Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


SPE SALVI

 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro
Autore Messaggio
porcellinopacifico



Età: 59
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sabato 01 Dicembre 2007, 13:28    Oggetto: SPE SALVI Rispondi citando

Mi piacerebbe che leggeste l'ultima enciclica del Papa
http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/encyclicals/documents/hf_ben-xvi_enc_20071130_spe-salvi_it.html
alla cui lettura mi sto dedicando con un notevole interesse.
Top
sponsor
sponsor
Lucipsilon



Età: 31
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 09/05/08 00:17
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Venerdì 09 Mag 2008, 00:49    Oggetto: Rispondi citando

Ciao!!!
L'ho letta qualche mese fa...e penso sia uno strumento molto interessante. Credo che il papa abbia toccato molti nodi "scomodi" di cui avevamo bisogno di sentire parlare...e' bello e articolato il discorso che fa della speranza nel corso della storia... e' straordinario pensare come come questa parola stia alla base di tutto cio' che facciamo, anche non solo in ambito spirituale...Quando parliamo con un amico che non ci ascolta,che fa qualcosa per noi di sbagliato,noi ci approcciamo sempre a lui, o almeno dovremmo,con la speranza innanzitutto che ci ascolti, e poi che si avverino magari un giorno i sogni che abbiamo su di lui. La speranza sembra il motore di ogni azione...Spero di non aver banalizzato troppo, o di non aver al contrario reso il discorso troppo contorto.
Mi e' piaciuta molto anche la parte dedicata al ruolo della preghiera.
Se hai qualche tema a riguardo di cui vuoi parlare io lo faccio volentieri,mi ha interessato molto come lettura e mi ha toccato nel personale...penso ne possa uscire una bella condivisione
Ciaoooo
Lucia
Top
porcellinopacifico



Età: 59
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Domenica 11 Mag 2008, 22:10    Oggetto: Rispondi citando

ti tingrazio, Lucipsilon, per aver ripreso uno spunto che mi sembrava interessante.
E' per me difficile indicare un punto particolare, più di qualche altro.
L'enciclica nel suo complesso mi sembra molto attuale e interessante.
Trovo l'impostazione del discorso sulla speranza come essenziale anche da un punto di vista strettamente umano, non solo spirituale, affascinante.
Per questo mesi fa ne avevo proposto la lettura sul forum.
Mi rendo conto che a molti può sembrare un'opera impegnativa e difficlle.
Non sono cattolico, e non mi ritrovo in tutto quello che il papa ha scritto, ma devo sinceramente ammettere che il tema di fondo, così come quello della preghiera da te citato, e, almeno parzialmente, quello dell'accetazione della sofferenza in com-passione e per con-solazione, mi hanno colpito molto, e mi hanno interpellato nel profondo.
Forse se qualcuno, magari tu Lucipsilon e anche altri, se la sente potremmo provare una "lettura corale", un punto alla volta tanto per avvicinare anche chi la vede come difficile.
BENEDETTO XVI ha scritto:
1. « SPE SALVI facti sumus » – nella speranza siamo stati salvati, dice san Paolo ai Romani e anche a noi (Rm 8,24). La « redenzione », la salvezza, secondo la fede cristiana, non è un semplice dato di fatto. La redenzione ci è offerta nel senso che ci è stata donata la speranza, una speranza affidabile, in virtù della quale noi possiamo affrontare il nostro presente: il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino. Ora, si impone immediatamente la domanda: ma di che genere è mai questa speranza per poter giustificare l'affermazione secondo cui a partire da essa, e semplicemente perché essa c'è, noi siamo redenti? E di quale tipo di certezza si tratta?
Già da questo punto introduttivo, il modo di affrontare l'argomento, che parte dal testo di S. Paolo e subito lo avvicina alla nostra quotidianità, mi aveva interessato e spinto a leggere il resto.
La speranza come stimolo ad andare avanti, nel cammino della vita, come nella quotidianità, come aspetto fondamentale della nostra umanità. Se non speriamo niente, non facciamo niente: se non credessi che qualcuno mi legge, neanche scriverei.
E' solo l'inizio, più si va avanti più si fa interessante.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org