Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Castorini
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
Bombo



Età: 32
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 24/08/07 12:12
Messaggi: 472
Residenza: ROMA

MessaggioInviato: Martedì 09 Ottobre 2007, 15:29    Oggetto: Rispondi citando

Scusate la domanda, ma per ampliare la mia conoscenza del mondo scout: Cosa sono i castorini? Potete rispondermi please?
Top
sponsor
sponsor
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Martedì 09 Ottobre 2007, 15:52    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
E se fosse vissuto oggi invece che cent'anni fa forse avrebbe pensato anche a qualcosa "prima" dei lupetti!

Mmm...questa è una ipotesi. Una conferma del contrario è che, sebbene pressato, non ha pensato ad una branca adulti.
Citazione:
Non fermiamo lo scoutismo al semplice "scouting"...con lupettismo e roverismo BP ha dimostrato come sugli ideali scout si può lavorare anche in maniera diversa!

Certamente, ma gli scout si chiamano così per la peculiarità dello scouting e di quel che gli gira intorno.
Fare i cartelloni colorati con bimbi di 5 anni che indossano un fazzolettone non è scouting, è "cartelloning", è "pennarelling", è "coloriamo-il-mondo", ma non è scoutismo.
E, ripeto, lo scouting del lupettismo e del roverismo è coerente e soprattutto vagliato con attenzione dal fondatore che, tra l'altro, ne ha scritto dei libri.
Vale forse la pena ricordare come BP sostenesse che in caso di dubbi non c'era che da rileggersi quanto lui aveva scritto e che un Capo dovrebbe ogni tanto rileggersi i suoi libri per restare fedele al metodo che LUI e non Pinco della Terradimezzo ha ideato. E nei suoi libri non c'è traccia nè di coccinelle nè tantomeno di castori.
Citazione:
Non ci sono tante altre proposte tanto che alcuni gruppi hanno abbracciato il metodo dei castorini per rispondere ad un bisogno! Lo scoutismo non è il fine ma il mezzo! Il fine è educare (anzi autoeducare) alle scelte della partenza! Il fine è cambiare il mondo creando buoni cittidini! Chi sente questo bisogno, entra in agesci a lavorare per l'educazione dei ragazzi facilmente sentirà la necessità dei più piccoli e se possibile cercherà di aiutarli!

Sentire il bisogno di aiutarli è un conto, forzare il metodo è una cosa ben diversa e che non accetto.
Il metodo è stato ideato per una certa fascia di età e a quella si rivolge.
Ripeto che lo scoutismo non è la medicina per ogni necessità della società. Per i problemi di quella età ci sono altri sistemi e modi di aggregazione, basta volerli trovare.
Lo scoutismo è un mezzo, certo, ma è anche un fine che deve mantenere una sua identità ben definita se non vuole finire per non essere niente.
Top
Veleno



Età: 45
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Martedì 09 Ottobre 2007, 16:48    Oggetto: Rispondi citando

uomo i castorini sono castorini e rimarrano sempre castorini!! Nessuno cerca di stravolgere lo scoutismo....la sola domanda che penso sia normale porsi è....se nel mondo i castorini stanno entrando in molte associazioni scout, se in italia le colonie sono gestite tutte o quasi da persone che sono anche capi scout o che comunque ruotano attorno all'agesci e se comunque viene proposta l'attività dei castorini come avvicinamento allo scoutismo.....ha ancora senso lasciarle i castorini come associazione a se? Per i bambini e per i capi che fanno servizio (in agesci e in aic) è più utile la divisione o un'unica associazione???

La presenza o meno dei castorini non modifica le attività di LC, EG o RS! Non si cambia o si stravolge il metodo!!
Certi aspetti del "metodo scout" sono ripresi dai castorini (ma anche da molte altre realtà educative) ma questo non lo vedo certo come uno stravolgimento...semplicemente cercano di fare il loro servizio nel modo migliore!!
Nel documento sulle sperimentazioni agesci-aic ed il loro accordo viene anche evidenziato come i castorini non stiano usando capi "agesci" ma richiamando excapi o extrassociativi! Non c'è quindi neanche il consumo di risorse...

