Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Scouting oggi...
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
porcellinopacifico



Età: 62
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Venerdì 23 Novembre 2007, 09:04    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
...secondo me l'agesci li strumenti per poter fare questa possibilità li da.
...ecco vedi che concordiamo Very Happy tu parli di POSSIBILITA' e ti quoto al 100%: peccato che se sono cristiano e non cattolico non posso fare il capo scout in agesci per via della famosa C, mentre se non sfrutto questa "POSSIBILITA'" (lo scouting) allora il capo in agesci lo posso benissimo fare in barba alla G e alla S
lo scouting in un'associazione scout NON DEVE ESSERE UNA POSSIBILITA' è il perno centrale del metodo
Top
sponsor
sponsor
scoiattolo parsimonioso



Età: 40
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 11/05/07 07:26
Messaggi: 117

MessaggioInviato: Sabato 24 Novembre 2007, 00:18    Oggetto: Rispondi citando

Mi preme sottolineare come il problema della spiritualità che diviene il perno dello scouting è solo dell'AGESCI. Vivere in casa della Chiesa è chiaro che abbia provocato "piegare" il metodo alla fede. E molti di voi sanno quanto tenga io alla Chiesa ed alla religiosità...

Ci sono realtà minori in cui lo scouting c'è ed è bello vivo. Certo bisogna adeguarlo ai tempi che viviamo...

Aureliano, grande il link. Ottima la storia dei nodi...
Top
paciock87



Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 07/05/06 21:36
Messaggi: 1435
Residenza: Romano

MessaggioInviato: Lunedì 26 Novembre 2007, 15:32    Oggetto: Rispondi citando

Ma lo scouting è il perno centrale del metodo... C'è qualche gruppo che fa cose non-scouting oggi nei gruppi agesci? (per favore non elencate le cose scouting che non fanno, grazie)
Top
rikkitikkitavi





Registrato: 22/04/07 10:37
Messaggi: 220

MessaggioInviato: Lunedì 26 Novembre 2007, 17:28    Oggetto: Rispondi citando

ti posso dire quello che ho visto nel mio ex gruppo e nei gruppi vicini che conosco

-campo invernale di reparto: non se ne parla l'ultimo l'abbiamo fatto 5 anni fa
-campi estivi di reparto: massimo 10 giorni, ma una volte ne facevamo 15-20!!! seeeeee pazzi adesso mandiamo su qualche ex o qualche genitore a piantare il campo 2-3 giorni prima così guadagnamo tempo!!!
-riunioni durante l'anno: sempre in sede!! ma fuori all'aperto no eh?
-attività di clan: riunione! e che pizza co ste riunioni!! perlomeno in branco si gioca in clan si parla...e le uscite? bè 1-2 l'anno non di più i ragazzi hanno da studiare...e il servizio? eh no non si può...studiano tutti fuori
-autofinanziamento: vendiamo i calendari scout fatti dalla nuova fiordaliso...bè certo...e poi? mah organizzeremo una cena per i genitori e ci facciamo pagare la quota...

questi sono alcuni esempi ripeto di cose viste da me e in altri gruppi quindi non è una generalizzazione
e sono sicura che ci sono gruppi che lavorano bene che hanno ancora ben chiara la loro identità scout...però che all'interno di un movimento che parte da una stessa base (BP) i gruppi facciano un po' a modo loro mi fa riflettere
Top
paciock87



Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 07/05/06 21:36
Messaggi: 1435
Residenza: Romano

MessaggioInviato: Lunedì 26 Novembre 2007, 23:21    Oggetto: Rispondi citando

rikkitikkitavi ha scritto:
-campo invernale di reparto: non se ne parla l'ultimo l'abbiamo fatto 5 anni fa
-campi estivi di reparto: massimo 10 giorni, ma una volte ne facevamo 15-20!!! seeeeee pazzi adesso mandiamo su qualche ex o qualche genitore a piantare il campo 2-3 giorni prima così guadagnamo tempo!!!
-riunioni durante l'anno: sempre in sede!! ma fuori all'aperto no eh?
-attività di clan: riunione! e che pizza co ste riunioni!! perlomeno in branco si gioca in clan si parla...e le uscite? bè 1-2 l'anno non di più i ragazzi hanno da studiare...e il servizio? eh no non si può...studiano tutti fuori
-autofinanziamento: vendiamo i calendari scout fatti dalla nuova fiordaliso...bè certo...e poi? mah organizzeremo una cena per i genitori e ci facciamo pagare la quota...


