutto, la segretezza che permea da ciò che scrive BP sulla CO, francamente un pò mi insoddisfa...
Top
francesco.c



Età: 54
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 06/05/07 17:21
Messaggi: 417
Residenza: Pomezia 1

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 19:34    Oggetto: Rispondi citando

è interessante vedere che non sei il primo "insoddisfatto" di questo aspetta della segretezza. pensi di riuscire a fare una analisi che ci metta in condizione di capire i razionali dell'insoddisfazione ?
secondo me è più un problema di male interpretazione della parola "segreto".

purtroppo non conosco il metodo AGESCI per poter valutare l'efficacia della revisione del consiglio capi, ma farò del mio meglio per capire perchè, sembrerà strano, ma mi interessa da matti capire. diciamo che sto diventato collezionista di: "differenze metodologiche che hanno portato l'Italia ad avere 12934928393,2 associazione scautistiche" Very Happy
Top
paciock87



Età: 37
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 07/05/06 21:36
Messaggi: 1435
Residenza: Romano

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 20:00    Oggetto: Rispondi citando

Non so di che associazione sei Francesco... Ma mi dici se davvero i passaggi di classe li decide la CdO nel vostro reparto? E voi Capi siete sempre d'accordo? Vi siete mai trovati in disaccordo con l'opinione dei CapiSq? O la realtà è che alla fine si fa sempre quello che dite voi ma i ragazzi credono che si è deciso tutt'insieme?
Top
aureliano



Età: 43
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 16/10/06 10:56
Messaggi: 516
Residenza: Fra Bolzano e Trento...

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 20:00    Oggetto: Re: riportare la corte d'onore in AGESCI? Rispondi citando

newlucio ha scritto:
piu continuo a studiare piu mi sembra che il consiglio della legge, l'eliminazione delle prove del sentiero e dei passaggi di classe in favore delle tappe, nonchè, dulcis in fundo, la coeducazione, mi sembrano aver svilito in maniera enorme il metodo in branca E (e G!)...

mi chiedo se e quando si potrà ritornare a parlare in AGESCI di corte d'onore e se qualcuno ammetterà mai che, in preda alle follie degli anni 70, qualcuno ha toppato alla grande...

c'è qualcun altro in AGESCI che pensa che si dovrebbe fare un (lungo) passo indietro? se ci siete, battete un colpo!

lucio


TOC!

Io concordo su Corte d'Onore e sentiero (ed ho certi dubbi sulla funzionalità della Co.Ca e sul'attuale formazione capi....)

Credo invece che la coeducazione sia stato un bel salto avanti, anche se a volte diventa un limite (ma questo dipende da come viene gestita...)
Top
Cerbiatto Ingegnoso



Età: 35
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 03/01/08 14:52
Messaggi: 113
Residenza: Brescia/Padova

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 20:51    Oggetto: Rispondi citando

TOC TOC

Viva la CDO... no beh scherzo... io non conosco ancora COSI' BENE il metodo, soprattutto so sulla CdO quello che scrivono Thurman e B-P...
Diciamo che per me la "segretezza" andrebbe ripresa come ulteriore elemento metodologico tramite la CdO... poi la coeducazione io la vedo come cosa molto positiva.
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 39
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3920

MessaggioInviato: Martedì 02 Settembre 2008, 22:34    Oggetto: Rispondi citando

intanto prendiamo solo in considerazione esclusivamente la CDO.

Per quanto riguarda la segretezza, io personalmente al mio primo anno di esperienza da capo reparto, io mi sono letto più volte SFB di BP, e insieme a tante cose non capisco questa.
A parte che comunque dice due righe, ma il concetto che "solo le decisioni che riguardano il reparto (gare, nomine e così via) saranno rese pubbliche" non mi sembra il massimo.

Chiaro che però dipende da come vive - sopratutto fa vivere - la CDO.
Io sono dell'idea che, se c'è un problema, si fa riferimento alla squadriglia. Il consiglio di squadriglia deciderà cosa fare.
Poi, il consiglio capi che è tanto bello...

regolamento metodologico ha scritto:
Art. 22
CONSIGLIO CAPI
Il Consiglio Capi è luogo privilegiato dove si vive la cogestione del Reparto. È
costituito dai Capisquadriglia, dai Capi Reparto, dall’Assistente Ecclesiastico,
eventualmente dagli Aiuti (tenendo conto che il rapporto numerico non finisca
per condizionare i ragazzi e le ragazze) e, quando è opportuno, dai Vice
Capisquadriglia.
Si riunisce con frequenza regolare al fine di organizzare e gestire la vita del
Reparto; è competente nel leggere costantemente la situazione e i bisogni del
Reparto; ne stabilisce il programma (nel rispetto dei tempi e delle necessità lega-
te alle imprese in corso); elabora e propone iniziative al Reparto; prepara il
Consiglio della Legge e garantisce poi il rispetto delle decisioni.
Il Consiglio Capi poi, quando progetta e programma i momenti di vita del repar-
to, individua le occasioni più adeguate nelle quali i singoli esploratori e guide
potranno concretizzare gli impegni del loro sentiero.
Esso è inoltre momento di crescita per i Capisquadriglia: in esso, infatti, i ragazzi
e le ragazze più grandi sono aiutati a vivere l’esperienza della responsabilità di
cose e di persone, in un ottica di servizio, di collaborazione e di solidarietà.
Top
BOBOMAN



