Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Vegetariani
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Off Topic
Autore Messaggio
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 08:54    Oggetto: Vegetariani Rispondi citando

uomodelbosco ha scritto:
Akela_XX ha scritto:
siamo fatti per essere onnivori, non per essere vegetariani.. perchè andare contro natura?

Essere fatti in un certo modo non implica che sia necessario fare sempre così. Il fisico umano è strutturato per POTER mangiare di tutto, non per DOVER mangiare di tutto.

infatti in una dieta equilibrata la carne si mangia ogni tanto.. non a tutti i pasti!
molto bella comunque la tua argomentazione, uomodelbosco! chiedo scusa per l'OT..

Continuo di qui per non disturbare le cure dedicate all'uccellino Wink

Dietro al consumo di carne però c'è una serie di meccanismi che si attivano ogni volta, anche se questo accade una sola volta alla settimana.
Alcune considerazioni:
-Fosse anche una volta alla settimana, quello che finisce nel piatto è in sostanza un cadavere.
-Le proteine vegetali sono ormai considerate nobili tanto quanto quelle animali, per cui possiamo tranquillamente evitare le seconde.
-Il consumo di carne è conosciuto come legato alle tipiche patologie cardiovascolari della nostra epoca.
-Allevare animali da cibo è, dal punto di vista del pianeta, un'attività ad altissimo spreco e bassissima resa. E' evidente che se coltivo avena e la faccio mangiare ad un animale, quell'avena avrà una "resa" bassissima. Dipende dall'animale, ma siamo nell'ordine di 10 kg di foraggio per ottenere 1 kg di carne. Se quei 10 kg di avena fossero mangiati direttamente...
-La foresta amazzonica è distrutta per ottenere pascoli (oltre che legname), proprio perchè sul pianeta grava un numero di animali da carne non proporzionato. Una semplice valutazione: in Italia non esiste una superficie di terra sufficiente per coltivare tutto il foraggio necessario agli animali da allevamento presenti sul territorio. La soia da allevamento (sempre più spesso transgenica) è fatta arrivare dal Sud America. Il non-senso di questi trasporti via mare e l'inquinamento che segue è evidente.
-L'industria della carne è vorace consumatrice di energia, contribuendo al consumo di risorse.
-Il consumo di acqua è altissimo, e quel che ne risulta sono liquami da smaltire che diventano "nutrimento" (per eccesso di azoto) con conseguente aumento di alghe e moria di pesci.
- Le coltivazioni estensive per alimentare animali tolgono la possibilità di coltivare per l'alimentazione umana, causando ulteriore povertà e mancanza di accesso alle coltivazioni di ampie parti di popolazione del pianeta.
-Le coltivazioni per animali sono intensive: questo significa spingere al massimo la produttività, quindi chimica e transgenica la fanno da padroni.
Tutto questo per soddisfare solamente la gola.
Un mondo migliore di come lo si è trovato passa anche attraverso un'alimentazione vegetariana.

Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l'evoluzione verso una dieta vegetariana.
Albert Einstein
Top
sponsor
sponsor
porcellinopacifico



Età: 61
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 09:26    Oggetto: Rispondi citando

quoto al 100% tutte le tue argomentazioni caro uomodelbosco. (tranne quella del cadavere perché è solo una questione di impatto teminologico: in natura quasi tutti i carnivori-onnivori mangiano cadaveri, a volte anche le carogne. Sarebbe forse meglio mangiare animali vivi interi come i fanno serpenti? Laughing )
purtroppo mi sento, probabilmente per cultura ed abitudine, molto onnivoro (da questo punto di vista sono anche un po' favorito, perché non ho nessun problema a mangiare "vegetariano", è che poi ricado facilmente anche nel resto).

Sicuramente un percorso di rieducazione alimentare mi, ci, farebbe bene, ma non la vedo tanto facile
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 10:17    Oggetto: Rispondi citando

porcellino pacifico ha scritto:
quoto al 100% tutte le tue argomentazioni caro uomodelbosco. (tranne quella del cadavere perché è solo una questione di impatto teminologico: in natura quasi tutti i carnivori-onnivori mangiano cadaveri, a volte anche le carogne.

