Iter Formazione Capi
visualizza i messaggi da
# a # FAQ
[/[Stampa]\]
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo  rimuovi impaginazione
Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Comunità Capi

#61:  Autore: aurelianoResidenza: Fra Bolzano e Trento... MessaggioInviato: Giovedì 12 Aprile 2007, 16:36
    —
uomodelbosco ha scritto:
aureliano ha scritto:
Il primo è sicuramente il progressivo abbandono dello scouting e della vita all'aria aperta, di cui tanto si è parlato e tanto si dovrebbe ancora parlare, e la sua sostituzione con -a mio parere- troppa psico-pedagogia, carte su carte e chiacchiere su chiacchiere...

Si, sono d'accordo in toto.
Il crollo dello scouting è evidente. Io stesso, che non sono più di primo pelo, ho lacune molto pesanti su questi temi.
Il dubbio che mi viene però è: lo Scouting va scomparendo per comodità? (è più spiccia, per un Capo, una riunione in sede).
Oppure perchè viviamo tempi di paure ingigantite verso i figli? (oddìo! una sopraelevata! e se casca? no, non va bene!).
Oppure perchè, non nascondiamocelo, nelle città è praticamente impossibile trovare un bel prato, figuriamoci un boschetto dove ascoltare gli uccelli.


Secondo me è un po' tutto...sicuramente fa comodo organizzare riunioni in sede/tana;
sicuramente in città è più difficile trovare un posto "adatto"...però io -fortunatamente- ho avuto l'opportunità in entrambi i gruppi di cui ho fatto parte, di avere la sede vicino a posti "adatti" e comunque non è così automatico per molti capi uscire dalle 4 pareti...

Sicuramente ci sono delle paure ingigantite...e su questo - e non mi ritengo affatto un incosciente! - alle scorse VdB ci ho fatto qualche sana litigata con Bagheera...

Però il Metodo è lì, fra gli alberi, e non nelle polverose sale in cui spesso vengono fatti convegni o assemblee.


Citazione:
Ritengo, comunque, che un Capo non sia un pedagogista, ma un fretello maggiore con il quale giocare, che ha dalla sua parecchia strada percorsa in più, e con quell'esperienza può meglio indirizzare i più piccoli che gli vengono affidati.
Spesso però c'è come un senso di vergogna ad andare in giro in pantalocini corti, e allora, con un poco di compiacimento, ci diciamo "ma noi siamo educatori". A volte questo pensiero ci prende la mano e mettiamo nello zaino troppa teoria e poca pratica.


Esattamente...il dire che siamo educatori è un modo per "nobilitare" ciò che facciamo?
A volte credo di sì...sia ben chiaro, certo che facciamo gli educatori...però già il fatto di utilizzare più questa parola invece che "Capo scout" (almeno da me è così) mi dà l'idea di voler sembrare più psicopedagogici e complicati di quello che in realtà siamo.


Citazione:
Io mi trovo nella mia posizione di Cristiano cattolico (a volte in conflitto, ma è un nuovo argomento), ma spesso mi sono domandato il senso di uno scoutismo confessionale, che in quanto tale fa una sola ed unica proposta di fede.
Questo, a mio avviso, si scontra con l'educazione all'uso della propria testa che dovrebbe essere una dei messaggi più importanti del fratello maggiore (Capo).
Quindi mi chiedo: uno Scoutismo che esista con lo scopo dichiarato di professare una confessione precisa non va contro lo Scoutismo stesso?
O come mi chiedevo in un altro topic: la parte confessionale non piega alle sue necessità lo Scoutismo relegandolo a poco più di un oratorio?


Be'...questa domanda me la ponevo anch'io nell'altro topic...come già detto, credo che dipenda molto da gruppo in gruppo. Certo, SPIEGARE la catechesi invece che VIVERLA spesso fa di un gruppo scout un oratorio e inoltre va contro i principi dello scoutismo...però è un sistema che ho visto utilizzare troppe volte.

Se lo scoutismo E' avventura, be' nell'avventura è normale che ci sia un fattore di rischio.
Compito del Capo è -fra gli altri- non cedere all'incoscienza...ma quando sento di gruppi che davvero non fanno fare la sopraelevata (riprendendo l'esempio di uomodelbosco) perché è pericolosa mi cadono le braccia.