E questo è non-scouting?
Top
scoiattolo parsimonioso



Età: 40
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 11/05/07 07:26
Messaggi: 117

MessaggioInviato: Martedì 27 Novembre 2007, 07:55    Oggetto: Rispondi citando

paciock87 ha scritto:
rikkitikkitavi ha scritto:
-campo invernale di reparto: non se ne parla l'ultimo l'abbiamo fatto 5 anni fa
-campi estivi di reparto: massimo 10 giorni, ma una volte ne facevamo 15-20!!! seeeeee pazzi adesso mandiamo su qualche ex o qualche genitore a piantare il campo 2-3 giorni prima così guadagnamo tempo!!!
-riunioni durante l'anno: sempre in sede!! ma fuori all'aperto no eh?
-attività di clan: riunione! e che pizza co ste riunioni!! perlomeno in branco si gioca in clan si parla...e le uscite? bè 1-2 l'anno non di più i ragazzi hanno da studiare...e il servizio? eh no non si può...studiano tutti fuori
-autofinanziamento: vendiamo i calendari scout fatti dalla nuova fiordaliso...bè certo...e poi? mah organizzeremo una cena per i genitori e ci facciamo pagare la quota...


E questo è non-scouting?


Bhè, certo non è nemmeno lo scouting più estremo...
Certo è già qualcosa ma si potrebbe fare di più. Sia sulla frequenza delle attività (problema che riguarda un pò tutti...) che sulla tipologia. Ad es. cena ecalendari vanno bene, ma non ci si può limitare a quello.
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Martedì 27 Novembre 2007, 08:41    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
adesso mandiamo su qualche ex o qualche genitore a piantare il campo 2-3 giorni prima così guadagnamo tempo!!!

Questo è non scouting per esempio
Top
rikkitikkitavi





Registrato: 22/04/07 10:37
Messaggi: 220

MessaggioInviato: Martedì 27 Novembre 2007, 12:15    Oggetto: Rispondi citando

paciock87 ha scritto:


E questo è non-scouting?


esattamente
in tutto questo manca il contatto con la natura, l'abilità manuale, il servizio,la fatica del cammino...
se poi queste cose non sono fondamentali allora io evidentemente non ho capito niente
Top
Lupo Grigio



Età: 74
Segno zodiacale: Leone
Registrato: 26/12/07 20:24
Messaggi: 9
Residenza: GELA

MessaggioInviato: Giovedì 03 Gennaio 2008, 17:25    Oggetto: Rispondi citando

Gela: NATALE 2007

A tutti i fratelli scouts e sorelle guide


PENSIERI E PROGETTI

Carissimi,
l’anno sociale trascorso è stato caratterizzato dalle celebrazioni per il Centenario dello Scautismo mondiale, questo ci ha fatto vivere attività e momenti particolari che resteranno impressi nella mente e nei cuori di tutti noi e dei giovani che frequentano i Gruppi scouts di ogni colore.
L’anno che stiamo per intraprendere, si capisce bene, non può essere da meno, non può essere più povero di attività interessanti e, nello stesso tempo, educative e utili per tutti qui giovani che Dio vorrà mandare in tutte le unità scouts e guide. Dobbiamo essere pronti ad accoglierne il maggior numero possibile derivante, anche, dal fatto che la pubblicità mondiale dell’anno trascorso è stata martellante e tanti sono rimasti favorevolmente impressionati o hanno scoperto per la prima volta lo Scautismo. Per parte mia debbo dire che la partecipazione, assieme a Lucia, al Jamboree mondiale 2007 è stata motivo di tanti pensieri su ciò che oggi è lo scautismo in Italia e nel mondo.
Adesso qualche pensiero per il nuovo anno sociale e, direi anche, per il futuro, per fare in modo che lo Scautismo che pratichiamo non sia solo un mero esercizio tecnicistico privo di quell’anima che, invece deve ispirare ogni nostra azione.
Nelle seguenti poche parole la sintesi dei miei pensieri:

LO SCAUTISMO

La tecnica migliore per condurre i giovani sul sentiero dell’educazione scout è quella del seguire gli orientamenti di metodo che ci ha passato B.P. attraverso i suoi libri. Ogni unità di un Gruppo Scout può vivere un anno di attività solo applicando quel metodo. I libri di B.P. devono, però, essere letti e riletti ogni anno e sicuramente si troveranno sempre nuove idee per i nostri giovani. Non tralasciamo niente di ciò che ci è stato passato, perché se si comincia a togliere qualcosa il meraviglioso mosaico sarà per sempre deturpato dai buchi che vi abbiamo aperto e, certamente, niente di uguale si potrà collocare al loro posto perché sempre di dimensioni e contenuti differenti. E questo va dalla più piccola alla più grande cosa, se posso fare degli esempi: “Non posso togliere la Storia della Giungla dai lupetti perché non so raccontarla bene. Non avrebbe neanche più senso la parola <Lupetti-Branco-VV.LL.> , devo, piuttosto, allenarmi meglio a raccontarla e col tempo sarà sempre meglio”; “Non posso togliere la vita all’aperto in inverno perché c’è maltempo, devo, piuttosto, fare in modo che ognuno abbia un buon equipaggiamento per affrontare le intemperie atmosferiche”; “Non posso togliere l’uniforme (che ricordo è un mezzo educativo fondamentale, di visualizzazione delle mete, di corretta immagine sia all’interno che all’esterno) perché costa troppo, devo fare in modo che ognuno la possa avere abituandolo al risparmio, al non sperpero, a compiere attività di autofinanziamento per far fronte alla situazione”, e chi più ne ha più ne metta.
Naturalmente tutto deve essere condito con la necessaria Metodologia (modo di applicare il Metodo) che abbiamo appreso dalla tradizione dei migliori Capi che sono passati nelle Associazioni Scout Italiane.

