Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Benzina meno cara

 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Off Topic
Autore Messaggio
Orso Malinconico



Età: 37
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 11/11/06 16:25
Messaggi: 29

MessaggioInviato: Mercoledì 27 Giugno 2007, 14:00    Oggetto: Benzina meno cara Rispondi citando

INOLTRATELA A TUTTI I VOSTRI CONTATTI!

Dal Blog di Beppe Grillo parte una iniziativa.

Provare non costa nulla.......

COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO!!!
Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli
amici.

Benzina a metà Prezzo....... Diamoci da fare...
Siamo venuti a sapere di un'azione comune per esercitare il nostro potere
nei confronti delle compagnie petrolifere.
Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.50 euro al litro.
UNITI possiamo far abbassare il prezzo muovendoci insieme, in modo
intelligente e solidale.
Ecco come:
La parola d'ordine è "colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci
da soli".
Posto che l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto
ridere le compagnie (sanno benissimo che, per noi, si tratta solo di un
pieno.. differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c'è un sistema che
invece li farà ridere pochissimo, purché si agisca in tanti.
I petrolieri e l'OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che
varia tra 0,95 e 1 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far
loro scoprire che un prezzo ragionevole anche per loro é circa la metà.
I consumatori possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende;
bisogna usare il potere che abbiamo.
La proposta è che, da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina
delle due più grosse compagnie,
SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una unica compagnia.

Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a CALARE I PREZZI.
Se queste due compagnie calano i prezzi, le ALTRE dovranno per forza
ADEGUARSI.

Per farcela, però dobbiamo essere milioni di non clienti di Esso e Shell, in
tutto il mondo.
Questo messaggio, proveniente dalla Francia, è stato inviato a una trentina
di persone;
se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo trasmette a...diciamo una
decina di amici, siamo a trecento.
Se questi fanno altrettanto, siamo a 3000, e così via.

Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato alla...settima
"generazione", avremo raggiunto e informato trenta milioni di consumatori!
Inviate dunque questo messaggio a dieci persone, chiedendo loro di fare
altrettanto.
Se tutti sono abbastanza veloci nell'agire, potremmo sensibilizzare circa
300 milioni di persone in otto giorni !
E' certo che, ad agire così, non abbiamo niente da perdere, non vi pare?
Vaffanculo per un po' ai bollini e i regali e le baggianate che ci
vincolano a queste compagnie.

Coraggio diamoci da fare
Top
sponsor
sponsor
gaze



Età: 37
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 28/07/06 14:22
Messaggi: 119
Residenza: Livorno

MessaggioInviato: Mercoledì 27 Giugno 2007, 15:40    Oggetto: Rispondi citando

Quello che più mi fa ridere di questa cosa.....è che visto che si tratta della benzina,di cui noi occidentali non possiamo fare a meno per i nostri (stupidi?Permettetemi di dirlo,a volte si) vizi, questa mail gira in maniera spavetosa!
A me è arrivata ben 5 volte (se non di più) e da persone differenti....
Ma nessuno si è mai preoccupato di far girare in questa maniera una mail del genere contro altre multinazioonali che interessano, tanto per fare un esempio, il campo della nutrizione....o dello sfruttamento minorile.....problemi ben maggiori,ma tanto a noi non ci toccano! Rolling Eyes


Scusate la polemica,forse ad alcuni sembrerà la solita roba detta e ridetta,ma sono parecchio sensibile a questi temi,e mi fa ridere vedere che si da così peso alla benzina, mentre si scarta con facilità l'idea di boicottare (anche) certi tipi di marche valendoci di varie scuse,sentite e risentite poi...

Se davvero si vuol risparmiare sulla benzina,perché non si inizia ad usarla di meno,solo quando se ne ha bisogno, nel vero senso del termine?? Wink
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 37
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Mercoledì 27 Giugno 2007, 21:05    Oggetto: Rispondi citando

la smettiamo di far circolare le notizie senza controllarle?

tratto da http://attivissimo.blogspot.com



Citazione:
Antibufala: come avere la benzina a metà prezzo

Il prezzo della benzina sale e fa riemergere gli appelli-bufala dal letargo: stavolta è il turno dell'"idea geniale" di boicottare Shell ed Esso per indurli a far scendere il prezzo alla pompa. Il testo che circola è grosso modo questo:

Citazione:
COME AVERE LA BENZINA A META' PREZZO

Siamo venuti a sapere di un'azione comune per esercitare il nostro potere nei confronti delle compagnie petrolifere.

Possiamo far abbassare il prezzo della benzina ai colossi del petrolio, senza dover rinunciare ad acquistare benzina!!! Anche se non hai la macchina, per favore fai circolare il messaggio agli amici. E' un'idea geniale!