#62:  Autore: aurelianoResidenza: Fra Bolzano e Trento... MessaggioInviato: Giovedì 12 Aprile 2007, 16:37
    —
Ma...stiamo andando OT??? Wink

#63:  Autore: uomodelbosco MessaggioInviato: Giovedì 12 Aprile 2007, 16:59
    —
Si, stiamo andando un pò ot Very Happy

Ma rientramo subito nel topic:
Se è vero che oggi è più difficile trovare le condizioni adatte per fare dello scouting, soprattutto per chi ha la sfortuna di vivere in un gruppo di città, allora è altrettanto vero che è urgente per la formazione capi risalire alle fonti e pensare molto di più alle carenze in tal senso piuttosto che infarcire ulteriormente le teste dei Capi di nozioni psico-pseudo-pedagogiche.
Ritengo che qui ci stiamo giocando il futuro stesso dello scoutismo.
Possiamo ancora definirlo tale se togliamo la natura e l'attività all'aperto? Ecco che come un castello di carte tutto crolla: viene meno la voglia di fare uscite, che diventano solo un problema e un motivo di sfogo selvaggio. Ecco che l'uniforme perde via via il suo significato in un gruppo che fa dell'attività indistinguibile da altre proposte simili per i giovani.
E qui mi chiedo ancora di più: ma i ragazzi sono interessati alla natura? Desiderano ancora l'avventura nei boschi? O sono gli pseudo-Capi Scout a renderli animali da tana?

#64:  Autore: actarisResidenza: Matera 2 MessaggioInviato: Giovedì 12 Aprile 2007, 19:14
    —
uomodelbosco ha scritto:
E qui mi chiedo ancora di più: ma i ragazzi sono interessati alla natura? Desiderano ancora l'avventura nei boschi? O sono gli pseudo-Capi Scout a renderli animali da tana?


La terza che hai detto.

Le attività di Scouting ( costruire una bussola e usarla ad esempio ) li attirano come mosche sul miele. Secondo la mia esperienza le ragazze di 13-14 anni sono le più interessate allo scouting.
Il punto relativo alla formazione è determinante: non nell'insegnare lo scouting ai capi, ma nel ricordargli che lo strumento del metodo principe è lo scouting.

#65:  Autore: rinoceronte caparbio MessaggioInviato: Giovedì 12 Aprile 2007, 21:50
    —
Come avete già detto voi, siete OT.
Detto topic riguarda la formazione capi, se volete parlare di "scouting" aprite un topic apposta.
E' per mantenere l'ordine...

#66: Re: Iter Formazione Capi Autore: jumpjack MessaggioInviato: Lunedì 23 Aprile 2007, 09:08
    —
aki81 ha scritto:
Cari Capi e Capo, cosa ne pensate della proposta di modifica dell'iter di Fo.Ca. che sarà oggetto di discussione e votazione al prossimo Consiglio Generale?

link?

#67:  Autore: rinoceronte caparbio MessaggioInviato: Lunedì 23 Aprile 2007, 12:49
    —
Cerca nei documenti preparatori.

#68:  Autore: lufrix MessaggioInviato: Giovedì 03 Mag 2007, 23:54
    —
in linea generale e con qualche lacuna, ecco l'indirizzo si cui si costruirà il nuovo iter di fo.ca. al prossimo c.g. 2008

- approvato il CFP con contenuti nazionali e modalità regionali
- obbligatorietà della sequenza CFP -> CFM senza indicazioni temporali di partecipazione tra i due eventi
- CFM indispensabile per ottenere l'autorizzazione alla conduzione all'unità
- con il CFM si ha l'autorizzazione da parte della zona (senza deroghe) per condurre l'unità per il quale si è fatto il CFM per 3 anni ma per il terzo si viene sottoposti ad una ulteriore verifica personale circa la partecipazione agli eventi, alla democrazia associativa etc...
- non approvato l'evento di verifica dopo il CFM
- rimasti 12 mesi obbligatori tra CFM e CFA e bocciati i 24
- CFA obbligatorio per richiedere la Nomina a Capo
- Se frequentato il CFA non serve partecipare ad un CAM in caso di cambio branca
- approvati i criteri per richiedere la Nomina a Capo (tra cui quello per il quale per richiederla devono essere passati almeno 12 mesi dal CFA)
- non è stata presa in esame ma rimandata al prox anno l'eventualità di dividere Nomina a Capo/Wood Badge
- il nuovo iter è stato deciso sarà comunque attuato in modo generalizzato
- le modifiche ai regolamenti e i contenuti e le modalità degli eventi saranno all'odg del c.g. 2008

#69:  Autore: uomodelbosco MessaggioInviato: Venerdì 04 Mag 2007, 07:47
    —
Scusami se sono un pò gnucco, ma in soldoni qual'è la tempistica di chi si appresta a fare il Capo?
A spanne mi sembra che prima di arrivare a condurre l'unità passino 4-5 anni...e quelli che non sono tizzonati che fanno?