Per Bombo
Non so molto dei castorini quindi posso solo consigliarti di guardare il loro sito....comunque a grandi linee sono un servizio di educativo rivolto a bambini dai 5 ai 7 anni che ha finalità simili a quelle scout. In molte nazioni i castorini sono entrati a far parte delle associazioni scout diventando la quarta branca. In italia sono un'associazione a parte (AIC) con cui l'agesci ha stretto un accordo e su cui sta sperimentando da diversi anni con buoni risultati.
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Martedì 09 Ottobre 2007, 17:18    Oggetto: Rispondi citando

Eh, mio buon Veleno, il tuo discorso non fila liscio...
Come puoi sostenere:
Citazione:
La presenza o meno dei castorini non modifica le attività di LC, EG o RS! Non si cambia o si stravolge il metodo!!
Certi aspetti del "metodo scout" sono ripresi dai castorini (ma anche da molte altre realtà educative) ma questo non lo vedo certo come uno stravolgimento...

e poi:
Citazione:
se nel mondo i castorini stanno entrando in molte associazioni scout, se in italia le colonie sono gestite tutte o quasi da persone che sono anche capi scout o che comunque ruotano attorno all'agesci e se comunque viene proposta l'attività dei castorini come avvicinamento allo scoutismo.....ha ancora senso lasciarle i castorini come associazione a se?
?
Capisci che sono due cose in disaccordo.
I casi sono due:
1) I castori sono scout. Allora dimostriamolo, cosa che mi sembra francamente difficile...
2) I castori non sono scout ma "ne utilizzano delle parti". Allora non è nemmeno necessario discutere se siano o no una possibile branca.
Cito dal loro sito:
Citazione:
Le attività, la struttura interna alla Colonia (così si chiamano le unità dell'Associazione Italiana Castorini), la progressione personale sono portate avanti seguendo i principi e il metodo dello scoutismo di Baden-Powell adattato per l'età dei bambini

Cioè? Dato che il fondatore non si è espresso per questa fascia di età i casi sono due: o si tratta di una libera interpretazione (e allora nonsono scout), oppure sono una forzatura della branca superiore.
Citazione:
di fatto ogni Colonia associata ad un gruppo AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) viene vista come una quarta branca in tutto e per tutto rientrante nel Progetto Educativo di Gruppo.

Questa è una dichiarazione che va al di là del "sperimentiamo"...
Citazione:
L'ambiente fantastico, in cui sono inserite tutte le attività, racconta di una colonia di castorini che vive insieme intorno alla diga.
Il racconto è molto semplice e privo di specifici contenuti morali, e permette l'utilizzo di qualsiasi altra ambientazione.

Non male, mi sembra che per i lupi sia un pò diverso e che i contenuti ci siano eccome. E poi: non vi va la diga? nventatevi ciò che volete, tanto il racconto permette di tutto...
Citazione:
Nel percorso di crescita ha un peso molto grande la stimolazione da parte del capo più che l'autoeducazione.

Ovvio, sono così piccoli. Ma se viene a mancare l'autoeducazione ha senso parlare di scout?
Perchè qui viene il bello:
Citazione:
I castorini, come qualsiasi scout, si impegnano a rispettare un patto, una legge e un motto.

Dunque: abbiamo appena detto che non c'è autoeducazione, ma viene richiesta l'adesione ad un patto ad una legge e ad un motto...
Citazione:
vivono in un clima di gioia, affetto e tranquillità i giochi e le esperienze che i Vecchi Castori (i Capi) propongono loro.

Mi ripeto: bello, adatto all'età, ma non scout.
Dov'è l'avventura?
Dov'è l'autoeducazione?

Mah...a me sembra che la voglia di farli passare per scout ci sia, e anche tanta!!
Top
Veleno



Età: 45
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Martedì 09 Ottobre 2007, 20:00    Oggetto: Rispondi citando

I castorini sono un "andando verso" lo scoutismo! Non possono, per l'età a cui si rivolgono, fare attività scout al 100% ma cercano di far passare i primi piccoli elementi, le prime traccie di quella che sarà la loro pista, sentiero, strada! Ripeto io non riesco a vederci nulla di male in questo!!
Lo scoutismo è la naturale prosecuzione della vita del castorino...perchè l'associazione scout non dovrebbe riconoscerli? Perchè li deve lasciare fuori?
Non mi piacciono le lotte di principio....un'associazione unica o due separate dev'essere una scelta presa su basi concrete, guardando al bene dei ragazzi!
Da capo Agesci il castorino "interno" all'associazione mi darebbe maggior tranquillità sul percorso formativo specifico fatto dai loro capi! Oggi sono formati non so dove, non so come....questo un po' mi preoccupa! Mi permetterebbe di inserire la colonia nel PEG quindi vederli come base per gettare quei primi semi che con il tempo cresceranno. Lati negativi....boh? Non ne trovo...ma bisognerebbe pensarci bene!! Una quarta branca che comunque secondo me non dovrebbe essere obbligatoria eh...attenzione...si fa dove c'è richiesta e possibilità! No, non ci vedo nulla di male!!
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 08:07    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
eh...attenzione...si fa dove c'è richiesta e possibilità! No, non ci vedo nulla di male!!


veleno ha scritto:
Nel documento sulle sperimentazioni agesci-aic ed il loro accordo viene anche evidenziato come i castorini non stiano usando capi "agesci" ma richiamando excapi o extrassociativi! Non c'è quindi neanche il consumo di risorse...


