Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Neocatecumenali
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro
Autore Messaggio
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 34
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Venerdì 11 Gennaio 2008, 13:32    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Molto rumore per nulla, sembrerebbe...


diciamo che siamo molto disinformati.

Ho molti amici neocatecumenali.

E' un cammino diverso.
Top
sponsor
sponsor
militeGhejardo





Registrato: 14/11/07 11:17
Messaggi: 240

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 14:03    Oggetto: Rispondi citando

Ragazzi vi state un pelo arrampicando sugli specchi....

La messa neo catecumenale è SOLO il sabato, non ANCHE il sabato. Viene fatta sabato anche per ragioni di comodita (quella cattolica intendo).

Il pane lo si puo usare ma è sempre corpo di cristo e inevitabilmente molte briciole finiscono a terra e poi calpestate, ti sembra giusto? L'uso dell'ostia è anche per questo....

La messa neocatecumenale io da cattolico NON posso partecipare a meno che non entri a fare parte della loro comunita, non penso che se avessi bisogno (o volessi) di una messa e mi trovassi in mezzo al bosco dove la stanno celebrando gli scout questi non mi ospiterebbero...

Il peccato: l'uomo non può non commetterlo, come non può compiere il bene né acquistarsi dei meriti... ti sembra giusto? è una visione assolutamente ERRATA della parola di dio...

Giro di esperienze: tutti intorno a cerchio appassionatamente uno viene indicato "a caso" nel mucchio dai catechisti(o pseudo tali) e gli viene chiesto: "cosa hai da dire riguardo a x o riguardo a y" ben sapendo che giorno prima tu eri insime a x e vi siete appena lasciati, o che tu hai litigato con y (per una stupidata). ti costringono a lavare i tuoi panni sporchi in pubblico
Il bello sta che tu dici qualcosa e all'altro non viene concesso il diritto di replica... assurdo...
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 34
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 15:21    Oggetto: Rispondi citando

lo sai perchè te l'hanno detto o hai partecipato?
Top
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 15:26    Oggetto: Rispondi citando

I Neocatecumenali hanno parecchi difetti ma anche molti pregi. Conosco persone alle quali l'esperienza ha fatto più che bene, e altre con un grande senso di aiuto al prossimo. La maggior parte dei partecipanti è in buona fede. Non si tratta insomma di una "setta" che ti mangia il cervello e ti svuota il conto in banca. Se mai, gli errori più che sociali sono di tipo dottrinale e teologico.
I problemi mi sembrano più legati a Kiko, fondatore e padre-padrone del movimento.

Ho fatto un po' di ricerca e ho trovato questo post su un forum che sembra riassumere abbastanza bene i pro e i contro:

Citazione:

Cammino Neocatecumenale: pro e contro.
Quella che segue è una mia disamina parecchio essenziale sui pregi e sui difetti del Cammino Neocatecumenale.
Ci tengo a dire che innanzitutto parte dalla MIA esperienza (si riferisce perciò a quello che ho vissuto, visto e sentito nella mia diocesi soprattutto) inoltre ho tralasciato le considerazioni su quello che era il cammino prima dei nuovi adattamenti.
Mi piacerebbe che rispondessero alla mia analisi numerosi forumisti, sono disponibile a correggere eventuali inesattezze.
Stranamente comincerò con l’elencare tutte le cose del Cammino Neocatecumenale che proprio non vanno, e che tanto mi addolorano. Dopo i “contro”, dirò qualcosa sui meriti che, come è giusto che sia, per coerenza intellettuale, appartengono al cammino indiscutibilmente.

CONTRO:

1) Catechesi sul Sacramento dell’Eucaristia
2) Catechesi sul Sacramento della Penitenza
3) Poca insistenza sul concetto di Sacrificio Eucaristico
4) Comunione al corpo di Cristo, seduti (nonostante non sia mai stata approvata)
5) Adorazioni Eucaristiche comunitarie occasionali, quasi inesistenti
6) Integrazione nella parrocchia molto lenta e mai totale (non in tutti i casi)
7) Alto rischio di fanatismo, soprattutto per chi ha cominciato il cammino da poco.
8 ) Scarso valore dato alla teologia e all’esegesi
9) Concezione scorretta del ruolo di catechista. In teoria egli dovrebbe stare all’obbedienza dei sacerdoti, nella pratica, quasi sempre, l’obbedienza risulta alquanto formale.
10) Enfatizzazione esagerata verso l’ebraismo: la sua teologia, le sue usanze, i suoi segni, i suoi canti.
11) Concetto deformato di “fede”.
12) Ignoranza molto diffusa in materia dottrinale e teologica.
13) Ruolo del prete minimizzato. Più che altro risulta essere solo un “mago sacramentale”.
14) Rischio di dare origine ad un clero parallelo.
15) Venerazione esagerata verso gli iniziatori.
16) Estrema lunghezza dell’itinerario catecumenale.
17) Pesantezza delle liturgie eucaristiche (dovuta alla lunghezza e al nonsenso di molte ammonizioni e risonanze)
18 ) Totale inutilizzo del canone romano.
19) Esaltazione esagerata del concetto di banchetto eucaristico, convito pasquale. Visione meramente festosa dell’Eucaristia e anche del rito delle esequie (tant’è vero che anche in quaresima la mensa è piena di fiori, si suonano i cembali e si battono le mani.)
20) “Assolutizzazione” degli stilemi di Kiko (in fatto estetico, catechetico, musicale ecc.)
21) Totale assenza di catechesi adeguata sul valore propiziatorio dell’Eucaristia (quasi nessuno sa perché si fanno dire le messe per i defunti, infatti molti non le fanno mai dire)
22) Visione quasi “sacramentale” delle varie tappe e passaggi.
23) Rischio di sentirsi come unico valido cammino di fede.
24) Direttorio catechetico pieno di affermazioni poco felici, poco chiare, male espresse ed a volte anche assurde ed eretiche.
25) Strano concetto di “arcano” nei canti e nelle catechesi.
26) Sacramento della penitenza celebrato sempre e solo in comunità.
27) Idea distorta dell’atto di “riconoscersi peccatore”.
28 ) Obbedienza cieca ai catechisti e a Kiko. Vietata la “crysis”…..

PRO:

1) Buona fede della quasi totalità degli appartenenti.
2) Centralità del Kerigma, dell’annuncio del mistero pasquale; della unicità della redenzione operata da Cristo.
3) Grande importanza data all’Evangelizzazione.
4) Riavvicinamento dei “lontani dall’Ovile”.
5) Conversioni da altre religioni o sètte.
6) Assenza di moralismo, sentimentalismo e relativismo.
7) Condanna del progressimo.
8 ) Recupero del senso del peccato.
9) Familiarità con la Bibbia che si accosta alla vita quotidiana.
10) Accoglienza della totalità del magistero morale della Chiesa.
11) Centralità della famiglia e della trasmissione della fede ai figli.
12) Apertura alla vita delle coppie neocatecumene.
13) Recupero del concetto di Croce.
14) Costante visione di Dio che opera nella storia; Invito costante ad accettare sempre la sua volontà .
15) Inserimento dei neocatecumeni della parrocchia.
16) Rifiuto totale del metodo storico-critico eterodosso sull’interpretazione delle Sacre Scritture.
17) Iniziazione alla preghiera del Breviario e del Rosario (purtroppo fatta dopo almeno 6-7 anni di Cammino)
18 ) Preghiera silenziosa
19) Intuizione profonda della fede vissuta in piccole comunità
20) Devozione speciale alla Vergine Maria.
21) Rigetto incalzante e feroce contro il pelagianesimo.
22) Riavvicinamento al sacramento della penitenza da parta di “cattolici….adulti J”
23) Costante richiamo dei 4 Novissimi.
24) Riscoperta (purtroppo si tratta di riscoperta dato che gran parte delle persone non ne hanno mai sentito parlare) della figura di satana.
25) Educazione graduale ad un corretto rapporto con il denaro alla luce del Vangelo.
26) Presenza massiccia di Giovani e adolescenti.
27) Invito al digiuno e all’elemosina.
28 ) Umiltà e santità (vera e propria!) di alcuni membri.

Ecco, questo è (quasi) tutto. Il cammino verso il pieno inserimento nella Chiesa è lungo e sarà molto faticoso se i “boss” non si mettono la testa a posto. Constato però (nella mia zona si intende) che in confronto a certi gruppi e associazioni moderne (soprattutto giovanili) che sono nate negli ultimi tempi all’interno delle parrocchie, il *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* potrebbe considerarsi quasi come il “male minore”. Ciò non toglie che ci siano degli abusi e degli errori gravi che spero siano corretti al più presto possibile.