Età: 59
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/11/07 01:30
Messaggi: 1076
Residenza: Far West

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 01:15    Oggetto: Rispondi citando

E' troppo tardi ora domani mi sveglio alle 4.30...................ma mi si prospetta un PRANZO LUCULLIANO QUI.

Pancia da Elfo fatti capanna.




Twisted Evil




Snoaring Bear

Orso Ronfante

Orig.Gil.'85
Top
francesco.c



Età: 54
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 06/05/07 17:21
Messaggi: 417
Residenza: Pomezia 1

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 07:47    Oggetto: Rispondi citando

paciock87 ha scritto:
Non so di che associazione sei Francesco... Ma mi dici se davvero i passaggi di classe li decide la CdO nel vostro reparto? E voi Capi siete sempre d'accordo? Vi siete mai trovati in disaccordo con l'opinione dei CapiSq?

si, finalmente dall'ultima CdO del campo si può dire terminata la ristutturazione della nostra CdO, i ragazzi hanno cominciato a definire passaggi di classe e obiettivi 2009. da ottobre si inizierà a cimentarsi con la programmazione di massima dell'anno.
per la valutazione della prograssione personale non è difficile trovarsi d'accordo quando per le scelte puoi basarti su dati oggettivi e ovviamente mica stabilisci un passaggio di classe in base alla simpatia Very Happy

paciock87 ha scritto:
O la realtà è che alla fine si fa sempre quello che dite voi ma i ragazzi credono che si è deciso tutt'insieme?

quando sono rientrato in Riparto ho deciso di stroncare il lupettonismo* e quindi un grosso lavoro è stato fatto proprio su quell'aspetto. molto ancora c'è da fare e sopratutto occorre vigilare.



(*lupettonismo:forma dilagante di semiscautismo dove per mancanza di coraggio del capo, con la c minuscola e sicuramento non ms, il ragazzo non ha mai occasione di allenarsi nell'arte più difficile del mondo: scegliere)
Top
sponsor
sponsor
newlucio





Registrato: 13/01/08 17:11
Messaggi: 158

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 11:25    Oggetto: Rispondi citando

per quanto riguarda la segretezza, vige ciò che suggerisce Thurman e cioè (boboman, vado a memoria!) che essa è uno strumento che se opportunamente usato può suscitare nel ragazzo rispetto, il senso dell'onore, della gerarchia.. ovviamente, come tutti gli strumenti educativi, esiste una considerevole differenza tra il dire ed il fare in cui il buonsenso del capo e la sua esperienza fanno la differenza..

per quanto riguarda il sentiero.. personalmente, come Capo, mi trovo piuttosto perplesso all'idea che le tappe e le specialità si debbano conseguire senza un know-how minimo ma solo perchè si è compiuta una missione in proposito (nel caso delle specialità) o perchè il ragazzo pensa di essere arrivato a quella tappa.. come fa un ragazzino di 13 anni a dirsi "arrivato"? se hai delle prove da farti firmare, brutalmente, sai cosa ti è richiesto per conseguire la Seconda Classe o la specialità di Topografo, e sai che quello è il minimo che ti si chiede per dimostare di possedere quel badge..

l'argomento - in Corte d'Onore decidono i capi.. nell'ultimo numero di Scout Proposta Educativo, il primo articolo parla dell'esperienza in riparto di un csq.. la descrizione che ne fa è di un'assemblea in cui i piu piccoli continuavano a dire cose inutili, i capi non ascoltavano perchè sapevano già cosa volevano e via dicendo..

come dire, se il Consiglio della Legge doveva essere un sostituto democratico al tribunale-corte d'onore (cfr "cucù cucù la corte d'onore non c'è più" - Proposta Educativa, Perrotta, 1994), di nuovo, qualcuno ha toppato alla grande...

lucio
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 39
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3920

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 12:00    Oggetto: Rispondi citando

si, molto spesso è il capo che sbaglia a mettere in pratica il metodo..
anche perchè, tanto per dirne una, se all'indaba regionale EG per la verifica del nuovo sentiero della mia zona andremo FORSE in 7 di 43 capi...
Top
chiurlox





Registrato: 18/09/06 18:16
Messaggi: 297

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 12:12    Oggetto: Rispondi citando

