Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Telefonino
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
Veleno



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Lunedì 17 Settembre 2007, 09:47    Oggetto: Telefonino Rispondi citando

Il tema del cellulare (lungamente dibattuto in esploratori e guide) vorrei riproporlo ai capi in un'ottica diversa.
Ieri durante un corso per capigruppo durante una sessione è stato presentato sotto una luce che mi ha molto colpito e che vorrei approfondire. Classica famiglia, magari un po' troppo apprensiva...il bambino già da piccolo riceve il cellulare (da lupetto...o prima ancora). Appena aumentano i suoi legami con il mondo esterno (extrafamiliari) il telefonino diventa il mezzo con cui si trasmettono milioni di sms inutili, squilli, ecc....Non è uno strumento di comunicazione ma un mezzo per dire agli altri "io ci sono", "mi ricordo di te" e per sentirsi ugualmente accettato e amato dagli altri. Da puro strumento per comunicare informazioni diventa un mezzo per trasmettere emozioni, dall'uso normale si passa ad un uso compulsivo.
Non avevo mai pensato al cellulare in questi termini...mi domando in attività un lupetto o esploratore con queste caratteristiche....come lo si tratta?
Meglio ancora....una volta riconosciuta la situazione, l'insicurezza del bambino coperta attraverso il contatto costante con gli amici tramite il cellulare vedo chiaramente la via con cui il capo può cercare di far nascere legami forti tra il bambino ed il resto della branca, aumentare la sua autosmita e fiducia e via via allontanare questa "coperta di Linus". La domanda che mi pongo è....sapremo riconoscere queste situazioni? Quando guardo un lupetto con il cellulare vedo un bambino che gioca e l'istinto in attività è di rimuovere brutalmente il "giocattolo" senza tante preoccupazioni! Confused Embarassed
Top
sponsor
sponsor
Cavallo_audace



Età: 34
Segno zodiacale: Leone
Registrato: 11/07/07 12:21
Messaggi: 22
Residenza: Padova 1 - FSE

MessaggioInviato: Lunedì 17 Settembre 2007, 19:53    Oggetto: Rispondi citando

quando vedo un lupetto con il telefonino vedo un qualcosa di sbagliato! diciamo che parto dall'altro punto di vista: stimao dando al bambino un modo di fuggire al vero confronto nascondendosi dietro una semplificazione del linguaggio.

Quante volte parlando/sentendo i ragazzi vedo persone che appena si conoscono che per messaggi sono gli amici migliori del mondo e quando si vedono fanno fatica a salutarsi; per paura del giudizio? perchè non sono più abituati/non sono stati abituati ad avere un rapporto, a mio dire, sano con le altre persone?

Magari invece di toglierlo brutalmente potremmo pensare a mettere il tarlo del dubbio nelle loro testoline...

e in direzione (staff) come vi comportate? si dice che l'esempio sia la prima fonte di educazione ma come spesso capita vedo proprio il contrario con capi sempre attaccati al cellulare
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Martedì 18 Settembre 2007, 14:13    Oggetto: Rispondi citando

Una mia lupetta (cucciola) alla sua prima caccia ci ha chiesto di poter chiamare casa.

Gliel'abbiamo fatto usare e dopo la chiamata l'abbiamo tenuto noi.

Quando abbiamo rivisto la mamma, a quattr'occhi le abbiamo ricordato le parole che abbiamo usato alla riunione dei "nuovi" genitori ("il cellulare non si porta").

Con l'ok, avevamo inteso che la signora avesse capito.

Se, magari.

Seconda uscita: pronta la lupetta - notare il cambio - , prima di dormire: "posso?" "non ti preoccupare, ci pensiamo noi". Abbiamo realizzato che chiamava per far star tranquilla la mamma, non per lei (anzi).
Risultato? il giorno seguente la madre era incavolata e spaventata (ma non era venuta prima pensando fosse successo qualcosa, vorrei sottolinearlo). Dopo aver speso 47 minuti (contati, giuro), la madre è rimasta impietrita di fronte alla mia (mia perchè gli altri 4 della staff si sono stufati e hanno sistemato altre cose) caparbietà -eh, eh- nel restare fermo sulla posizione del "non si porta il cellulare".