L'ultima modifica di elfo il Sabato 12 Gennaio 2008, 16:29, modificato 1 volta
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 15:34    Oggetto: Rispondi citando

sarebbe da discutere su i pro e i contro (molti cose inserite sui pro per me sono difetti e viceversa)...e poi non ci sono argomentazioni
Top
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 15:46    Oggetto: Rispondi citando

Ribadisco a scanso di equivoci che quel testo non l'ho scritto io, ma mi sembra un punto di vista abbastanza equilibrato, se pur (e lo dice l'autore stesso) discutibile.
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 15:50    Oggetto: Rispondi citando

elfo ha scritto:
Ribadisco a scanso di equivoci che quel testo non l'ho scritto io, ma mi sembra un punto di vista abbastanza equilibrato, se pur (e lo dice l'autore stesso) discutibile.


certamente...non lo mettevo in dubbio nel mio intevento precedente
Top
militeGhejardo





Registrato: 14/11/07 11:17
Messaggi: 240

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 20:01    Oggetto: Rispondi citando

Alcune lette (no letto molto a riguardo), alcune sentite e racconate (ho amici neocat e ho avuto anche una ragazza neocat che mi raccontava).

Partecipare non si puo se non sei dentro la comunita pero una preparazione delle letture l'ho fatta e devo dire che non mi è dispiaciuta come esperienza, ma fosse solo questo...
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 34
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 21:16    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ribadisco a scanso di equivoci che quel testo non l'ho scritto io

ci dai la citazione della tua fonte?

Citazione:
alcune sentite e racconate

quindi un discorso per interposta persona.
Citazione:
Partecipare non si puo se non sei dentro la comunita

essendo già nella grande comunità della chiesa, non ho avuto di questi problemi, quando ho partecipato.
Top
sponsor
sponsor
Beatrix



Età: 37
Segno zodiacale: Cancro
Registrato: 10/10/07 14:57
Messaggi: 127

MessaggioInviato: Sabato 12 Gennaio 2008, 22:50    Oggetto: Rispondi citando

Vi riporto un documento ufficiale, ma capisco che chi non ha mai avuto esperienze nè dirette nè indirette col cammino, possa trovare un po' strane queste indicazioni.
Personalmente conosco diverse persone e non sono tanto i racconti quanto il modo di pensare che ti porta a riflettere...


Lettera della Congregazione per il Culto Divino al Cammino Neocatecumenale


CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 1° gennaio 2006 .-Lettera che il Cardinale Francis Arinze, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, ha indirizzato agli iniziatori e ai responsabili del Cammino Neocatecumenale.



* * *



Dalla Città del Vaticano, 1 dicembre 2005


Egregi Signor Kiko Argüello,
Sig.na Carmen Hernandez
e Rev.do Padre Mario Pezzi,

a seguito dei dialoghi intercorsi con questa Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti circa la celebrazione della Santissima Eucaristia nelle comunità del Cammino Neocatecumenale, in linea con gli orientamenti emersi nell’incontro con Voi dell’11 novembre c.a., sono a comunicarVi le decisioni del Santo Padre.

Nella celebrazione della Santa Messa, il Cammino Neocatecumenale accetterà e seguirà i libri liturgici approvati dalla Chiesa, senza omettere né aggiungere nulla. Inoltre, circa alcuni elementi si sottolineano le indicazioni e precisazioni che seguono:

1. La Domenica è il “Dies Domini”, come ha voluto illustrare il Servo di Dio, il Papa Giovanni Paolo II, nella Lettera Apostolica sul Giorno del Signore. Perciò il Cammino Neocatecumenale deve entrare in dialogo con il Vescovo diocesano affinché traspaia anche nel contesto delle celebrazioni liturgiche la testimonianza dell’inserimento nella parrocchia delle comunità del Cammino Neocatecumenale. Almeno una domenica al mese le comunità del Cammino Neocatecumenale devono perciò partecipare alla Santa Messa della comunità parrocchiale.

2. Circa le eventuali monizioni previe alle letture, devono essere brevi. Occorre inoltre attenersi a quanto disposto dall’ “Institutio Generalis Missalis Romani” (numeri. 105 e 128) e ai Praenotanda dell’”Ordo Lectionum Missae” (numeri. 15, 19, 38, 42).

3. L’omelia, per la sua importanza e natura, è riservata al sacerdote o al diacono (cfr. C.I.C., can. 767 § 1). Quanto ad interventi occasionali di testimonianza da parte dei fedeli laici, valgono gli spazi e i modi indicati nell’Istruzione Interdicasteriale “Ecclesiae de Mysterio”, approvata “in forma specifica” dal Papa Giovanni Paolo II e pubblicata il 15 agosto 1997. In tale documento, all’art. 3, §§ 2 e 3, si legge:

§ 2 - “È lecita la proposta di una breve didascalia per favorire la maggior comprensione della liturgia che viene celebrata e anche, eccezionalmente, qualche eventuale testimonianza sempre adeguata alle norme liturgiche e offerta in occasione di liturgie eucaristiche celebrate in particolari giornate (giornata del seminario o del malato, ecc.) se ritenuta oggettivamente conveniente, come illustrativa dell’omelia regolarmente pronunciata dal sacerdote celebrante. Queste didascalie e testimonianze non devono assumere caratteristiche tali da poter essere confuse con l’omelia”.