Una mucca o una pecora morte che giacciono in un pascolo sono considerate carogne. La stessa carcassa, trattata e appesa a un chiodo in macelleria, passa per cibo!
J.H. Kellogg


Comunque hai ragione: è essenzialmente un fatto di cultura e abitudine. Io ci aggiungo anche di educazione. B.P. riteneva che quasi tutti i problemi potessero essere risolti attraverso l'educazione.
Ma uno Scout dovrebbe anche domandarsi se quel che fa ha un senso, se si fa per abitudine o se per una ragione precisa, e dovrebbe andare alla ricerca del perchè delle cose, farsene un'idea propria e poi agire di conseguenza. Il che può essere anche continuare ad essere carnivori, ci mancherebbe. Il fatto è che l'argomentazione pro-carne è povera di contenuti e ricca di morti, il che, già in partenza depone male...
Top
serpentecombattivo





Registrato: 18/07/06 16:34
Messaggi: 386
Residenza: Branco di bufali vicino all'Albert Memorial

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 12:29    Oggetto: Rispondi citando

In effetti c'è un mio professore che ricorda come i salumi altro non siano che parti di carogna di maiale sottoposte a putrefazione controllata....

SC
Top
Finrod91



Età: 30
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 15:23    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me è inutile dire è meglio essere vegetariani (con tutte le varianti da vegani a vegetalisti a crudisti) o essere onnivori. L'uomo mangia carne dalla notte dei tempi (ma non per questo è obbligato a mangiarla) quindi è pura questione culturale anche se nulla mi toglie dalla testa che la carne un una dieta giusta ci deve essere.

Per quanto riguarda il discorso carogne è un pò campato per aria. Non essendo serpenti dobbiamo mangiare per forza animali morti e non è che mi disturba tanto dato che fin da piccolo ho assistito a molte macellazioni di animali
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 15:56    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:
L'uomo mangia carne dalla notte dei tempi

L'uomo commette omicidi dalla notte dei tempi. Possiamo continuare, quindi?

Finrod91 ha scritto:
quindi è pura questione culturale anche se nulla mi toglie dalla testa che la carne un una dieta giusta ci deve essere.

Altrimenti che succede?

Finrod91 ha scritto:

Per quanto riguarda il discorso carogne è un pò campato per aria. Non essendo serpenti dobbiamo mangiare per forza animali morti e non è che mi disturba tanto dato che fin da piccolo ho assistito a molte macellazioni di animali

Hehehhe...guarda: forse ne ho viste di più io, dato che mio nonno aveva un allevamento e mia zia uccideva i conigli sotto alla finestra della mia cameretta. Mad
Eppure non mi sono affatto abituato, e ti garantisco che se uno ha anche solo sentito le urla di dolore di un coniglio difficilmente se lo mangerà, a meno di essere duro di cuore come una pietra.
Trovo veramente difficile, a meno di chiudere occhi e orecchie, poter continuare a versare del sangue senza battere ciglio. Certo, si può fare, basta non vedere e non sentire, ma, credimi, prima o poi gli occhi si aprono e le orecchie ascoltano. Da quel momento il cuore è disturbato.
Top
Finrod91



Età: 30
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 18:38    Oggetto: Rispondi citando

secondo me non è un discorso di giusto o sbagliato (come lo hai messo tu) ma semplicemente di ritenere più sana una certa alimentazione. Se non mangio carne non succede niente però rinuncio a proteine che sarebbe meglio che io assuma (quanti atleti sono vegetariani?? non molti credo).

Per le macellazioni: l'unica bestia che mi fa pena è l'agnello perchè piange tantissimo e urla...le altre bestie non mi dicono proprio niente..sarò insensibile Shocked Shocked Shocked ???? ritengo che il rispetto verso gli animali sia in tutt'altre forme che rinunciare ad ucciderli per mangiare...




P.S. una curiosità: qualcuno mi spiega per bene le varie differenze tra vegetariani, vegetalisti, vegani, crudisti e via dicendo???
Top
gufopreciso



Età: 34
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 19:25    Oggetto: Rispondi citando

Anche le piante anche se di un altro grado sono pur sempre esseri viventi, nascono si riproducono, muoiono, respirano, si nutrono ed espellono rifiuti. Cosa differenzia tra l'uccidere un maiale e strappare un ciuffo d'insalata? E ancora, tra l'uccidere un cucciolo (come l'agnello), un avanotto (come il bianchetto) e mangiare un frutto che è la maniera con cui la pianta si riproduce? Solo perchè il maiale o l'agnello si "lamentano", ci fanno gli occhioni, perdono sangue?

