Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


roverway2006: per agesci non si può parlare di omosessualità
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Rover e Scolte
Autore Messaggio
polvansen





Registrato: 01/06/06 17:10
Messaggi: 680

MessaggioInviato: Martedì 22 Agosto 2006, 23:45    Oggetto: Rispondi citando

Marechiaro ha scritto:
Ciao Polvansen, grazie per la tua risposta
[cut]
Spero che comunque questo confronto continui tra voi,


Grazie a te. Purtroppo su questo argomento mi sono trovato recentemente a discutere con tante persone e tanti differenti punti di vista. Ho dovuto anche subire decisioni che non condividevo, e questo mi ha fatto parecchio riflettere su un tema a cui evidentemente si pensa troppo poco.

Ho tagliato tutto il tuo post perché è una risposta che mi sta benissimo. Riparto dalla frase che ho quotato e aggiungo un paio di cose.

Spero che il confronto continui, non solo tra noi, ma che sia ampio e fecondo. Temo peraltro che non saremo abbastanza maturi e limpidi da esprimere grosse novità, ma questo fa parte del gioco. Come dicevo, la mia associazione deve tener conto di tanti aspetti, nel prendere le sue decisioni. Non ultime le direttive ecclesiali e le aspettative dei genitori dei ragazzi che (da loro) ci sono affidati.
Nel frattempo ribadisco che mi stanno benissimo magliette e dibattiti per riconoscere e combattere l'omofobia all'interno del movimento. Serviranno soprattutto, spero, a risvegliare ben altre eminenze grigie. Non credo, sinceramente, che siano i capi scout quelli che hanno bisogno di lezioni in questo senso (beh, ovviamente non generalizziamo).
Ma sono certo che la maglietta col logo di arcilesbica, magari scoperta a Roverway, potrebbe servire molto di più se verrà portata dalle tante centinaia di ragazzi nei loro gruppi, nelle loro diocesi, tra i loro genitori, possibilmente corredata di una degna riflessione sul tema.
Qualcosa inizierà nella FIS, l'impegno è stato espresso pubblicamente. Ma non si arriverà a una decisione rivoluzionaria: non è con quella che la mia associazione potrebbe risolvere il problema (omofobia). Al limite il contrario: un'evoluzione della cultura attualmente omofobica credo verrebbe rapidamente recepito anche dall'agesci.

Stiamo a vedere...
Paolo
Top
sponsor
sponsor
polvansen





Registrato: 01/06/06 17:10
Messaggi: 680

MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 00:14    Oggetto: Rispondi citando

fiorerosso ha scritto:
Dalla mia esperienza ti posso dire che sono stata tre anni capo reparto in Agesci e non credo che le mie scelte abbiano influito nella testa di nessun ragazzo, da quello che so, di tutti i ragazzi che ho visto passare negli anni, nessuno è gay o lesbica....magari con il tempo qualcuno si scoprirà, ma questo non sicuremente per causa mia! E poi ripeto, i ragazzi non sono tenuti a sapere con chi un capo va a letto e ovviamente io non andavo a presentare al reparto la mia ragazza, ci sono determinate cose che possono benissimo rimanere nella sfera privata sia per gli etero che per i gay!


Non sono per niente d'accordo, e tento di spiegarmi.

Secondo te, il fatto di avere davanti per la stragrande maggioranza capi eterosessuali, magari sposati con altri capi, non dà un messaggio educativo estremamente forte ai ragazzi? Non credi che qualche ragazzo/a omosessuale venga oggi orientato verso scelte etero, con questo tipo di modelli? E se questo è vero, perché non dovrebbe esserlo il contrario?

Perché tu nascondevi la tua omosessualità, certo.
Ma non è questo il punto. Non credo che sarebbe ben accetto il discorso: sì ai capi gay, purché nascondano il loro orientamento sessuale. Sai che razza di rivoluzione (anche se di fatto è un po' tacitamente così).

Quindi in realtà penso che se il capo omosessuale fosse del tutto limpido, le implicazioni educative credo che ci sarebbero eccome.
Sulla opportunità di questo non mi esprimo, non ho ancora capito io per primo, perché ribadisco che nessuno mi ha ancora dimostrato se l'omosessualità sia innata o meno. Sicuramente una presenza di questo tipo darebbe ai ragazzi una panoramica più ampia, e permetterebbe a eventuali ragazzi omosessuali di sentirsi molto più sereni nelle loro scelte.
Ma alla fine credo che non si possano fare passi avanti se non si risolve il nodo centrale. Perché se sull'omosessualità, che in un'ottica cattolica è una situazione di disordine, ma anche uscendone resta una condizione particolarmente difficile (per emarginazione, per ignoranza, per politiche sociali inadeguate, per quello che si vuole...), se su di essa, dicevo, resta anche il minimo dubbio che dipenda da fattori ambientali, educativi o comunque successivi alla nascita, allora credo sia innegabile che un'associazione educativa (per giunta di cattolici) non possa non porsi il problema (e mi dà fastidio che il semplice porsi questo problema venga bollato come omofobia).
Chi non riconosce la liceità di questo dubbio, credo abbia perso di vista la posizione dell'altra parte, esattamente alla pari dell'omofobo, quello vero, che non prova nemmeno a capire.