§3 - “La possibilità del ‘dialogo’ nell’omelia (cfr. Directorium de Missis cum Pueris, n. 4Cool può essere, talvolta, prudentemente usata dal ministro celebrante come mezzo espositivo, con il quale non si delega ad altri il dovere della predicazione”.

Si tenga inoltre attentamente conto di quanto esposto nell’Istruzione “Redemptionis Sacramentum”, al n. 74.

4. Sullo scambio della pace, si concede che il Cammino Neocatecumenale possa usufruire dell’indulto già concesso, fino ad ulteriore disposizione.

5. Sul modo di ricevere la Santa Comunione, si dà al Cammino Neocatecumenale un tempo di transizione (non più di due anni) per passare dal modo invalso nelle sue comunità di ricevere la Santa Comunione (seduti, uso di una mensa addobbata posta al centro della chiesa invece dell’altare dedicato in presbiterio) al modo normale per tutta la Chiesa di ricevere la Santa Comunione. Ciò significa che il Cammino Neocatecumenale deve camminare verso il modo previsto nei libri liturgici per la distribuzione del Corpo e del Sangue di Cristo.

6. Il Cammino Neocatecumenale deve utilizzare anche le altre Preghiere eucaristiche contenute nel messale, e non solo la Preghiera eucaristica II.

In breve, il Cammino Neocatecumenale, nella celebrazione della Santa Messa, segua i libri liturgici approvati, avendo tuttavia presente quanto esposto sopra ai numeri 1, 2, 3, 4, 5 e 6.

Riconoscente al Signore per i frutti di bene elargiti alla Chiesa mediante le molteplici attività del Cammino Neocatecumenale, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

+ Francis Card. Arinze
Prefetto
Congregatio de Cultu Divino et Disciplina Sacramentorum
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Lunedì 14 Gennaio 2008, 09:41    Oggetto: Rispondi citando

Mah...viene difficile qui ed ora poter comprendere bene lo stato delle cose, tuttavia la cosa che più mi colpisce è l'atteggiamento della Chiesa che tende ad assorbire il Cammino togliendogli alcune peculiarità proprie, cioè snaturandolo. E qui siamo alle solite: una Chiesa che si erge a giudice dei buoni e dei cattivi, trascurando il fatto che esistono sentieri diversi per arrivare alla meta e non è vero che per tutti il sentiero deve essere uno e uno soltanto, cioè quello indicato dalla Chiesa Cattolica.
Top
Beatrix



Età: 37
Segno zodiacale: Cancro
Registrato: 10/10/07 14:57
Messaggi: 127

MessaggioInviato: Lunedì 14 Gennaio 2008, 17:48    Oggetto: Rispondi citando

uomodelbosco ha scritto:
Mah...viene difficile qui ed ora poter comprendere bene lo stato delle cose, tuttavia la cosa che più mi colpisce è l'atteggiamento della Chiesa che tende ad assorbire il Cammino togliendogli alcune peculiarità proprie, cioè snaturandolo. E qui siamo alle solite: una Chiesa che si erge a giudice dei buoni e dei cattivi, trascurando il fatto che esistono sentieri diversi per arrivare alla meta e non è vero che per tutti il sentiero deve essere uno e uno soltanto, cioè quello indicato dalla Chiesa Cattolica.


I neocatecumenali dicono di essere Cattolici, quindi mi pare il minimo che la Chiesa di Roma esprima un suo giudizio sul cammino, soprattutto se chi lo gestisce, più che chi vi aderisce in buona fede, lo ritenga il migliore e decida di fare un po' come gli pare.
Vorrei ricordare una delle regole che hanno reso S.Francesco quel gran Santo che noi tutti veneriamo e non uno dei tanti eretici a lui contemporanei, l'obbedienza al Papa, e a chi mi dice che faceva comodo alla Chiesa, rimando l'articolo 7 della legge scout.
Top
frageorges





Registrato: 08/12/05 12:23
Messaggi: 138

MessaggioInviato: Lunedì 14 Gennaio 2008, 20:51    Oggetto: Rispondi citando

Volevo dire di non fare di tutta l'erba un fascio...