Si tratta di forme di vita di grado diversissimo e non comparabili certo, ma pur sempre forme di vita.

Ho un'acquario in casa, ma ciò non mi impedisce di gustarmi saporitissimi piatti di pesce (l'ultimo proprio oggi a pranzo).

Ognuno è libero di fare come crede. Non è come dice Finrod un discorso di giustizia ma di scelte personali. Che poi gli animali da macello debbano essere allevati con la dovuta "animalità" sono d'accordo, ma questo è un altro discorso.

Non è mia intenzione dissuadere un vegetariano dall'esserlo. Anzi, meglio, più fiorentine per me Razz Ma come non chiedo ad un ateo di convertirsi ed anzi rispetto le sue scelte, allo stesso modo rispetto le scelte di un vegetariano. Purchè non mi si accusi di crudeltà, o non mi si converta.

Scusate la mia rudezza...
Top
akela_xx



Età: 36
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 13/11/07 21:26
Messaggi: 802
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Venerdì 04 Aprile 2008, 21:31    Oggetto: Rispondi citando

datemi il permesso di cacciare qui perchè ho fame
caccia dunque per sfamarti ma non per divertirti

ma allora mowgli è un assassino o uno che mangia carne (morta) che lui stesso uccide?
che messaggio diamo ai lupetti?
che uccidere un animale è giusto se, e solo se, poi te lo mangi.. o no?
Top
sponsor
sponsor
Finrod91



Età: 30
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Sabato 05 Aprile 2008, 12:35    Oggetto: Rispondi citando

gufopreciso ha scritto:
Non è come dice Finrod un discorso di giustizia ma di scelte personali.


mai detto...anch'io credo sia un discorso di scelte personali
Top
porcellinopacifico



Età: 61
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sabato 05 Aprile 2008, 12:45    Oggetto: Rispondi citando

gufopreciso ha scritto:
Anche le piante anche se di un altro grado sono pur sempre esseri viventi, nascono si riproducono, muoiono, respirano, si nutrono ed espellono rifiuti. Cosa differenzia tra l'uccidere un maiale e strappare un ciuffo d'insalata?
se fai un corso di anatomia e fisiologia animale comparata, e di botanica generale e fisiologia vegetale ti accorgi che un po' di differenze ci sono (per es. non esiste nulla di simile ad un apparato o tessuto nervoso nelle piante): detto questo non ritengo sia opportuno che l'uomo abusi neppure del regno vegetale come, purtroppo, stiamo facendo ora.
gufopreciso ha scritto:
Ma come non chiedo ad un ateo di convertirsi ed anzi rispetto le sue scelte, allo stesso modo rispetto le scelte di un vegetariano.

Purchè non mi si accusi di crudeltà, o non mi si converta.
se leggi il mio post precedente ti rendi conto che non posso "convertirti" in quanto sono onnivoro. Comunque mi sembra che paragonare la fede ad una "scelta" alimentare non sia corretto: su quest'ultima possiamo ragionare in termini esclusivamente razionali e ricordiamo:«Tutto è lecito!». Ma non tutto è utile!(1Cor 10,23). La fede va, necessariamente, anche oltre la razionalità, la quale può essere d'aiuto e sentirsi interpellata, ma che non riuscirà mai da sola a raggiungere la fede.
Detto questo ritengo sia quanto meno interessante prendere in considerazione le motivazioni di uomodelbosco che sono molto varie e circostanziate.
Non si limita affato al solo discorso del cadavere, e infatti è quello che condivido di meno anche se è quello di più effetto, ma parla anche dei problemi legati alla salute a causa di un'alimentazione eccesivamente basata su cibi animali, a problemi ldi economia globale (dove troveremo tutto il pane per sfamare tanta gente? Credetemi è noto a tutti che un'alimentazione basata sul consumo diretto di prodotti vegetali permetterebe immediatamente di risolvere i problemi, almeno da un punto di vista di disponibilità di cibo, della fame nel mondo), a poblemi ambientali, energetici, igienici ecc.
Top
rudolf83



Età: 38
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 03/10/06 21:26
Messaggi: 222

MessaggioInviato: Domenica 06 Aprile 2008, 11:54    Oggetto: Re: Vegetariani Rispondi citando

uomodelbosco ha scritto:
uomodelbosco ha scritto:
Akela_XX ha scritto:
siamo fatti per essere onnivori, non per essere vegetariani.. perchè andare contro natura?