Gran finale? partenza vdb: madre che saluta e io "spero non abbia il cellulare". "No, no!".
1° ispezione, cell che salta fuori. Lupetta salva, madre morta.
Top
Veleno



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Martedì 18 Settembre 2007, 15:28    Oggetto: Rispondi citando

I genitori....che razza meravigliosa! Very Happy


Seriamente però questa mania del cellulare dato sempre prima potrà diventare un problema! Quelli della mia generazione hanno avuto il cellulare sempre in tasca dai 20 anni in avanti, i ragazzi in età da reparto oggi lo portano già da qualche anno...penso che la soglia sia ancora in branco dove ai cuccioli viene dato in situazioni particolari tipo appunto gli scout (che poi si perdono o stanno male!) mentre già nel terzo/quarto anno girano con il loro numero! Quando incontreremo le generazioni che hanno un telefono "loro" dai 5 anni.....non sarà più una passeggiata staccarli da quei cosi!!
Top
tuitt



Età: 42
Segno zodiacale: Cancro
Registrato: 21/06/06 12:37
Messaggi: 281
Residenza: Canobbio (Lugano - Svizzera)

MessaggioInviato: Giovedì 20 Settembre 2007, 07:42    Oggetto: Rispondi citando

Mi risulta che esista un apparecchio che emette onde radio atte a disturbare e impedire l'utilizzo dei telefonini...
Credo lo usino alle riunione imporattni per evitare che attraverso microspie e microfoni radio nascosti qualcuno da "fuori" senta.... potrebbe essere una soluzione!

Non possiamo impedire che li portano (io l'ispezione anale non la faccio!!) ma magari possiamo impedire che li usino...

Ok, credo che l'apparecchio sia un pio' illegale, ma mi informo...;))
Top
Veleno



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Giovedì 20 Settembre 2007, 08:35    Oggetto: Rispondi citando

carina l'idea però personalmente non mi interessa che non lo usino mi interessa che riescano a non dipendere da un oggetto ma imparino ad usarlo e gestirlo nei tempi e modi migliori. Si potrebbe fare un discorso simile per la tv....non voglio accompagnare uomini e donne alla partenza che si rifiutano di guardare la tv (eccesso che trovo stupido) ma che sappiano farne un uso corretto e limitato cercando tv di qualità e non digerendo tutto passivamente!
Top
tuitt



Età: 42
Segno zodiacale: Cancro
Registrato: 21/06/06 12:37
Messaggi: 281
Residenza: Canobbio (Lugano - Svizzera)

MessaggioInviato: Venerdì 21 Settembre 2007, 07:37    Oggetto: Rispondi citando

Esatto. il telefonino, così come la TV, Internet stesso, è un mezzo ceh abbiamo a disposizione. sta a noi scegliere come/se/quando utilizzarlo!

Certo è che educare degli adolescenti ( o i loro genitori) ad utilizzare questi strumenti non è evidente... tra l'altro sembra che il buon esempio non funziona (personalmente, nonsitante sia capo reparto, surante il campo il telefonino non compare mai... e me ne vanto pure... ma i ragazzi sembrano non capire... va bè, io sono stato drastico, se lo vedo lo sequestro, ma non mi piace...
Top
Veleno



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Domenica 23 Settembre 2007, 14:15    Oggetto: Rispondi citando

In questo articolo si parla proprio di questo...ecco alcuni stralci interessanti...

Citazione:
Bambini sempre più soli, che si nascondono dietro le cuffie dell’Ipod o il cellulare per colmare l’assenza dei genitori. Mentre gli adulti si allontanano sempre di più dai loro figli trovando in videogiochi, Ipod e pc una “giustificazione” al sempre minor tempo che dedicano loro, il cellulare diventa la “coperta di Linus” delle nuove generazioni, che permette di intensificare le relazioni a distanza con gli amici e sottrarsi al controllo degli adulti. Al tempo stesso, è proprio il cellulare ad assolvere la funzione di “controllo parentale”, visto che offre ai genitori la possibilità di rintracciare sempre i figli.

Secondo i dati del Rapporto, ben l’84% degli studenti tra gli 8 e i 15 anni ne possiede uno tutto suo, basti pensare che il primo telefonino arriva già all’età di 9/10 anni per ben la metà degli intervistati. I piccoli consumatori lo usano soprattutto per essere sempre rintracciabili dai genitori (46,6%), per comunicare cose utili (25,8%) o per essere sempre in contatto con gli amici (21,1%).

