ma è normale???
visualizza i messaggi da
# a # FAQ
[/[Stampa]\]

Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Si avvicinò e camminava con loro

#1: ma è normale??? Autore: ape90Residenza: mogliano v.to MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 23:10
    —
è normale che dei ragazzi che fanno scout da 5 anni e sono in 2 superiore abbiano un rifiuto categorico per la preghiera in ogni sua forma???
a molti dei miei amici scout è stata rivolta la domanda: "cosa non soppporti degli scout e perche"...la risposta è arrivata quasi all'unisono...la preghiera perche è troppo lunga e noiosa....
io non l'ho mai pensato...ma non ho mai deto di essere contraria perche avevo paura di esssere presa in giro(ma questo non centra)...secondo voi è normale perche è una fase di crescita oppure c'è qualche altro motivo(o sono io la marziana Wink )?

#2: Re: ma è normale??? Autore: gianResidenza: Padova e provincia MessaggioInviato: Mercoledì 23 Agosto 2006, 23:57
    —
ape90 ha scritto:
è normale che dei ragazzi che fanno scout da 5 anni e sono in 2 superiore abbiano un rifiuto categorico per la preghiera in ogni sua forma???
a molti dei miei amici scout è stata rivolta la domanda: "cosa non soppporti degli scout e perche"...la risposta è arrivata quasi all'unisono...la preghiera perche è troppo lunga e noiosa....
io non l'ho mai pensato...ma non ho mai deto di essere contraria perche avevo paura di esssere presa in giro(ma questo non centra)...secondo voi è normale perche è una fase di crescita oppure c'è qualche altro motivo(o sono io la marziana Wink )?


per me dipende dall'età... se sono in seconda superiore per me è solo la crescita, o per farsi vedere...
Quando cresci, invece, il decidere di non seguire la religione può essere una scelta ragionata e pensata a lungo...

#3:  Autore: Furetto determinatoResidenza: Roma (Gruppo Rm 135) MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 10:15
    —
A volte certe prese di posizione(lo dico per esperienza personale e non nel mio clan)si prendono perchè magari si vorrebbero fare tante domande e sapere tante cose che non quadrano ma non si ha nè la voglia nè il coraggio.In ogni caso in ambito agesci i capi dovrebbero curare anche quell'aspetto e cercare di trovare i modi per colmare dubbi o spiegare cose che non si sanno(magari insieme ad un a.e.)

#4:  Autore: 20coccy03Residenza: Provincia di vicenza MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 10:47
    —
il problema,secondo me,è che i capi stessi non sono pronti per testimoniare la fede...cioè...non studiano "metodi efficaci" per farla conoscere ai ragazzi...
poi gli a.e. sono,purtroppo,non sempre presenti perchè gran parte di loro hanno una parrocchia intera da gestire.

comunque nel mio gruppo ci sono molte persone che non vogliono pregare perchè,secondo me,c'è proprio una mentalità piena di pregiudizi a riguardo---eppure le occasioni sono tantissime e tanto forti(s.antimo,francescout,bose,...)

#5:  Autore: Furetto determinatoResidenza: Roma (Gruppo Rm 135) MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 10:55
    —
Si ma i capi scout agesci sono educatori secondo la fede cattolica.Non ci si può nascondere dietro al fatto che non sono in grado di rispondere a certe domande o di arginare certi problemi.Se un'assistente ecclesiastico non è presente per ovvi motivi non criticabili i capi devono potersi ritagliare un po' di tempo con lui per i problemi dei ragazzi.Lo dico perchè in un momento di calo della mia fede (e della fede d molti in clan) i miei capi hanno fatto di tutto per farci un quadro completo delle soluzioni ai nostri problemi, anche se non sempre c'era l'assistente ecclesiastico.In ambito agesci, è il loro compito.

#6: fase periodica Autore: RaffaeleResidenza: Matera MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 13:51
    —
A volte il rifiuto della religione, della preghiera o magari anche dell'uniforme stessa è legata a momenti di crescita propri dell'adolescenza e che possono continuare anche in età avanzata. Da parte mia, nonostante l'età, mi sento sempre in costante cammino perchè la crescita in tal senso non ritengo sia mai definitiva.
Anche nel mio gruppo la presenza dell'assistente è auspicabile ma inesistente.... e noi capi facciamo quello che possiamo testimoniando Cristo prima di tutto con il nostro modo di essere, con il nostro comportamento, con il nostro esempio paziente e mai intransigente. Anche il nostro modo di fare catechesi è gestito dai ragazzi e ci si sforza di trovare veramente il lato etico di ogni cosa. La preghiera invece è una cosa molto personale che riusciamo a volte a tirar fuori solo utilizzando i bigliettini, magari a fine giornata o subito dopo un momento di riflessione e veramente tutti partecipano e la ricchezza di interventi firmati per giunta, è notevole. Non è vero che siamo "poveri in spirito", forse un po' pigri sì... abbiamo bisogno solo di tempo e al momento giusto chi ha ben seminato è sicuro di raccogliere. Al di là dell'associazione sai quanta gente è ipocrita, si sposa in chiesa solo per salvare le apparenze, partecipa a funzioni religiose solo perchè....... insomma è normale che in riparto ed in clan ci sia qualcuno che ha il coraggio di ammettere i suoi dubbi e la ricerca comunitaria di una verità testimoniata da capi "adulti" e "maturi" che hanno già fatto le loro scelte aiuta tantissimo.
Tempo fa ho fatto una route ad Assisi e, abbiamo cercato in tutti i modi di cogliere quel lato spirituale proprio di una route francescana in Umbria... ebbene, uno degli ultimi giorni, proprio nella chiesa di San Francesco, una scolta che si è sempre dichiarata atea, mi ha chiesto se c'era tempo perchè voleva confessarsi.... Le ho risposto che aveva tutto il tempo che desiderava. Eppure non mi sembra di aver mai calcato la mano, nè con lei, nè con altri. Non dobbiamo però perdere di vista il fatto che siamo in Agesci e che quindi la nostra è una proposta che i ragazzi possono accettare o meno..... una proposta che tuttavia deve seguire il suo corso e che siamo liberi di seguire oppure no. Il capo invece, non solo deve essere coerente con la proposta ma addirittura congruente.
Buona Strada
Raffaele