Si sente dire che la benzina aumenterà ancora fino a 1.50 euro al litro.

Possiamo far abbassare il prezzo solo se ci muoviamo insieme, in modo intelligente e solidale.
Ecco come. Posto che l'idea di non comprare la benzina un determinato giorno ha fatto ridere le compagnie (sanno benissimo che, per noi, si tratta solo di un pieno.. differito, perché alla fine ne abbiamo bisogno!), c'è un sistema che invece li farà ridere pochissimo, purché si agisca in tanti.

La parola d'ordine è: colpire il portafoglio delle compagnie senza lederci da soli.

I petrolieri e l'OPEC ci hanno condizionati a credere che un prezzo che varia tra 0,95 e 1 euro al litro sia un buon prezzo, ma noi possiamo far loro scoprire che un prezzo ragionevole anche per loro é circa la metà.

I consumatori possono incidere moltissimo sulle politiche delle aziende.

Bisogna usare il potere che abbiamo.

La proposta è che, da qui alla fine dell'anno, non si compri più benzina delle due più grosse compagnie,SHELL e ESSO, che peraltro ormai formano una unica compagnia.

Se non venderanno più benzina, saranno obbligate a calare i prezzi.

Se queste due compagnie calano i prezzi, le altre dovranno per forza adeguarsi.

Per farcela, però dobbiamo essere milioni di clienti di Esso e Shell, in tutto il mondo.

Questo messaggio, proveniente dalla Francia, è stato inviato a una trentina di persone; se ciascuna di queste aderisce e a sua volta lo trasmette a...diciamo una decina di amici, siamo a trecento. Se questi fanno altrettanto, siamo a 3000, e così via.

Di questo passo, quando questo messaggio sarà arrivato alla... settima "generazione", avremo raggiunto e informato trenta milioni di consumatori!

Inviate dunque questo messaggio a dieci persone, chiedendo loro di fare altrettanto. Se tutti sono abbastanza veloci nell'agire, potremmo sensibilizzare circa 300 milioni di persone in otto giorni !

E' certo che, ad agire così, non abbiamo niente da perdere,non vi pare?

Coraggio diamoci da fare!

Purtroppo l'appello non è per niente "geniale" e neppure "intelligente", e chi lo diffonde ha qualcosa da perdere eccome: la faccia. Infatti l'appello dimentica un fatto fondamentale: il prezzo alla pompa è costituito in larghissima parte da tasse, accise e imposte. Per esempio, i dati dei Ministero delle Attività Produttive italiano indicano questa composizione dei prezzi medi della benzina senza piombo ad aprile 2006, espressi in euro per mille litri:

* Prezzo industriale: 505,41
* IVA: 213,88
* Accisa: 564,00
* Prezzo finale: 1283,29

IVA e accisa, insomma, costituiscono oltre il 60% del prezzo finale. Di conseguenza, un boicottaggio non potrebbe dimezzare il prezzo della benzina neppure se il petrolio diventasse gratuito e le raffinerie e i benzinai decidessero di vivere d'aria e lavorare per beneficenza.

Quest'appello è una versione ricarrozzata di una vecchia conoscenza, risalente al 2003 e descritta a suo tempo dal Servizio Antibufala in un'indagine apposita.

In realtà il modo per ridurre subito la spesa affrontata al distributore c'è, e non richiede catene di sant'Antonio o improbabili boicottaggi. Basta guidare un po' più piano e meno nervosamente, magari rispettando i limiti di velocità cittadini, visto che il ciclo urbano di continue brusche accelerazioni e brusche frenate è quello che fa schizzare verso l'alto i consumi. Si potrebbe anche smettere di comperare auto assurdamente avide di carburante come i SUV. Pensateci.
Top
stambeccosincero



Età: 66
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 03/03/07 13:05
Messaggi: 718
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Venerdì 29 Giugno 2007, 19:52    Oggetto: benzina meno cara Rispondi citando

quoto in tutto e per tutto rinoceronte caparbio.
Un esempio?? Subito!!!!!!

Io vivo a Roma, vado da sempre a lavoro con i mezzi pubblici (per un periodo ho dovuto prendere l'auto fino alla fermata della metropolitana), ho una vettura del 1988 (1988) con "soli" 150.000 (centocinquantamila) chilometri e munita di inpianto gpl.
Uso la vettura solo se devo raggiungere luoghi disagiati o se devo muovermi con tutta la famiglia.
E non venite a raccontarmi che a Roma i mezzi pubblici non funzionano.
Cominciate a lasciare a casa le auto che la mattina ingorgano il traffico circolando con una sola persona a bordo, che parcheggiano in doppia fila intralciando ulteriormente il traffico e tutto il resto e poi ne riparliamo.

USARE MENO BENZINA NON SI PU0': SI DEVE!!!
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org