Essere fatti in un certo modo non implica che sia necessario fare sempre così. Il fisico umano è strutturato per POTER mangiare di tutto, non per DOVER mangiare di tutto.

infatti in una dieta equilibrata la carne si mangia ogni tanto.. non a tutti i pasti!
molto bella comunque la tua argomentazione, uomodelbosco! chiedo scusa per l'OT..

Continuo di qui per non disturbare le cure dedicate all'uccellino Wink

Dietro al consumo di carne però c'è una serie di meccanismi che si attivano ogni volta, anche se questo accade una sola volta alla settimana.
Alcune considerazioni:
-Fosse anche una volta alla settimana, quello che finisce nel piatto è in sostanza un cadavere.
-Le proteine vegetali sono ormai considerate nobili tanto quanto quelle animali, per cui possiamo tranquillamente evitare le seconde.
-Il consumo di carne è conosciuto come legato alle tipiche patologie cardiovascolari della nostra epoca.
-Allevare animali da cibo è, dal punto di vista del pianeta, un'attività ad altissimo spreco e bassissima resa. E' evidente che se coltivo avena e la faccio mangiare ad un animale, quell'avena avrà una "resa" bassissima. Dipende dall'animale, ma siamo nell'ordine di 10 kg di foraggio per ottenere 1 kg di carne. Se quei 10 kg di avena fossero mangiati direttamente...
-La foresta amazzonica è distrutta per ottenere pascoli (oltre che legname), proprio perchè sul pianeta grava un numero di animali da carne non proporzionato. Una semplice valutazione: in Italia non esiste una superficie di terra sufficiente per coltivare tutto il foraggio necessario agli animali da allevamento presenti sul territorio. La soia da allevamento (sempre più spesso transgenica) è fatta arrivare dal Sud America. Il non-senso di questi trasporti via mare e l'inquinamento che segue è evidente.
-L'industria della carne è vorace consumatrice di energia, contribuendo al consumo di risorse.
-Il consumo di acqua è altissimo, e quel che ne risulta sono liquami da smaltire che diventano "nutrimento" (per eccesso di azoto) con conseguente aumento di alghe e moria di pesci.
- Le coltivazioni estensive per alimentare animali tolgono la possibilità di coltivare per l'alimentazione umana, causando ulteriore povertà e mancanza di accesso alle coltivazioni di ampie parti di popolazione del pianeta.
-Le coltivazioni per animali sono intensive: questo significa spingere al massimo la produttività, quindi chimica e transgenica la fanno da padroni.
Tutto questo per soddisfare solamente la gola.
Un mondo migliore di come lo si è trovato passa anche attraverso un'alimentazione vegetariana.

Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l'evoluzione verso una dieta vegetariana.
Albert Einstein



primo la dieta vegetariana ve benissimo ma fatta da persone adulte, perchè non devono più crescere . quando si e nella fase di crescita si devono assumere sia proteine animali che vegetali perche formano due tipi di fasci muscolari ( fibre bianche ,fibre rosse) in un ragazzo che cresce e si sta formando si rischia di sviluppare di piu una cosa che l'altra squilibrando le caratteristiche fisiche .


ti ricordo che anche mangiando troppa verdura o frutta danno problemi se mangi troppe carote si diventa arancioni e si hanno problemi al fegato la cosa giusta e avere un rapporto equilibrato tra carne e verdura, ti ricordo poi che lo stomaco dell'uomo non e fatto per assimilare del tutto gli alimenti vegetali ( questa cosa gia dovrebbe far riflettere sull'idea che il corpo umano non e fatto per avere una sola dieta a base di vegetali)


per quanto riguarda la carne transgenica e via dicendo c'e la stessa esatta cosa per gli alimenti vegetali prova a lavorare in un negozio di ortofrutta e verso l'estate prendere le granny smith in mano noterai che sono un po oleose quello non e altro che il conservante e le cere che si sciolgono un po ( le cere ci sono su tutte le mele perchè vi ricordo che le mele in natura non sono sbriluccicanti!come del resto anche su tutti gli altri alimenti) ....


