Liturgia, Divin Sacrificio (Messa), paramenti sacri
visualizza i messaggi da
# a # FAQ
[/[Stampa]\]
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo  rimuovi impaginazione
Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Si avvicinò e camminava con loro

#31:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 14:34
    —
Sì, è corretto quello che dici, probabilmente ho espresso male le parole. Sta di fatto che noi crediamo nella Reale Presenza, cioè nella che Gesù è realmente presente nel Santissimo Sacramento

Voi altri, tutti, come cambiereste, se lo fareste il rito attuale?

#32:  Autore: Il c3m3ntResidenza: Ivrea la Bella MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 15:29
    —
A me sinceramente va bene così...l'unica cosa che cambierei sono i preti che fanno le prediche precotte che possono essere ascoltate anche staccando il cervello perché non spiegano il vero senso delle scritture ma parlano della rava e della fava, condendo il tutto con un po' di sano perbenismo...per il resto, tutte le parti della liturgia hanno un senso, basta conoscerlo e si può facilmente capire il perché sono lì.

#33:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 15:37
    —
A quanto ho letto, tutti avete dei preti con omelie "precotte"... Non riesco a capire... io ho avuto sempre sacerdoti che fanno delle bellissime prediche, e dopo Messa spesso capita di commentarle: sarò fortunato io! Laughing

#34:  Autore: Finrod91Residenza: Ancona MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 16:02
    —
lucalevi ha scritto:
A quanto ho letto, tutti avete dei preti con omelie "precotte"... Non riesco a capire... io ho avuto sempre sacerdoti che fanno delle bellissime prediche, e dopo Messa spesso capita di commentarle: sarò fortunato io! Laughing


beato te...

secondo me il problema delle omelie è presente e grave: io non dico che ogni sacerdote deve avere carisma e talento da attore nelle omelie però sicuramente una maggiore attenzione a quello che si dice da parte dei sacerdoti ce la vorrebbe. Più che altro il problema delle omelie sta nel fatto che il sacerdote parla di cose astratte, senza nessun legame con la quotidianità e soprattutto fuori dalla realtà di oggi e spesso dice anche cose incoerenti con se stesso e ciò che rappresenta

#35:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 16:06
    —
Finrod91 ha scritto:
Più che altro il problema delle omelie sta nel fatto che il sacerdote parla di cose astratte, senza nessun legame con la quotidianità e soprattutto fuori dalla realtà di oggi e spesso dice anche cose incoerenti con se stesso e ciò che rappresenta


Pensa che questa definizione è l'esatto contrario dei presbiteri della mia Parrocchia! Ad esempio il mio cappellano dice sempre di non volere una religione slegata dalla quotidianità, e spesso nelle sue omelie, introduce argomenti d'ogni giorno per poi arrivare al Vangelo!

#36:  Autore: Il c3m3ntResidenza: Ivrea la Bella MessaggioInviato: Venerdì 19 Settembre 2008, 16:15
    —
Infatti io non mi riferisco alla mia parrocchia, dove c'è un parroco molto attento ai problemi quotidiani e che allo stesso tempo continua a studiare gli aggiornamenti della dottrina sociale della chiesa...e questo parroco ha ormai 75 anni...vedi te...parlo di quelli che vedo quando vado a messa "fuori casa", magari in uscita con i ragazzi in qualche paese, oppure mentre sono in vacanza...insomma, se dovessi stare a sentire solo chi celebra messa nella mia parrocchia, dovrei essere felice...purtroppo, però, so che la maggior parte delle altre parrocchie non ha questa fortuna, e quindi mi sorge spontaneo chiedermi: ma in quelle chiese, si passa il messaggio evangelico o si passa un concentrato di perbenismo e "non dovete peccare perché se no andate diritti da Belzebub"?

#37:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Domenica 21 Settembre 2008, 09:18
    —
Ieri, appunto pensavo, che tale carenza di contenuto nelle Omelie è molto spesso dovuto alla non-preparazione del celebrante, prima di Messa, su come commentare le Scritture e tenere la predica...

#38:  Autore: Finrod91Residenza: Ancona MessaggioInviato: Domenica 21 Settembre 2008, 13:19
    —
lucalevi ha scritto:
Ieri, appunto pensavo, che tale carenza di contenuto nelle Omelie è molto spesso dovuto alla non-preparazione del celebrante, prima di Messa, su come commentare le Scritture e tenere la predica...


sono d'accordo con te...più che altro molti sacerdoti non si aggiornano, non "studiano"...