#7:  Autore: Furetto determinatoResidenza: Roma (Gruppo Rm 135) MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 13:55
    —
Sono d'accordo ma sicuramente hai espresso meglio tu quella che è anche la mia idea!In ogni caso, anche a detta dei miei capi, momenti di dubbio e di "ateismo" possono esserci in qualsiasi momento della vita...

#8:  Autore: Jack Mariello MessaggioInviato: Giovedì 24 Agosto 2006, 17:51
    —
Secondo me è assolutamente normale avere una crisi di fede a quell'età,io stesso(quest'anno ho preso la patenza) l'ultimo anno di reparto mi professavo ateo...
Sono gli anni di clan ha fornirci gli elementi per trovare una risposta,sta poi anoi trovarla o no...

#9:  Autore: ape90Residenza: mogliano v.to MessaggioInviato: Venerdì 25 Agosto 2006, 23:46
    —
ma perche io non ho per adesso questo rifiuto assoluto per la preghiera...??

#10:  Autore: 20coccy03Residenza: Provincia di vicenza MessaggioInviato: Sabato 26 Agosto 2006, 00:24
    —
non è che è automatico avere un rifiuto per la preghiera...
può succedere ma non è anormale non averlo

#11:  Autore: cammyResidenza: Busto arsizio MessaggioInviato: Domenica 27 Agosto 2006, 14:39
    —
ho tanti pensieri sull'argomento, che sono, purtroppo, chiusi in testa e impossibilitati ad uscire.
secondo me il "dramma" (perchè è così che lo state figurando) della fede non è altro che un ragionamento molto contorto causato soprattutto dalla troppo presenza della relatività. perchè è molto facile criticare gli atei credendo, che lo sono per il semplice fatto della mancaza di voglia di sforzarsi un attimo.. ma pensiamo alle migliaia di cattolici che pensano: "io sono cattolico, però a messa ci vado solo se non ho niente da fare e soprattutto se mi sveglio, e sulla confessione non perdo tempo dal prete, ci penso da solo a chiarire i miei peccati con Dio..." questo è un ragionamento che fanno, anzi facciamo in molti..preferisco vedere un ateo che dietro un ragionamento (semplice o contorto che sia) ha deciso di non sforzarsi e di fare quindi il S. Tommaso della situazione, che vedere cattolici ipocriti, incoerenti e relativisti che inseguono chissà chi...

non mi permetto assolutamente di criticare i vostri discorsi, anche perchè mi sembrano abbastanza corretti, ma voglio semplicemente dirvi che è facile supporre che siano problemi della crescità (passaggio dall'adolescenza alla tardo-adolescenza) o semplicemente rompimento di scatole..

provate invece a chiedervi che tipo di ragionamente ci sta dietro a quei comportamenti. la cosa certa è che finchè guarderete sollo dall'esterno vedrete solo della maschere a volte impenetrabili, ma provate ad arrabattarvi contro e scoprirete un mondo fatto solo di domande e di quesiti di cui esiste solo una risposta: Dio
sapete non è per tutti facile andare avanti con solo (scusate) 3 lettere.

P.S. per tutti quanti: dalle mie parole crederete forse che io sia uno dei tanti atei.
Sono in dirittura di Partenza. Punto della Fede: Sono in cammino (alla fine quello è infinito)- e ho fatto la mia scelta di fede.
I miei discorsi sono scaturiti dal rapporto che ho con una mia cara amica atea

signori credo che sia tutto.

buona strada

roberto

#12:  Autore: Gabbiano lealeResidenza: Mestre (VE) MessaggioInviato: Domenica 18 Marzo 2007, 23:14
    —
...il cammino spirituale che ho percorso e sto percorrendo nella mia comunità è stato ed è molto utile per comprendere meglio la stessa vita e la mia missione in essa, di sicuro molto più utile, dal mio punto di vista e dalla mia esperienza, di 8 anni di catechismo che mi hanno inculcato in testa solo dei dogmi senza un parallelismo con la vita di tutti i giorni... ore infinite e noiose era la cosa che non sopportavo in assoluto...mentre durante le attività, e soprattutto ora che sono in noviziato, il momento di preghiera (almeno per me) è un momento di riflessione e piacevole poichè scambi opinioni in poche parole si è attivi...non come ascoltare salmi interminabili di cui alla fine non ricordi niente...

tutto questo per dire che forse i momenti di preghiera non dovrebbero essere momenti con l'utilità di elencare regole e cose che si possono o non si possono fare secondo i testi sacri e se vengono animati aprendo discussioni partendo comunque da testi sacri ma semmai introdotti da scenette o da un gioco oltre a essere apprezzati dai ragazzi diventano anche più utili...



Scout C@fé: Il Forum degli Scout -> Si avvicinò e camminava con loro

Pagina 1 di 1

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group