Sai perche la dieta vegetariana e una cosa relativamente moderna ? perche con la modernità non si e piu rispettati i tempi della natura prova a mangiare solo verdua di stagione e ti ritroverai come un tempo con squilibri di sali minerali paurosi perche mangeresti sempre lo stesso alimento per un periodo molto lungo per quello un tempo si mangiava la carne per coprire il gap dato da una alimentazione data da un solo tipo di vegetale.. ora che abbiamo i peperoni anche d'inverno (( provenienti dall'olanda ) i limoni d'inverno ( provenienti dal sud africa) le melanzane tutto l'anno ( provenienti dalla spagna) possiamo coprire il gap dato dalla natura!!! VIVA LA MODERNITA CHE CI PERMETTE DI FARE QUELLO CHE VOGLIAMO


mi raccomando non cadete nel tranello truffaldino della frutta biologica perchè se i campi affianco a quello biologico non lo fanno e evidente che quell'ettaro a agricoltura biologica non lo è molto!!! biologica


e guardate sempre le etichette origine ,calibro , vi aiuteranno a capire che cosa mangiate!!! e noterete che molto spesso non viene dall'italia!



lunge da me cercare di cambiarti !!! ma prova a sentire un dietolo e nutrizionista che ne sa molto di piu su questo argomento!
Top
gufopreciso



Età: 34
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Domenica 06 Aprile 2008, 23:19    Oggetto: Rispondi citando

porcellinopacifico ha scritto:
Credetemi è noto a tutti che un'alimentazione basata sul consumo diretto di prodotti vegetali permetterebe immediatamente di risolvere i problemi, almeno da un punto di vista di disponibilità di cibo, della fame nel mondo), a poblemi ambientali, energetici, igienici ecc.


Mi sembra fantascienza onestamente. Ma comunque non dimentichiamoci che NOI possiamo scegliere sempre cosa e quanto mangiare visto che siamo i paesi del centro del mondo e viviamo nel 5 stadio di sviluppo del modello di Rostow, quello dei grandi consumi, delle grandi disponibilità e della possibilità di scelta. Ma ad esempio a chi lo spiega agli inuit che devono mangiarsi l'insalatina importata? O agli isolani che devono ipersfruttare le loro piccole isole (o importare sulle navi) anzichè nutrirsi di quello che il mare gli offre?.

Tutti i nutrizionisti che ho sentito parlare mi hanno sempre spiegato come la dieta corretta è nel equo bilanciamento tra verdura e frutta (tanta) e carne/pesce (il giusto), più tutto il resto ovviamente. Un adulto (e non un ragazzo nel suo sviluppo!) medio inoltre può mediamente vivere abbastanza bene di sola verdura, ma quello è un adattamento, non la soluzione ottimale. Inoltre prendo il caso di mia madre alla quale certi tipi di verdura, come tutti i tipi d'insalata, mangiati troppo spesso provocano problemi intestinali che poi hanno conseguenze anche sul resto dell'organismo, Ed è già capitato che il dottore le ha imposto delle diete serrate in cui i tipi di verdura ammessi erano pochi e solo cotti. Wow. Per tutta la vita! Per non parlare poi giustamente del probelma del prodotto tipico e di stagione, noi siamo abituati ad avere grandi disponibilità di tutti i tipi di vegetali tutto l'anno, ma l'inquinamento derivante da questo?
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Lunedì 07 Aprile 2008, 09:42    Oggetto: Rispondi citando

finrod91 ha scritto:
P.S. una curiosità: qualcuno mi spiega per bene le varie differenze tra vegetariani, vegetalisti, vegani, crudisti e via dicendo???

Crudisti: mangiano solo vegetali crudi
Vegani: escludono qualunque prodotto di derivazione animale.
Vegetariani, divisi in:
Lacto-ovo-vegetariani: ammettono solo uova e prodotti a base di latte
Ovo-vegetariani: escludono anche i latticini.
Citazione:
Se non mangio carne non succede niente però rinuncio a proteine che sarebbe meglio che io assuma (quanti atleti sono vegetariani?? non molti credo).

http://www.scienzavegetariana.it/sport/schede_famosi.html
gufo preciso ha scritto:
Anzi, meglio, più fiorentine per me Ma come non chiedo ad un ateo di convertirsi ed anzi rispetto le sue scelte, allo stesso modo rispetto le scelte di un vegetariano. Purchè non mi si accusi di crudeltà, o non mi si converta.