#39:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Venerdì 10 Ottobre 2008, 16:00
    —
Tornando al senso principale del topic, vi pongo una domanda:
per le celebrazioni liturgiche al di fuori della Messa, il vostro Parrocco/Cappellano/A.E., che vesti indossa? A me piacerebbe tanto che il mio parroco vestisse il piviale per le processione, ma non lo vuole... ed inoltre, per la Messa, sono riuscito a far mettere la stola sotto la casula al mio cappellano!!!! Prima non lo faceva...

#40:  Autore: Finrod91Residenza: Ancona MessaggioInviato: Venerdì 10 Ottobre 2008, 16:51
    —
credo di non conoscere cosa sono il piviale e la casula...la stola non è quella del diacono???

#41:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Venerdì 10 Ottobre 2008, 19:48
    —
Uh... mi sa che devo erudirvi... Laughing Wink

La casula è quel paramento che il celebrante dovrebbe vestire sopra a stola, cingolo, camice e ammitto per la celebrazione del Sacrificio: è una veste larga con un solo buco per la testa e copre tutto il corpo. Si può usare anche la pianeta, in sostituzione della casula (e la pianeta è molto più bella!!! Smile )

La stola è quel tratto di stoffa che il celebrante dovrebbe indossare sotto la casula o per amministrare vari sacramenti: il presbitero la indossa dalle spalle, dietro il collo, diritta (col Rito Tridentino si incrocia). Pure il diacono la porta, ma dalla spalla sinistra al fianco destro.

Il piviale è una specie di mantello che si dovrebbe utilizzare in tutte le celebrazioni al di fuori della Messa (se c'è, però, un prete che partecipa alla Messa, senza celebrare, può indossare il piviale). Viene chiuso sul davanti in un solo punto.

Comunque, cercate du wikipedia che vengono spiegate molto bene tutte le funzioni delle vesti liturgiche e ci sono delle buone foto.

#42:  Autore: Finrod91Residenza: Ancona MessaggioInviato: Venerdì 10 Ottobre 2008, 21:36
    —
lucalevi ha scritto:
Uh... mi sa che devo erudirvi... Laughing Wink

La casula è quel paramento che il celebrante dovrebbe vestire sopra a stola, cingolo, camice e ammitto per la celebrazione del Sacrificio: è una veste larga con un solo buco per la testa e copre tutto il corpo. Si può usare anche la pianeta, in sostituzione della casula (e la pianeta è molto più bella!!! Smile )

La stola è quel tratto di stoffa che il celebrante dovrebbe indossare sotto la casula o per amministrare vari sacramenti: il presbitero la indossa dalle spalle, dietro il collo, diritta (col Rito Tridentino si incrocia). Pure il diacono la porta, ma dalla spalla sinistra al fianco destro.

Il piviale è una specie di mantello che si dovrebbe utilizzare in tutte le celebrazioni al di fuori della Messa (se c'è, però, un prete che partecipa alla Messa, senza celebrare, può indossare il piviale). Viene chiuso sul davanti in un solo punto.

Comunque, cercate du wikipedia che vengono spiegate molto bene tutte le funzioni delle vesti liturgiche e ci sono delle buone foto.



ambè ho capito...e che non conoscevo questi indumenti col termine tecnico....sempre chiamati tonaca (anzi, in dialetto tuniga) e stola

#43:  Autore: pacioResidenza: spotorno sv MessaggioInviato: Sabato 11 Ottobre 2008, 20:35
    —
in jeans e maglione

#44:  Autore: lucaleviResidenza: Cormòns MessaggioInviato: Domenica 12 Ottobre 2008, 13:35
    —
pacio ha scritto:
in jeans e maglione


Shocked Cioè... per le processioni va vestito così? Shocked Shocked Shocked

#45:  Autore: pacioResidenza: spotorno sv MessaggioInviato: Lunedì 13 Ottobre 2008, 08:17
    —
ci sono preti che possono mettersi addosso tutte i paramenti più belli che hanno negli armadi e non smuovono una virgola nella vita degli altri.
ci sono preti che vestiti da contadini sanno essere testimoni di una profonda ricerca nella fede.
non mi interessa, anzi non mi è mai interessato come si veste il prete o il religioso anche se posso riconoscere un segno di coerenza in quello.
ma di sicuro il suo abbigliamento non garantisce nulla.



Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Si avvicinò e camminava con loro

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo  rimuovi impaginazione
Pagina 3 di 9

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group