Le mie posizioni sulla questione sono assolutamente in divenire.
Paolo
Top
Fenicottero



Età: 35
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 26/02/04 17:26
Messaggi: 721
Residenza: Parma

MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 11:02    Oggetto: Rispondi citando

Mmm... Io non sono molto d'accordo...

Credo che, secondo questo discorso, ci sarebbero dei dubbi sulla idoneità a fare il capo su chiunque non sia del tutto perfetto.
E, almeno per quanto riguarda i miei capi, io non credo che siano persone perfette nella loro vita privata, ma credo lo stesso di aver avuto dei grandissimi capi, che mi hanno insegnato veramente tanto.

Non credo che si possa aspettare di trovare la persona perfetta, ma fare del nostro meglio per migliorarci e trasmettere ai ragazzi solo quello che è utile per la loro crescita.
Poi ci sarà un momento in cui i ragazzi potranno confrontarsi anche con le debolezze dei capi, ma questo avverà quando loro saranno abbastanza maturi da far sì che questo non comprometta la loro educazione.
Top
polvansen





Registrato: 01/06/06 17:10
Messaggi: 680

MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 14:23    Oggetto: Rispondi citando

Fenicottero ha scritto:
Mmm... Io non sono molto d'accordo...

Credo che, secondo questo discorso, ci sarebbero dei dubbi sulla idoneità a fare il capo su chiunque non sia del tutto perfetto.
E, almeno per quanto riguarda i miei capi, io non credo che siano persone perfette nella loro vita privata, ma credo lo stesso di aver avuto dei grandissimi capi, che mi hanno insegnato veramente tanto.


Infatti i dubbi sulla idoneità a fare il capo ci sono e ci devono essere, proprio su chiunque. Non si parla di perfezione, ovviamente. Ma si parla di precisa scelta di aderire a una serie di principi e valori. La coerenza con questa scelta resta a carico e responsabilità del singolo e (in agesci) della coca di cui fa parte.
Ma il dubbio ci deve essere.
Non è la perfezione che è richiesta, ma sicuramente la coerenza. Questo della perfezione, se ci pensi, è pure un pericolosissimo escamotage che rischia di far passare tutto. Secondo la tua posizione, visto che nessuno è perfetto, come si puo' criticare la singola condotta incoerente del singolo capo?

Nel caso particolare, si aggiunge il fatto che l'omosessualità è una situazione su cui credo ci siano strade da fare e cose da capire, quindi qualunque posizione (di ammissione o esclusione a ruolo educativo) comporta una scelta parziale e, trattandosi di persone, sofferta.
Io dico soltanto che, data l'incertezza scientifica, date le attuali posizioni (sebbene criticabili) che coinvolgono l'agesci in maniera molto vincolante, data la cultura in cui lo scautismo cattolico è profondamente radicato, credo vada fatto lo sforzo di capire come mai si fanno certe scelte.
Che vanno nel caso criticate, certo. Dalle quali è necessario smuoversi, ok.
Ma credo di essere onesto se dico che c'è spazio per _capirle_ (che è differente dal condividerle). Poi io per primo faccio la mia parte per smuovere le acque quando mi trovo di fronte a scelte e azioni che trovo non semplicemente "prudenti", ma completamente sbagliate.

Paolo
Top
Marechiaro





Registrato: 16/08/06 15:39
Messaggi: 9

MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 21:47    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, Polvansen che dire? ti ringrazio ancora per la tua risposta, e sono felice, come ho detto, di essere qui e leggere, perchè mi piace questo vostro modo di confrontarvi e trovo spunti di riflessione anche per il mio cammino.
Grazie di tutto quello che fai. A rileggerti, ciao ; )
Top
nimloth88



Età: 34
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 15/12/05 17:38
Messaggi: 82
Residenza: guidonia(ROMA!!)

MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 12:34    Oggetto: Rispondi citando

io credo *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* possiamo dichiararci amici d tutti e fratelli d ogni altra guida e scout ;e poi essere razzisti,l'omofobia è razzismo,e la nostra legge *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* c permette d essere razzisti...francamente *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* m darebbe alcun problema l'avere un capo gay,una persona *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* s giudica dall'orientamento sessuale,ma dal suo valore personale;fare discorsi tipo:*Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* tollererei k mio figlio avesse un capo gay,è sinonimo d profonda immaturità,un capo vale x l'insegnamento k da ai ragazzi...
per qnt riguarda l'increscioso comportamento dell'agesci,beh,forse l'associazione *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* v merita,seppur ottimi capi;ma *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* vedo km voi possiate restare all'agesci...x via della famosa "c",*Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* sarà mai tollerante,ne tantomeno ben disposta....
Top
20coccy03



Età: 35
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/07/05 00:45
Messaggi: 2050
Residenza: Provincia di vicenza

MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 12:46    Oggetto: Rispondi citando

boh...secondo me anche usando il termine "increscioso" non si rispetta in parte la nostra legge...
a quanto pare non vi siete documentati abbastanza!
io al roverway c'ero e voglio puntualizzare che non era solo l'agesci a organizzarlo ma era la FIS ovvero AGESCI + CNGEI!
e poi...c'era anche lo stand dell'arcigay quindi non mi pare che siano stati fatti grandi problemi a riguardo...evidentemente i motivi erano altri.
Top
fiorerosso





Registrato: 07/08/06 15:42
Messaggi: 10

MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 16:45    Oggetto: Rispondi citando

20coccy03 ha scritto:
e poi...c'era anche lo stand dell'arcigay quindi non mi pare che siano stati fatti grandi problemi a riguardo...evidentemente i motivi erano altri.


ad arcigay è stato consentito di fare lo stand all'ultimo momento, al posto della bottega, mentre a lista lesbica è stato comunicato che non potevano fare la bottega pochi gg prima dell'inizio del campo dopo che erano state invitate ufficialmente. E tutto questo perchè agesci si è opposta, è vero che c'era anche cngei, che non aveva nessun problema a riguardo, ma non è stato proprio possibile smuovere la decisione presa da a agesci.
Top
cat





Registrato: 25/08/06 16:54
Messaggi: 1

MessaggioInviato: Venerdì 25 Agosto 2006, 17:31    Oggetto: Rispondi citando

Se non altro l'episodio rowerway ha messo in evidenza un problema che nell'AGESCI era latente. Per chi educando o educatore volesse cercare tra i documenti ufficiali dell' associazione prese di posizione sull' omosessualità ciò che troverebbe sul sito è la seguente:da Capi in Situazioni Eticamente Problematiche.pdf "Non affrontiamo le situazioni della omosessualità e della pedofilia, perché richiedono di essere affrontate con un altro taglio e con un esame approfondito; queste situazioni meritano un discorso a parte."
WOW che chiarezza, rimandiamo a tempi migliori! Come nel compendio del catechismo della religione cattolica il dualismo omosessualità-pedofilia persiste eroicamente.
Personalmente sono stufa. Stufa di dovermi confrontare con gente che non accetta manco il confronto (come dimostra il caso RW). Non era detto che dalla discussione sarebbero uscite risposte univoche, ma dico almeno discutiamo. Io ho salutato l'AGESCI anche perché sapevo di non poterci restare senza dover nascondere la mia omosessualità.
Ho tanti amici gay-capi che vivono nell' angoscia di subire un processo pubblico alla loro vita privata. Se l' AGESCI si vuole emancipare da quelle posizioni retrograde e oscurantiste che il vaticano ribadisce ogni giorno, io sono disposta a mettermi in gioco. Sennò vorrà dire che chi come me crede nello scoutismo e vuole al tempo stesso vivere serenamente e senza nasondersi trasmigrerà verso altre realtà più tolleranti. Certo, da un evento che voleva promuovere la cittadinanza europea del pluralismo e dei diritti mi sarei aspettata di più. Peccato
Top
sponsor
sponsor
fiorerosso





Registrato: 07/08/06 15:42
Messaggi: 10

MessaggioInviato: Venerdì 08 Settembre 2006, 12:19    Oggetto: I figli dell'omofobia dilagante Rispondi citando

da repubblica.it

CRONACA Aggrediti con una spranga i giovani che camminavano abbracciati

"Picchiati perché omosessuali" Bologna, sassi contro due studenti

I legali: le vittime sotto choc. L'Arcigay: Basta con questi raid
di PAOLA CASCELLA

BOLOGNA - Luca e Vincenzo che camminano abbracciati, uno circonda le spalle dell'altro, lui lo tiene per la vita. Vanno verso la Salara, la sede del Cassero, il circolo Arcigay bolognese. Sono quasi le due di notte, ma c'è ancora gente che balla, che ascolta musica. È una delle tradizionali serate danzanti offerte dal circolo a uomini e donne. La coppia si ferma fra i cespugli ai bordi del viale di circonvallazione. Si accosta una macchina, scatta la punizione: volano sassi, qualcuno urla l'insulto più classico "finocchi di m...".