#70:  Autore: lufrix MessaggioInviato: Sabato 05 Mag 2007, 00:24
    —
nel momento in cui fai il cfm sei autorizzato a fare il capo unità x 3 anni per la branca di cui hai fatto il campo...

#71:  Autore: aurelianoResidenza: Fra Bolzano e Trento... MessaggioInviato: Sabato 05 Mag 2007, 11:17
    —
lufrix ha scritto:
nel momento in cui fai il cfm sei autorizzato a fare il capo unità x 3 anni per la branca di cui hai fatto il campo...


In un mondo ideale forse funzionerebbe.
Ma sappiamo che spesso, per venire incontro ad emergenze o a poca lungimiranza da parte della CoCa, non è detto che io riesca a stare 4 anni (1 di tirocino, poi il cfm e poi gli altri tre anni in cui mi viene "permesso" di fare il capo unità per la branca di cui ho fatto il campo) nella stessa unità.

Io, per esempio, ho fatto i miei primi due anni in E/G, nel secondo anno ho fatto il cfm;
poi sono passato in l/c (Be'...vero è che ho anche cambiato gruppo...)per tre anni;
E' andata bene che il primo anno di l/c ero solo un aiuto, altrimenti come avrei fatto?? (considerando che non era passato un anno dal cfm...)

#72:  Autore: lufrix MessaggioInviato: Domenica 06 Mag 2007, 19:26
    —
aureliano ha scritto:
lufrix ha scritto:
nel momento in cui fai il cfm sei autorizzato a fare il capo unità x 3 anni per la branca di cui hai fatto il campo...


In un mondo ideale forse funzionerebbe.
Ma sappiamo che spesso, per venire incontro ad emergenze o a poca lungimiranza da parte della CoCa, non è detto che io riesca a stare 4 anni (1 di tirocino, poi il cfm e poi gli altri tre anni in cui mi viene "permesso" di fare il capo unità per la branca di cui ho fatto il campo) nella stessa unità.

Io, per esempio, ho fatto i miei primi due anni in E/G, nel secondo anno ho fatto il cfm;
poi sono passato in l/c (Be'...vero è che ho anche cambiato gruppo...)per tre anni;
E' andata bene che il primo anno di l/c ero solo un aiuto, altrimenti come avrei fatto?? (considerando che non era passato un anno dal cfm...)


direi che CAM ed eventualmente il CFA sono una buona soluzione no?

#73:  Autore: rinoceronte caparbio MessaggioInviato: Lunedì 07 Mag 2007, 01:00
    —
Credo che il consiglio sia andato nella direzione opposta rispetto a quella che la base (o perlomeno io) auspicava...

#74:  Autore: uomodelbosco MessaggioInviato: Lunedì 07 Mag 2007, 11:05
    —
Quoto rinocerontecaparbio

#75:  Autore: aurelianoResidenza: Fra Bolzano e Trento... MessaggioInviato: Lunedì 07 Mag 2007, 13:18
    —
lufrix ha scritto:
aureliano ha scritto:
lufrix ha scritto:
nel momento in cui fai il cfm sei autorizzato a fare il capo unità x 3 anni per la branca di cui hai fatto il campo...


In un mondo ideale forse funzionerebbe.
Ma sappiamo che spesso, per venire incontro ad emergenze o a poca lungimiranza da parte della CoCa, non è detto che io riesca a stare 4 anni (1 di tirocino, poi il cfm e poi gli altri tre anni in cui mi viene "permesso" di fare il capo unità per la branca di cui ho fatto il campo) nella stessa unità.

Io, per esempio, ho fatto i miei primi due anni in E/G, nel secondo anno ho fatto il cfm;
poi sono passato in l/c (Be'...vero è che ho anche cambiato gruppo...)per tre anni;
E' andata bene che il primo anno di l/c ero solo un aiuto, altrimenti come avrei fatto?? (considerando che non era passato un anno dal cfm...)


direi che CAM ed eventualmente il CFA sono una buona soluzione no?



Sì, ma nel mio esempio non erano ancora passati 12 mesi dal Cfm e quindi non avrei potuto fare il Cfa...

Quoto Rinoceronte caparbio.



Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Comunità Capi

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo  rimuovi impaginazione
Pagina 5 di 6

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group