Lo portano sempre addosso, soprattutto in tasca (76,6%), ma ritengono opportuno tenerlo spento a scuola (71%) o in chiesa (68%), perché potrebbe disturbare o semplicemente per rispetto (57%). Scelgono il cellulare sulla base dell’ultimo modello uscito sul mercato o quello visto nelle pubblicità oppure quello posseduto dall’amico (42,7%) e spendono mensilmente non più di 10 euro (51,9%), superando difficilmente i 20 euro (il 10,1% spende tra i 20 e i 30 euro).

In generale, i ragazzi quanto usano i messaggini per comunicare? Il 39,2% di loro invia da 1 a 3 SMS al giorno, il 25% da 4 a 10.

“Il quadro che emerge dall’indagine, che è la prima di questa ampiezza in Italia, - dichiara Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino - è a tinte contrastanti: da una parte ci tranquillizza sull’uso che i nostri ragazzi fanno del cellulare, dall’altro evidenzia una sempre più crescente “solitudine” dei bambini, che vengono dotati da genitori di cellulare, Ipod, videogiochi, senza che si guardi all’uso che ne fanno. Gli adulti si liberano sempre più dei bambini e li consolano di disattenzione consegnando loro la nuova “coperta di Linus”, il cellulare. I ragazzi si chiudono dietro le cuffie dell’IPOD e del cellulare isolandosi da chi gli sta attorno e proiettandosi in un mondo spesso irreale. Dobbiamo recuperare la dimensione della presenza fisica e genitori, dei nonni, dei fratelli, senza demonizzare le nuove tecnologie ma anche senza usare queste per lavarci la coscienza”.
Top
jumpjack





Registrato: 19/03/07 18:00
Messaggi: 197

MessaggioInviato: Lunedì 24 Settembre 2007, 09:19    Oggetto: Rispondi citando

secondo me il problema piu' grosso nel dare un cellulare a un minore di 12 anni è la possibilità che gli si da di comunicare con CHIUNQUE! Shocked Niente di piu' facile che "carpire" il numero di cellulare a un bambino... e tempo fa dissero al TG che dei "simpatici signori" usavano adescare bambini (anzi, ragazzinE) tramite SMS, promettendo ricariche telefoniche in cambio di certe "prestazioni" in discoteca!! Shocked
Allo stesso modo potrebbero richiedere foto "particolari" o altro! Shocked
Insomma, se un bambino è nell'eta' in cui non deve parlare con gli sconosciuti, non deve neanche avere un cellulare. Punto.
Top
sponsor
sponsor
briuga



Età: 36
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 03/10/06 10:48
Messaggi: 114
Residenza: Udine

MessaggioInviato: Sabato 29 Settembre 2007, 09:07    Oggetto: Rispondi citando

credo che questa del cellulare, al giorno d'oggi, sia una problematica non da poco...soprattutto per l'espansione che ha avuto in pochissimo tempo.
ricordo ancora che il mio primo cellulare me lo regalò il nonno perchè avevo passato bene gli esami delle medie (e dico medie)...e ricordo anche di averlo tenuto nella scatola fino alla seconda superiore, purtroppo ho dimenticato il motivo ma credo che fosse perchè non ero interessata: ci credete, nonno ottantenne interessato ai cell Laughing e nipote adolescente che se ne frega...hihihi Very Happy

comunque da quel giorno il cellulare è diventato una parte del mio modo di comunicare...ovvio se posso non l'unico, ma spesso un sms da parte di certe persone è moooolto gradito.

per quanto riguarda questo strambo oggetto nella realtà scout...ecco qui iniziano i dolori...e parlo anche di me come capo.
solo in queste occasioni mi rendo conto di quanto posso essere "attaccata" al cellulare...ma vedo che riesco e posso staccarmi da lui...e noto con piacere che anche i ragazzi del mio clan sono in grado di farlo...

loro si, ma spesso i genitori no...io ho 23 anni e ancora se tardo di mezz'ora ho la mamma che chiama e se non rispondo subito non so cosa potrebbe pensare...insomma madre iperprotettiva...e col passare del tempo ne vedo sempre sempre di più...il che non è per nulla bello perchè madri così alleveranno figli "mammoni" che non intendono lasciare il nido e a cui piace rimanere bambini...

il cellulare sta divendando si un mezzo giovane per essere in contatto con gli amici, ma è anche un filo quasi insolubile con la famiglia....!!!!
per quello durante le attività, qualsiasi attività, consigliamo di spegnerlo...con la fiducia che i ragazzi capiscano che ci sono momenti in cui l'uso del telefonino non c'entra ed è furoi luogo
Top
Mila



Età: 38
Segno zodiacale: Cancro
Registrato: 24/09/07 23:20
Messaggi: 2
Residenza: Bevagna (PG)

MessaggioInviato: Giovedì 08 Mag 2008, 01:53    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
Una mia lupetta (cucciola) alla sua prima caccia ci ha chiesto di poter chiamare casa.