Sono in tre, dall'accento si direbbero slavi, uno tira fuori una spranga. Botte da orbi. Luca G., 23 anni, finisce a terra col naso rotto. È un attivista di Antagonismogay. L'altro, Vincenzo M., 26 anni, se la cava con qualche contusione. Sono studenti universitari fuorisede, Bologna la conoscono come una città civile e tollerante. Ora si sono chiusi in casa, il cellulare è spento. Dopo l'ambulanza del 118 e le cure al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore, Luca non riesce a muoversi dal letto. E non solo per i lividi e la frattura al naso.

Tutti e due sono "letteralmente sotto choc per questa chiara aggressione a sfondo omofobico", spiega Cathy Latorre, dello staff legale subito messo a disposizione dal Cassero. Intanto, dal Comitato provinciale Arcigay arriva l'appello "a non sottovalutare l'ennesimo episodio di violenza" contro gli omosessuali.
Ci tengono pure i ragazzi, "vogliono che si sappia - dice l'avvocato - sono stati pestati perché camminavano abbracciati senza nascondere la loro omosessualità".

(8 settembre 2006)

.....e questo è della settimana scorsa.....

"Ti violentiamo perché sei lesbica"
Stupro nella pineta di Viareggio


VIAREGGIO - "Violentata perché gay". Paola ha 30 anni ed è stata stuprata tre giorni dopo Ferragosto. Due uomini giovani, alti, probabilmente viareggini, l' hanno aspettata nella pineta della Marina di Torre del Lago, poco lontano da Viareggio, alle spalle di un noto locale gay e l' hanno violentata.

"Ero andata a ballare e verso le due dovevo andare in bagno - racconta Paola -. Ma alle toilettes c' era la fila così ho deciso di andare in pineta e mi sono fatta accompagnare da alcune mie amiche. Loro si sono fermate lontano e io mi sono messa dietro a un cespuglio". E' stata afferrata alle spalle, la bocca chiusa da una mano: "Stai zitta che adesso tocca a te brutta lesbica". Ed è stata stuprata.

Paola è andata all'ospedale, ha aspettato due ore poi ha deciso di tornare a casa. Ha chiamato il suo ginecologo, che ha certificato la violenza. I due avevano il condom, è stato quindi un crimine programmato.

Torre del Lago, meta internazionale del turismo gay, è stato negli ultimi tempi teatro di episodi di intolleranza e violenza. Una settimana prima, proprio a Torre del Lago, una ragazza è stata aggredita nello stesso modo, ma è riuscita a scappare. Ha fatto denuncia anche lei. E prima di lei, le botte a un cuoco gay, le rapine alle coppie omosex, le violenze ai transessuali. "La campagna d' odio - aggiunge Alessio De Giorgi, di Arcigay toscana - è stata avviata da tempo dalla destra estrema".

Dal giorno dello stupro di Paola, davanti al locale cult degli omosessuali, a pochi metri dal luogo dove si è consumata la violenza, un cartello ammonisce i ragazzi "E' pericoloso andare in pineta".

(1 settembre 2006)
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 37
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Venerdì 08 Settembre 2006, 12:45    Oggetto: Rispondi citando

Posso chiedere che c'entra col topic?
Top
polvansen





Registrato: 01/06/06 17:10
Messaggi: 680

MessaggioInviato: Venerdì 08 Settembre 2006, 16:50    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
Posso chiedere che c'entra col topic?


"Scoutcafè: per rinoceronte caparbio non si può parlare di omosessualità!"
Laughing Laughing Laughing Laughing Laughing

Paolo
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 37
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Venerdì 08 Settembre 2006, 18:45    Oggetto: Rispondi citando

Rolling Eyes
Top
ciquay



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 11/09/06 09:56
Messaggi: 467
Residenza: nowhere

MessaggioInviato: Lunedì 11 Settembre 2006, 17:12    Oggetto: Rispondi citando

...vedo ancora quanta cattiveria pura circola anche nel mondo degli scout...
Top
ciquay



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 11/09/06 09:56
Messaggi: 467
Residenza: nowhere

MessaggioInviato: Lunedì 11 Settembre 2006, 17:13    Oggetto: Rispondi citando

ciquay ha scritto:
...vedo ancora quanta cattiveria pura circola anche nel mondo degli scout...

...e questo fa male più di mille schiaffi... Crying or Very sad
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Rover e Scolte Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 4 di 9


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org