Questo per me è già male.
Non è vero che non si consumano risorse, si consumano eccome! E anche di quelle buone, dato che con i tempi che corrono è meglio avere capi in servizio nelle branche tradizionali che non in questa cosa.
Ma attenzione: dove sta l'inghippo?
E' una attività seria che viene richiesta o non è, forse, un vedere in essa una gratificazione del Capo che non può (per età/impegni/famiglia) occuparsi di branche ben più impegnative?
E' evidente che l'impegno richiesto da una qualunque di queste branche non è paragonabile al far giocare dei bimbi di 5 anni.
E ancora mi ripeto: a BP cosa costava estendere il metodo a quella fascia di età?
Forse non è che ci ha pensato ma ha concluso che non sarebbe stato possibile fare scoutismo con bimbi così piccoli?
Io una piccola ricerca su internet l'ho fatta, ma non ho trovato niente che mi dimostri che essi sono scout, al di là delle apparenze del fazzolettone e dell'uniforme.
Top
Veleno



Età: 45
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 09:51    Oggetto: Rispondi citando

Due parti del documento agesci sui castorini

Citazione:
La validità del suo metodo educativo e la sua caratteristica genuinamente scout sono dimostrate dai risultati positivi, confermati dal proseguimento del cammino dei bambini nelle successive branche (i primi di essi, in alcuni casi, sono già in Co.Ca.) e dal riconoscimento ricevuto finora sul Castorismo italiano, durante i convegni internazionali tenuti negli anni passati.


Citazione:
Si è potuto inoltre rilevare che il servizio nel Castorismo non ha finora sottratto forze ai servizi nelle altre unità ma ha anzi coinvolto nell’opera educativa adulti di provenienza extra-associativa, capi "di ritorno", ma difficilmente recuperabili altrimenti e, infine, membri del MASCI.


Il castorino è un bambino che gioca "a fare lo scout" e continuo a non vedere che male ci sia in questo! Sicuramente i castorini portano vai meno tempo di altre branche quanto ad essere più "facile e leggera" prova a passare un po' di tempo con dei bambini di 5 anni e poi vediamo!! E' molto più difficile ed impegnativo!!
BP te lo ripeto non poteva preveder questo mondo....la sua società era molto diversa da questa, lui ha tracciato un metodo non ha scritto un Vangelo da seguire alla cieca!! Ti ripeto, se fosse morto prima non avremmo neppure i lupetti!! Nella sua idea iniziale non c'era posto per loro!! E non è stato lui a pensarci....sono stati i capireparto che continuavano a mandar via bambini troppo piccoli per fare EG a chiedergli di fare qualcosa! Nasce così il lupettismo, bambini troppo piccoli per fare gli esploratori che assaggiano la vita scout iniziando a giocare al grande gioco in maniera molto soft!
Se il problema dei castorini è solo il nome "scout" allora lasciamo perdere, lasciamo due associazioni separate ma smettiamola di guardarli dall'alto in basso solo perchè sono dei piccoli bambini che giocano a fare gli scout quando ancora non lo sono!!

Mi piacerebbe però sentire chi castorino lo è stato o chi li segue e li vede da vicino....tanto la verità è che ti stanno antipatici perchè loro sono piccoli e carini e tu vecchio e brutto! Twisted Evil Laughing
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 10:09    Oggetto: Rispondi citando

veleno ha scritto:
Il castorino è un bambino che gioca "a fare lo scout"

In questo è condensato tutto il non senso del castorinismo.
NON si gioca a fare lo scout.
SI E' scout. Se essere scout, per via dell'età troppo giovane, non è possibile, è ovvio che essi non sono scout.
Citazione:
prova a passare un po' di tempo con dei bambini di 5 anni e poi vediamo!!

Tipo mia nipote che ne ha 5?
E i figli dei miei amici, alcuni dei quali in quella fascia di età?
E' pesante, fisicamente, ma non possiamo dire che ci sia un impegno "cerebrale", dato che tutto non può che risolversi nel giocare e basta.
Citazione:
BP te lo ripeto non poteva preveder questo mondo....la sua società era molto diversa da questa, lui ha tracciato un metodo non ha scritto un Vangelo da seguire alla cieca!!