Hehehe...nessuno vuole convertirti. Dice un proverbio arabo "puoi portare il cammello alla fonte, ma non puoi obbligarlo a bere". Se la tua sensibilità non è accordata con la mia, nulla posso. Wink
Citazione:
Cosa differenzia tra l'uccidere un maiale e strappare un ciuffo d'insalata? E ancora, tra l'uccidere un cucciolo (come l'agnello), un avanotto (come il bianchetto) e mangiare un frutto che è la maniera con cui la pianta si riproduce? Solo perchè il maiale o l'agnello si "lamentano", ci fanno gli occhioni, perdono sangue?

Purtroppo non riesco ancora a sopravvivere assimilando l'umidità notturna dell'aria, ma ci sto lavorando. Laughing
La violenza non giustifica la violenza.
Io credo che Dio ci metta tutti i giorni alla prova, e una di queste prove è il rapporto che abbiamo con i più deboli, e chi è più alla mercè nostra degli animali?
Sono dotato di raziocinio, e quindi scelgo di non essere motivo di violenza su quello che il mio piccolo cervello riesce a capire della vastità dell'Universo, e ci vuole proprio niente a capire che la violenza verso gli animali non è paragonabile a tagliare un ciuffo di insalata.
Ha ragione Porcellino Pacifico. Sono organismi totalmente diversi.
Inoltre aggiungo:
Genesi: <<Poi Dio disse: "Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e ogni albero in cui è il frutto, che produce seme: saranno il vostro cibo. >>
Akela_XX ha scritto:
datemi il permesso di cacciare qui perchè ho fame
caccia dunque per sfamarti ma non per divertirti

ma allora mowgli è un assassino o uno che mangia carne (morta) che lui stesso uccide?
che messaggio diamo ai lupetti?
che uccidere un animale è giusto se, e solo se, poi te lo mangi.. o no?

Attenzione: "perchè ho fame". Solo se non vi solo alternative è possibile cibarsi di carne. ma se le alternative ci sono è nostro dovere scegliere il male minore.
porcellino pacifico ha scritto:
Non si limita affato al solo discorso del cadavere, e infatti è quello che condivido di meno anche se è quello di più effetto, ma parla anche dei problemi legati alla salute a causa di un'alimentazione eccesivamente basata su cibi animali, a problemi di economia globale (dove troveremo tutto il pane per sfamare tanta gente? Credetemi è noto a tutti che un'alimentazione basata sul consumo diretto di prodotti vegetali permetterebe immediatamente di risolvere i problemi, almeno da un punto di vista di disponibilità di cibo, della fame nel mondo), a poblemi ambientali, energetici, igienici ecc.

Perfetto!
rudolf83 ha scritto:
mi raccomando non cadete nel tranello truffaldino della frutta biologica perchè se i campi affianco a quello biologico non lo fanno e evidente che quell'ettaro a agricoltura biologica non lo è molto!!! biologica

Sono proprio scemo, allora...
Prendo le mele in una cascina vicina a me invece di farle arrivare tramite autostrada dal Trentino, lucide e grosse, ognuno con sopra un bell'adesivo di plastica Rolling Eyes
Citazione:
Sai perche la dieta vegetariana e una cosa relativamente moderna ? perche con la modernità non si e piu rispettati i tempi della natura prova a mangiare solo verdua di stagione e ti ritroverai come un tempo con squilibri di sali minerali paurosi perche mangeresti sempre lo stesso alimento per un periodo molto lungo per quello un tempo si mangiava la carne per coprire il gap dato da una alimentazione data da un solo tipo di vegetale.. ora che abbiamo i peperoni anche d'inverno (( provenienti dall'olanda ) i limoni d'inverno ( provenienti dal sud africa) le melanzane tutto l'anno ( provenienti dalla spagna) possiamo coprire il gap dato dalla natura!!! VIVA LA MODERNITA CHE CI PERMETTE DI FARE QUELLO CHE VOGLIAMO