Gliel'abbiamo fatto usare e dopo la chiamata l'abbiamo tenuto noi.

Quando abbiamo rivisto la mamma, a quattr'occhi le abbiamo ricordato le parole che abbiamo usato alla riunione dei "nuovi" genitori ("il cellulare non si porta").

Con l'ok, avevamo inteso che la signora avesse capito.

Se, magari.

Seconda uscita: pronta la lupetta - notare il cambio - , prima di dormire: "posso?" "non ti preoccupare, ci pensiamo noi". Abbiamo realizzato che chiamava per far star tranquilla la mamma, non per lei (anzi).
Risultato? il giorno seguente la madre era incavolata e spaventata (ma non era venuta prima pensando fosse successo qualcosa, vorrei sottolinearlo). Dopo aver speso 47 minuti (contati, giuro), la madre è rimasta impietrita di fronte alla mia (mia perchè gli altri 4 della staff si sono stufati e hanno sistemato altre cose) caparbietà -eh, eh- nel restare fermo sulla posizione del "non si porta il cellulare".

Gran finale? partenza vdb: madre che saluta e io "spero non abbia il cellulare". "No, no!".
1° ispezione, cell che salta fuori. Lupetta salva, madre morta.



Quando fanno così li "strozzerei" i genitori...capisco che possano essere in pensiero, ma possibile che non si rendano conto che fanno più male che bene ai figli?!? Confused
Parecchie volte ci è capitato di discutere con loro su questo aspetto...
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Giovedì 08 Mag 2008, 10:19    Oggetto: Rispondi citando

Il telefonino in attività non è l'oggetto del contendere, ma la sua manifestazione palese.
L'oggetto sono i genitori e i ragazzi e cosa si aspettando dall'attività. Se si aspettano qualche ora di semplice svago il telefonino fa parte naturale della cosa.
Top
Aquila Randagia





Registrato: 08/12/07 01:34
Messaggi: 333

MessaggioInviato: Lunedì 12 Mag 2008, 22:47    Oggetto: Rispondi citando

penso che il telefonino e gli squilli siano indice di una grande insicurezza, infatti se si devono affidare a simili mezzucci per far ricordare a altri la propia esistenza non si ha una grande stima di se stessi.
Gli squilli si fanno a gli amici più stretti, se sono amici stretti non hai bisogno di fare squilli perchè sano che esisti e se ne ricordano perchè gli manchi.
è un controsenso.
Top
*alice



Età: 35
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 18/02/08 22:52
Messaggi: 21
Residenza: Mestre

MessaggioInviato: Mercoledì 14 Mag 2008, 20:44    Oggetto: Rispondi citando

è capitao di discutere più di una volta di questo argomento, anche qualcuno dei miei lupetti porta il cellulare ad attività...a questa età spesso sono i genitori a dare il permesso, quindi noi possiamo dire la nostra, ma chissà se vengono veramente capiti i motivi per cui preferiamo che i bambini non portino il telefonino ad attività o alle VdB...
ormai è un oggetto usato da tutti, e più che vietarlo e basta io sarei per "educare ad un uso responsabile"...forse in questo modo riusciremo a far capire che non è necessario rimanere attaccati agli sms per tutto il giorno...
Top
Bagheera Rn6





Registrato: 15/10/07 19:03
Messaggi: 5
Residenza: Rimini

MessaggioInviato: Domenica 18 Mag 2008, 02:00    Oggetto: Rispondi citando

Vediamo, in branco da noi il cellulare per fortuna non esiste.
L'unica madre apprensiva che c'è è una ex guida del 15/18, piu o meno...
Ma nonostante la campana di vetro sotto la quale tiene suo figlio, è ancora
abbastanza intelligente da capire la situazione.
Per le altre siamo molto fortunati. Sono tutte abbastanza intelligenti da capire
il vero significato dell'essenzialità (e di questo vado molto fiero).
So però di gruppi, addirittura di reparti, che concedono il "quarto d'ora cellulare",
pratica che (a mio parere) rende la cosa veramente ridicola, per una quindicina
di minuti vedi i tuoi ragazzi che girano con i cellulari... pale
Veramente scioccante, nonchè totalmente privo di stile e di essenzialità...
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org