Lungi da me l'idea di santificare BP, ma lui stesso ha detto di rileggersi continuamente ciò che aveva scritto, per cui Vangelo non è, ma fondamento al quale attenersi lo è di certo. Altrimenti si fa altro, simile, ma non scoutismo.
Citazione:
tanto la verità è che ti stanno antipatici perchè loro sono piccoli e carini e tu vecchio e brutto!

Laughing Laughing Mi hai beccato!
Ma non temere: "io creeesceròòòò, bellissimissimoooo saaaaaròòòò!"
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 14:07    Oggetto: Rispondi citando

veleno ha scritto:
Ti ripeto, se fosse morto prima non avremmo neppure i lupetti!!

Dimenticavo...
Il manuale dei lupetti è uscito nel 1916, e BP è morto nel 1941...
25 anni mi sembrano abbastanza, considerando anche l'esplosione del movimento, per decidere in merito a "qualcosa prima dei lupetti".
Se non è accaduto non è un caso...
Top
sponsor
sponsor
Veleno



Età: 45
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 14:23    Oggetto: Rispondi citando

Confrontiamo la società del 1940 con quella del 2007?
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 16:20    Oggetto: Rispondi citando

Veleno ha scritto:
Confrontiamo la società del 1940 con quella del 2007?


Proviamoci...
I due casi:
1) Le due realtà non sono poi così diverse. In tal caso il metodo più resta fedele alla linea indicata più è rispondente alle necessità.
2) Le due realtà sono profondamente diverse. In tal caso c'è allora da mettere in dubbio tutto lo scoutismo, dato che è nato e si è modificato restando tuttavia fedele (in alcuni casi, in altri meno) all'impianto originario.
Aperta parentesi: ci hanno già provato negli anni 60/70 e alcuni dei loro macelli sono tuttora circolanti.
In questo contesto come si collocano i castori?
Nel primo caso sarebbero fuori luogo, e nel secondo?.
Tuttavia: se lo scoutismo esiste ancora non è per le innovazioni, che ne hanno invece intaccato la solidità, ma è per la resistenza alle novità inutili.
Io sono per una terza via:
3) Le due realtà sono cambiate, ma non così tanto da giustificare manipolazioni del metodo.
Top
Veleno



Età: 45
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 05/12/05 09:41
Messaggi: 307
Residenza: Genova

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 16:49    Oggetto: Rispondi citando

Non penso serva a molto se siamo solo in due a parlarne!
Direi che le posizioni sono chiare.....io continuo a vederlo come un plus allo scoutismo, un modo per i bambini di avvicinarsi al metodo ed iniziare un cammino.
Tu come un danno! Quello che non capisco è....secondo te così è meglio? Con due associazioni comunque vicine e legate (perchè alla fine il castorino entra negli scout e perchè comunque sono spesso excapi scout a fare castorini) funziona meglio che una sola associazione?
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 17:08    Oggetto: Rispondi citando

Hai ragione, se siamo in due la discussione non viene arricchita.
La mia posizione è abbastanza chiara: non sono scout, sono meritevoli di una iniziativa per quella fascia di età, ma trovo fastidioso che venga bollata come scout.
Non avrei nulla da dire se fossero bimbi con un ambiente fantastico per loro e basta. Ma che si voglia spacciare per scoutismo, questo non mi va giù.
Altrimenti è facile: mio figlio ha 8 mesi.
Mi invento i "piccoli topini della tana", li faccio giocare per quel che possono "ispirandomi a BP", gli metto una tutina azzurra con i distintivi e un fazzolettone e voilà: siete pronti per la 5° branca?
Top
cammy



Età: 35
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 05/05/05 09:56
Messaggi: 350
Residenza: Busto arsizio

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 20:14    Oggetto: Rispondi citando

io sono entrato negli scout che avevo 4 anni, e sono stato messo con i castorini...sono ancora in associazione

L'ultima modifica di cammy il Giovedì 11 Ottobre 2007, 00:03, modificato 1 volta
Top
Dubbiosa





Registrato: 10/09/07 08:40
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Ottobre 2007, 20:45    Oggetto: Rispondi citando

<<2) Le due realtà sono profondamente diverse. In tal caso c'è allora da mettere in dubbio tutto lo scoutismo, dato che è nato e si è modificato restando tuttavia fedele (in alcuni casi, in altri meno) all'impianto originario.
Aperta parentesi: ci hanno già provato negli anni 60/70 e alcuni dei loro macelli sono tuttora circolanti.>>

Cosa intendi esattamente per "macelli"?
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 2 di 5


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org