Attenzione: la "moda" della carne è un'introduzione abbastanza recente nell'evoluzione umana, e risale al medioevo. Prima di carne la gente ne mangiava pochissima, anche perchè la ricchezza era dovuta spesso all'avere una o due mucche e se ne guardavano bene dal mangiarsele!
Che poi d'inverno ci sia meno disponibilità di vegetali siamo tutti d'accordo, ma secondo alcune scuole di pensiero nutrizioniste ciò non è un caso, e sarebbe dovuto ad una normale "ciclicità" del fisico legata alle stagioni. E comunque le conserve non le ho inventate io Wink
Citazione:
ti ricordo poi che lo stomaco dell'uomo non e fatto per assimilare del tutto gli alimenti vegetali ( questa cosa gia dovrebbe far riflettere sull'idea che il corpo umano non e fatto per avere una sola dieta a base di vegetali)

Infatti le fibre vegetali devono poter passare nell'intestino per tenerlo "pulito", cosa che fibre della carne non fanno.
Citazione:
primo la dieta vegetariana ve benissimo ma fatta da persone adulte, perchè non devono più crescere . quando si e nella fase di crescita si devono assumere sia proteine animali che vegetali perche formano due tipi di fasci muscolari ( fibre bianche ,fibre rosse) in un ragazzo che cresce e si sta formando si rischia di sviluppare di piu una cosa che l'altra squilibrando le caratteristiche fisiche .

http://www.vegetariani.it/vegetariani/articles/1222.html
L'autore di questo libro "Figli vegetariani", è stato Capo Scout Wink
gufo preciso ha scritto:
Ma comunque non dimentichiamoci che NOI possiamo scegliere sempre cosa e quanto mangiare visto che siamo i paesi del centro del mondo e viviamo nel 5 stadio di sviluppo del modello di Rostow, quello dei grandi consumi, delle grandi disponibilità e della possibilità di scelta.

Esatto: abbiamo il dovere di scegliere per consentire ad altri di poter vivere.
Citazione:
Ma ad esempio a chi lo spiega agli inuit che devono mangiarsi l'insalatina importata? O agli isolani che devono ipersfruttare le loro piccole isole (o importare sulle navi) anzichè nutrirsi di quello che il mare gli offre?.

Stiamo sempre parlando di scegliere quando la possibilità di scelta esiste. Comunque i popoli tribali prevalentemente carnivori (pensate ai nativi americani, alcune del tribù erano nomadi per cui non coltivavano ma cacciavano) erano perfettamente consci della drammaticità dell'uccisione, e non a caso rendevano "Sacro" il momento nel quale uccidevano per poter vivere e lo facevano solo e soltanto in caso di bisogno. Questo è lontano anni luce dalla nostra cultura di sfruttamento e spreco. Chi di voi per esempio prega per il sacrificio di quella vita?
Top
aureliano



Età: 40
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 16/10/06 10:56
Messaggi: 516
Residenza: Fra Bolzano e Trento...

MessaggioInviato: Lunedì 07 Aprile 2008, 11:54    Oggetto: Re: Vegetariani Rispondi citando

rudolf83 ha scritto:


Sai perche la dieta vegetariana e una cosa relativamente moderna ? perche con la modernità non si e piu rispettati i tempi della natura prova a mangiare solo verdua di stagione e ti ritroverai come un tempo con squilibri di sali minerali paurosi perche mangeresti sempre lo stesso alimento per un periodo molto lungo per quello un tempo si mangiava la carne per coprire il gap dato da una alimentazione data da un solo tipo di vegetale.. ora che abbiamo i peperoni anche d'inverno (( provenienti dall'olanda ) i limoni d'inverno ( provenienti dal sud africa) le melanzane tutto l'anno ( provenienti dalla spagna) possiamo coprire il gap dato dalla natura!!! VIVA LA MODERNITA CHE CI PERMETTE DI FARE QUELLO CHE VOGLIAMO




Hai idea dei casini che provoca questo sistema?

Si parte dall'inquinamento (serre riscaldate, carburante per far fare tutti quei km ai cibi...) e si arriva alla crisi di molti piccoli produttori locali che non possono competere con questo sistema...
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org