DOMANDE E RISPOSTE ESSENZIALI

Lo Scautismo, però, non è solo attività di gioco o di preparazione al lavoro, lo Scautismo è anche poter rispondere, agevolmente, alle domande che nascono spontanee in tutti gli uomini (nei diversi livelli di età e di preparazione intellettuale) a cui noi dobbiamo dare risposte certe, prima a noi stessi e poi agli altri in special modo ai giovani, e non fumose elucubrazioni mentali che creano ulteriori disagi e facili disadattamenti sociali.
La prima risposta essenziale è quella su cosa e su chi è impiantato il nostro tipo di educazione. Dobbiamo essere molto chiari: “ L’educazione scout che pratichiamo è quella derivante dall’adesione massima alla Promessa e alla Legge scout. Alla Promessa che vuol dire essere cosciente di credere in Dio e nella sua creazione e compiere tutte le azioni conseguenti per essere d’esempio ai giovani; avere in sé il miglior concetto di Patria e di appartenenza e saperlo passare, senza cavilli o vergogne, ai giovani in modo che ne comprendano le tradizioni e i futuri sviluppi; diffondere il concetto di <famiglia tradizionale> senza indugiare su altre forme relative di famiglie alternative; essere disponibili, sempre e continuamente, al servizio nella società senza scadere nel servilismo (per tornaconto) o nella supplenza alle istituzioni dello Stato. Alla Legge Scout che vuol dire essere positivi in qualsiasi momento, essere ottimisti e far nascere quell’ottimismo creativo (l’ottimismo spinge a continuare, ad andare avanti, a trovare nuove strade) necessario nella vita quotidiana e imparando a navigare in mezzo ad un mare di altre proposte spesso devianti, sconce, massificanti, distruttive, che la vita di tutti i giorni ci propone. Questo significa creare il Carattere Forte, significa far uscire dalle nostre unità uomini e donne preparati ad affrontare la vita e che, con una grossa percentuale, ci sostituiranno in futuro nel compito, oneroso ma gratificante, di capo di scouts.
La seconda risposta essenziale è quella sul destino della vita che, nelle fasi della crescita, si affaccia in modo progressivo nella mente di tutti. Da questo deriva ogni nostra caratterizzazione educativa in dipendenza dal tipo di concetto che trasferiamo ai giovani. Ormai quasi tutti i giovani, frutto della non-educazione familiare, che si avvicinano allo scautismo hanno solo una cognizione materialistica della vita e dell’agire in essa, il dio-denaro la fa da padrone e orienta tutte le azioni umane e tutti i parametri di giudizio conseguenti. Per alcuni l’uomo non sarebbe che un animale prodottosi nel corso dell’evoluzione e che non risponde a nessun disegno divino, né ad alcuna finalità prestabilita. Il ruolo degli umani non sarebbe differente o superiore a quello di tanti altri animali e finalizzato solo alla riproduzione. Questa affermazione non esige nessuna risposta ne esige, addirittura, una domanda. Questo è l’atteggiamento di chi teme sempre qualcuno o qualcosa, di saperne sempre di meno degli altri, di chi non riesce a pensare una società con delle regole di vita. Lo Scautismo ha le regole di vita, sono espresse nella Legge e Promessa, ma sono inutili se noi adulti non le facciamo diventare nostra vocazione di vita in modo da trasferirle, senza imporle, a tutti i giovani che vengono a contatto con noi. Il destino dell’uomo non può essere solo l’annullamento della vita, sarebbe proprio come equiparare l’uomo ad una pietra, ad un animale, ad una pianta, l’uomo invece per il solo fatto che riesce a distinguere, a pensare, a giudicare, a creare, a ridere, a piangere, è qualcosa di diverso e, anche se non siamo capaci di capirne bene il reale significato, destinato a qualcosa di più alto. Queste certezze, personali ed educative, ci portano ad incidere nel carattere dei giovani e a non dare risposte cosiddette “relative” come ad esempio:” Ognuno ha diritto ad essere libero” certo ma rispettando la libertà degli altri che spesse volte ci obbliga ad una regola comune per saper vivere assieme. In altra maniera sarebbe libertinaggio e anarchia; “Ognuno ha diritto di pensarla come vuole” certo ma se tali pensieri cozzano con i nostri principi (e lo Scautismo ha i suoi principi) non si può più parlare che ogni cosa è relativa, io posso riconoscere che esiste l’omosessualità, che esistono coppie di fatto omosessuali o eterosessuali, che esiste la possibilità di abortire, di creare in laboratorio embrioni che poi vengono uccisi per trarne solo ciò che mi è necessario, che c’è brutalità nelle azioni umane, che c’è corruzione, che c’è delinquenza-mafia-favoreggiamento, che c’è prostituzione, e che posso capirne le origini e finanche rispettare gli agenti, ma non posso dire che sono solo alcuni degli stili di vita che ogni persona può scegliere liberamente, o che il Cristianesimo è uguale all’Islam, al Confucianesimo, al Buddismo, ecc. Dobbiamo essere chiari in questo e saperlo trasferire ai nostri giovani.
Molti lavorano per inculcare queste idee negative, sono partiti dalla “morte di Dio” per arrivare alla “morte dell’uomo” l’insigne scrittore e filosofo dei nostri tempi Pietro Barcellona scrive:” Dopo la morte di Dio, la fine delle ideologie, si compie l’ultimo atto:la morte dell’uomo. Quest’essere misterioso che ha saputo istituire fra il mondo fatale del sacro-religioso e il mondo della necessità naturale, uno spazio tipicamente proprio dove il pensiero apre la porta alla coscienza, al sapere della vita, e all’interrogazione sull’origine del mondo, viene cancellato dalla provetta che permette la produzione della vita senza l’uomo…. l’omologazione universale è certamente il progetto alternativo a quello che faticosamente i grandi pensatori della tradizione occidentale hanno provato a costruire:una storia della salvezza possibile che dia un senso agli esseri viventi umani rispetto alla cieca necessità naturale o alla passiva dipendenza da un inesorabile destino“

COCLUSIONE

Abbiamo, dunque, bisogno di certezze e soprattutto abbiamo bisogno di “essere certi” noi per primi mettendo in pratica ciò che è contenuto nelle iniziali dell’I.P.I.S.E. (speciale riconoscimento che si tramanda da Capo a Capo con inizio direttamente da B.P. che si richiede solo quando, nella propria maturazione di vita, si ritiene che lo Scautismo è l’unica propria vocazione di servizio e che la si accetta per tutta la vita) e cioè:
I= Ideale; P= Possibilità; I= Interesse; S= Servizio; E= Esempio

BUONA STRADA A TUTTI



Salvatore Vitale
Scout
Top
sponsor
sponsor
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Pagina 5 di 5


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org