Premetto che ho fatto tutto il mio cammino scout in AGESCI e poi per motivi personali ho cambiato associazione
Da ragazzo ho vissuto con gran terrore il consiglio della legge, strumento che ritengo più che mai inutile e vergognoso, penso (a pensare male si fa peccato, ma ci si azzecca nel 90% dei casi, come dice Andreotti Twisted Evil ) che questo "strumento" sia stato inserito per limitare le responsabilità dei ragazzi e potenziare il potere nelle mani dei capi e non come strumento democratico.
Nella realtà odierna esiste la cdo, esiste il consiglio capi, esiste il consiglio di sq.
Ora se i ragazzi si devono autoeducare ritengo che questo sia l'iter giusto.
Nel consiglio di sq. si decidono (democraticamente) uscite, attività, imprese, si sviluppa il trapasso delle nozioni ecc.
Quello che esce dal consiglio di sq. viene portato dal csq. in cdo e lì si valuta,
Come capo riparto mi sono dato l'impegno di non votare e di astenermi sempre riguardo alle decisioni dei passaggi di classe, definizione imprese, scelte per le attività da fare in uscita, campetti di sq.
Ciò però non significa che i ragazzi fanno quello che vogliono i paletti in cui si devono muovere sono la legge scout e la promessa.
Le funzioni della cdo sono nomina csq (in seguito i csq scelgono i loro vice), passaggi di classe e mete del riparto, decisione imprese di sq. e riparto su proposta sq..
funzione del consiglio capi attuazione di quello deciso in cdo. verifica di quanto succede in sq.
Nella società di oggi dare responsabilità oggettive a ragazzi di 16 anni è quasi motivo di scandalo, non si vuole rischiare che il ragazzo ci possa deludere.
La segretezza in cdo è essenziale, che divertimento e che utilità ci sarebbe se tutti i ragazzi fossero a conoscenza delle mete del riaprto? che cosa c'è di strano che si tenga segreto fino alla consegna del distintivo di classe che il ragazzo è stato ritenuto idoneo dalla cdo? Se bisogna prendere provvedimenti o fare un richiamo a qualcuno ne si parla in cdo e il ragazzo oggetto del richiamo-provvedimento verrà sicuramente chiamato per un chiarimento e che cosa c'è di strano che gli altri membri del riparto non siano a conoscenza di quello che si discute? che interesse altro se non la curiosità (leggitima) ma ciò non giustifica certamente la divulgazione di quello di cui si è parlato.

E per rimanere in Topic, penso che in AGESCI non ritornerà mai in auge la cdo.
Top
Finrod91



Età: 33
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 12:40    Oggetto: Rispondi citando

chiurlox ha scritto:


E per rimanere in Topic, penso che in AGESCI non ritornerà mai in auge la cdo.



e per fortuna....la cdo è una di quelle cose che potevano andare bene 100 anni fa, ma oggi non più. Quest'aura di segretezza stona con la mia idea di scoutismo e non aiuta certo a capire cosa è uno strumento democratico. Meglio il conca: tutto alla luce del sole; c'è l'autogestione perchè decide ugualmente uscite, campi e attività, però non decide le tappe che ritengo siano cose "da capi"(più esperienza e più obiettività). Il conca compone le sq e verifica l'attività del reparto e delle sq il che mi sembra ottimo.
Tutto come la cdo apparte l'odiata segretezza e l'inapropiata competenza di dare le tappe.
Se vogliamo tornare indietro allora perchè non ripristiniamo le esercitazioni e le dimostrazioni di pronto soccorso e ginniche che facevano i primi scouts? Se vogliamo tornare indietro ritorniamo al bastone scout per tutti. Se vogliamo tornare indietro torniamo alla divisione tra ASCi e AGI visto che ragazzi e ragazze non possono fare lo stesso cammino di educazione scout! Torniamo al militarismo e alle prove fisiche che devono fare i lupetti per passare di tappa. Torniamo al 1918! Torniamo alla frase "Lo scout non corteggerà una donna a meno che non ha intenzione di sposarla" (Scouting for boys, mica l'ho detto io)

P.S. spero si colga l'ironia nelle ultime righe
Top
francesco.c



Età: 54
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 06/05/07 17:21
Messaggi: 417
Residenza: Pomezia 1

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 13:19    Oggetto: Rispondi citando

Embarassed io al bastone ci stavo pensando
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 39
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3920

MessaggioInviato: Mercoledì 03 Settembre 2008, 13:52    Oggetto: Rispondi citando

chiurlox ha scritto:

Nel consiglio di sq. si decidono (democraticamente) uscite, attività, imprese, si sviluppa il trapasso delle nozioni ecc.
Quello che esce dal consiglio di sq. viene portato dal csq. in cdo e lì si valuta,

...vorrei solo dire che l'obiettivo del nostro progetto educativo (ovvero gli "obiettivi" che si pone il gruppo intero) è arrivare a questo, e lontani non siamo.
Quest'anno un paio di sq (su 4 del maschile parallelo) viaggiavo così...


ah..boboman...già sapendo che ti sfregherai le mani...ti chiedo...sii sintetico e capibile...e non andare eccessivamente OT...
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org