Nella mia parrocchia di origine ci sono delle comunità neocatecumenali e mi hanno sempre invitato (anche prima che fossi frate) alle loro celebrazioni. In realtà ho partecipato solo a un paio di veglie pasquali e a qualche messa, ma loro sono sempre stati molto accoglienti.
Collaborano molto con la parrocchia, anche se i parroci che si sono avvicendati non sono mai stati molto simpatizzanti: almeno l'80% sei ministri dell'eucaristia viene dalle comunità neocatecumenali. Si prestano a collaborare con la parrocchia per i momenti importanti dell'anno e cercano di essere presenti nelle occasioni speciali. Tutto questo pur rimanendo fedeli al loro cammino che è molto impegnativo non sono a livello personale, ma proprio a livello di tempi.

Poi vorrei dire: sono una realtà appena nata e con una forte carica carismatica, è logico che ci vorrà un po' di tempo prima di trovare tutti gli equilibri necessari e in questo mi pare che i papi li stiano aiutando.
Top
cicala_saccente



Età: 31
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 10/07/07 12:16
Messaggi: 17
Residenza: Prov. Teramo

MessaggioInviato: Giovedì 17 Gennaio 2008, 19:19    Oggetto: Rispondi citando

Visto dall'esterno, di primo acchitto il cammino neocatecumenale sembrerebbe essere la risposta alle esigenze sopratutto di molti adulti che ricercano una strada da percorrere per vivere in modo costruttivo e concreto la propria fede. A sentirne parlare si potrebbe pensare sia un sogno divenuto realtà... famiglie che condividono esperienze importanti della propria vita, che pregano insieme e in poche parole fanno trasparire all'esterno le due fondamentali caratteristiche che differenziavano le prime comunità cristiane: l'amore reciproco e la felicità, la gioia di essere cristiani.
Nulla da ridire fin qui...
Purtroppo esperienze passate hanno contribuito a cambiare il mio modo di vedere questa realtà. Ricordo per esempio alcuni incontri diocesani (in preparazione alla GMG di Colonia credo) nei quali si creava questa sorta di competizione tra "noi" (scout, ac, gifra, giovani che non facevano parte di nessuna associazione ecc.) e loro: nei canti, nell'animazione della Messa, nelle testimonianze putroppo non si è mai riusciti a vivere un clima davvero fraterno, di comunione.
Spero davvero che piano piano questo cammino da "chiesa parallela" trovi l'umiltà e il coraggio, dove non l'ha già fatto, di aprirsi alle parrocchie e che scopra che è bello essere Chiesa con chi fa un cammino diverso da quello neocatecumenale: possono dare tanto alla Chiesa, la quale ha comunque tanto da donar loro.
Top
Scoiattolo_Pertinente



Età: 28
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 23/01/08 14:39
Messaggi: 4
Residenza: Napoli

MessaggioInviato: Mercoledì 23 Gennaio 2008, 22:01    Oggetto: Rispondi citando

Allora... se posso dire la mia... ormai non siamo più una famiglia praticamente ma fino a 10 anni fa i miei genitori facevano parte di una comunità neocatecumenale... ero piccola allora e non posso ricordare ma mi è stato raccontato molte volte da loro di come andavano le cose lì dentro... e quello che ogni volta mi viene detto come premessa è che i fondamenti e i sentimenti di questo cammino sono giusti ma l'atteggiamento di molte persone che ne fanno parte è invece sbagliato.

Hanno assistito a giochi di potere assurdi e anche di soldi... sempre sottoposti ad un giudizio rigido, severo ed ipocrita. Ancora oggi vengono criticati aspramente per aver abbandonato il cammino per poi trovarsi vecchie facce dai sorrisi falsi ogni volta.

In più la comunità ha fatto terra bruciata intorno alla parrocchia... o sei della comunità o sei fuori... nonostante il forte impegno dei preti a favorire altre associazioni come AC o Scout nulla è riuscito ad affiancare la comunità.

E ultimo ma non meno importante nei tre anni di scuola media ho assistito al condizionamento totale e alla sottomissione completa di una mia amica entrata in comunità in 2° media a seguito dei genitori... fino ad arrivare al punto che dopo una nottata sveglie, un pigiama party di sabato sera, lei è stata obbligata ad alzarsi presto e ad andare a messa la domenica... e sinceramente mi sembra che usare il termine "esagerazione" sia un eufemismo.

Naturalmente quello che ho scritto non ha intenzione di offendere nessuno e potrebbe darsi che sia la gente della mia parrocchia ad essere pessima e perfida.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org