Il giudizio in Co.Ca. sulla nomina a capo
visualizza i messaggi da
# a # FAQ
[/[Stampa]\]

Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Comunità Capi

#1: Il giudizio in Co.Ca. sulla nomina a capo Autore: MarmResidenza: Veneto MessaggioInviato: Domenica 12 Febbraio 2012, 23:40
    —
Di recente m'è capitata una cosa che non ritengo appropriata, all'ordine del giorno c'era la mia nomina a capo, per formulare un giudizio di Co.Ca. da scrivere sulla richiesta è stato deciso che ciascuno in Co.Ca. scrivesse una cosa positiva e una critica su di me, che riguardasse il mio ruolo di capo, in staff e con i ragazzi.

E' la prima volta che viene fatta una cosa simile, perché prima la Co.Ca. approfittava dell'assenza del capo di cui si discuteva la nomina e discutendo buttava giù qualche riga, poi i capi gruppo mettevano tutto in bella e compilavano la richiesta.

Quel che m'ha dato fastidio è stata ovviamente la parte delle critiche, perché sono disposto ad accettarle di buon grado, però mi pare ci stia a pennello con la discussione del progetto del capo, ma con la nomina a capo stona abbastanza... o no?

#2:  Autore: rinoceronte caparbio MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 00:34
    —
le due righe di presentazione della coca sulla nomina devono riguardare l'adesione al patto associativo del socio adulto.

#3:  Autore: akela_xxResidenza: Genova MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 00:38
    —
perchè non la ritieni appropriata? anzi è molto bello che in un clima di correzione fraterna vengano fuori anche delle critiche, se costruttive..
sulla scheda per la richiesta della nomina c'è uno spazio apposta dedicato alla comunità capi. è giusto che la coca di esprima in quanto sede in cui si verifica il progetto del capo e il nostro essere capi quotidianamente.. non ci si può fermare a parlare dell'essere capi solo alla verifica del PdG una/due volte l'anno.. e ben vengano questi momenti di condivisione!

#4:  Autore: Cervo Capace MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 11:19
    —
Da noi la nomina a capo viene discussa alla presenza dell'interessato, un'attività come l'hai descritta tu la vedrei però più da Progetto del Capo...

#5:  Autore: MarmResidenza: Veneto MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 16:03
    —
akela_xx ha scritto:
perchè non la ritieni appropriata?
...
non ci si può fermare a parlare dell'essere capi solo alla verifica del PdG una/due volte l'anno.. e ben vengano questi momenti di condivisione!

Perché al momento della richiesta di nomina, la Co.Ca. dovrebbe saperne abbastanza sul capo che la richiede, quindi una correzione fraterna, nelle modalità che descritto sopra, per quanto possa essere apprezzabile, non è strettamente necessaria, per cui eviterei di proporla come attività in funzione della nomina, ma avrei preferito mi venisse proposta come attività legata al progetto del capo. Poi si, delle critiche che ho ricevuto posso benissimo farne comunque tesoro e inserircele... ma visto che il mio progetto non è stato discusso da molto e la mia richiesta è nell'aria dall'anno scorso... beh, i tempi potevano essere gestiti meglio e con risultati più produttivi.

Ma se il problema è che non si fa abbastanza correzione fraterna, la soluzione non può esserne di farne una in più ogni tanto. Occorre qualcosa di più strutturato, che però non c'è nei programmi della mia comunità. Almeno non al momento, alla prossima riunione intendo spiegare come la penso, vedrò cosa ne salta fuori.

#6:  Autore: rinoceronte caparbio MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 17:31
    —
é corretto ciò che scrivi: difatto, la richiesta di nomina non serve al capo a fare "un punto della strada"...ma di chiedere la nomina a capo (ed è la coca a farlo: potenzialmente, potrebbero scriverla solo i due capogruppo).

#7:  Autore: Michele MessaggioInviato: Lunedì 13 Febbraio 2012, 17:31
    —
Evidentemente sono da scindere le due funzioni.

Se lo scopo della raccolta di osservazioni positive e critiche è di scrivere il parere della CoCa, allora non è necessario farla in questa forma e soprattutto il destinatario non è il capo in questione - quindi non è questione nè di correzione fraterna nè di progetto del capo. E si potrebbe procedere senza tanti accorgimenti in assenza dell'interessato.

Se lo scopo sono queste due ultime cose, invece (correzione e progetto) allora non c'entra il parere della CoCa sulla richiesta di nomina a capo.

Personalmente ho utilizzato questo strumento varie volte anni fa, ma ritengo che il suo pregio sia di dare modo a tutti di esprimersi simultaneamente su tutti. Non su un capo solo.
Inoltre, scritti i bigliettini, venivano dati a ciascun destinatario, e veniva poi dato ampio spazio per incontri a due, in cui ciascuno spiegava all'altro quel che c'era da spiegare. Non veniva data pubblica lettura.
Poi, se uno lo riteneva opportuno, poteva essere lui a porre pubblicamente una questione, nel quadro del suo progetto del capo, dicendo cose tipo: "la maggior parte di voi mi ritiene un tronfio gradasso coi ragazzi e la mia staff, un taccagno schifoso, e inoltre che mi lavo poco, vorrei chiedervi di aiutarmi ad elaborare delle proposte concrete che siano stadi di miglioramento in questi miei difettucci".
Altrimenti, ognuno metteva in saccoccia e magari poi nel progetto del capo le questioni ce le infilava comunque. O ne parlava coi capigruppo. Ecc. ecc.



Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Comunità Capi

Pagina 1 di 1

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group