Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Co. Ca.: (non) esiste la gerarchia! Polemicità o silenzio?

 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
fratel bigio



Età: 35
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 29/10/06 23:14
Messaggi: 114

MessaggioInviato: Domenica 13 Dicembre 2009, 21:45    Oggetto: Co. Ca.: (non) esiste la gerarchia! Polemicità o silenzio? Rispondi citando


Per spiegare cos'è la comunità capi il metodo dell'Agesci dice ciò che segue:
"La comunità capi è formata da un numero variabile di adulti (dai 5-6 ai 20-30) di età superiore ai 20 anni, tra i quali almeno uno deve essere in possesso di nomina a capo. Al suo interno non esiste gerarchia e tutti gli adulti hanno pari valore e dignità. Gli adulti e i Capi della comunità capi devono aderire alle scelte e alle linee guida che AGESCI ha espresso nel Patto Associativo."

Mi sorge spontanea una domanda sulla parte che recita "Al suo interno non esiste gerarchia e tutti gli adulti hanno pari valore e dignità.": ma è davvero così???

Nel mio gruppo questa frase viene ripetuta all'infinito, ma in sostanza ciò non avviene mai! Purtroppo ogni volta che provo a far notare questa cosa vengo presa per la persona "polemica" e, così, è da un po' che tengo per me queste cose, tuttavia non si va mai verso il sentirci tutti uguali, senza gerarchia e con lo stesso valore e la stessa dignità.

Cito solo l'ultimo episodio che si è avuto: quest'anno sono stati rivoluzionati gli staff delle varie branche. Già dall'inizio dell'anno si sapeva che la nuova maestra dei novizi, nonché capo gruppo, sarà assente per 3-4 mesi per motivi di lavoro. La settimana scorsa ha deciso di comunicare il suo dubbio in merito al buon lavoro che avrebbe potuto fare il maestro dei novizi da solo con i ragazzi, in quanto poco affidabile nel seguire il metodo scout e nel poter seguire bene i ragazzi. A me avrebbe fatto piacere che se ne fosse parlato in Comunità Capi e, possibilmente, anche in presenza del maestro dei novizi, spiegandogli le ragioni che lo fanno apparire come un capo poco affidabile, sia per una crescita del capo stesso, che per una crescita dell'intera comunità nel concetto di "unità". Purtroppo ciò non è avvenuto! La maestra dei novizi ha deciso di parlarne in una "riunione" apposita, non in Co. Ca., ma solo tra i capi brevettati (comprendendo tra questi anche coloro che hanno partecipato al cfa e da poco fatto la richiesta di nomina a capo, questo perché, a suo avviso, sono vicini ad essere brevettati). Ma i capi non erano tutti uguali??? Un capo presente da tanti anni, che per motivi di studio o di lavoro ha dovuto rimandare la partecipazione al cfa e, quindi, ancora non è un capo brevettato, ma comunque in gamba, capo unità, che conosce il metodo, la pedagogia scout e cerca di rispettarli al meglio e cerca di dare del proprio meglio nel servizio che svolge, ma come questo qualsiasi altro capo presente in comunità capi non ha lo stesso valore e la stessa dignità dei capi brevettati? Perché essere esclusi da questa discussione??? Due giorni dopo questa riunione c'è stata la riunione di Co. Ca., nella quale non si è assolutamente parlato della precedente riunione. In Co.Ca. si è mascherato il vero motivo della scarsa fiducia nelle capacità del maestro dei novizi con una semplice proposta di sostituire la maestra dei novizi con un altro capo durante la sua assenza, in modo da poter dare una mano al maestro dei novizi. Ma in questo modo come può crescere il maestro dei novizi???

Ora mi chiedo e vi chiedo: questo comportamento rispetta ciò che ci dice il metodo riguardo alla comunità capi? E' un comportamento costruttivo per l'unità della comunità?

Ma soprattutto: io sono venuta solo oggi, e per puro caso, a conoscenza di quanto è avvenuto. Ora cosa potrei fare? Dirlo in Co. Ca. in qualche modo, anche attraverso una riflessione o una preghiera, o altro, con l'eventualità di risultare per l'ennesima volta "polemica"? O stare in silenzio e tenermi tutto dentro, perché comunque parlare non servirebbe a nulla? Oppure poter fare altro per cercare di far capire alla mia comunità capi che stiamo andando nella direzione sbagliata???

Sono molto combattuta sulla questione della mia comunità capi e non so cosa potrei fare io! E se sia giusto che io faccia qualcosa o meno!

Top
sponsor
sponsor
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 00:23    Oggetto: Rispondi citando

Credo sia giusto abbattere i muri mentali che ci facciamo.
Quindi, parlane in coca.


SEZIONE IMHO (In My Honest Opinion)
Fai presente prima però ai capigruppo che devi parlare (non di cosa, però, solo che hai bisogno di un'ora perchè senti che non stai svolgendo servizio con serenità).
Poi, A PRESCINDERE di che piega prende la discussione (chiaramente facendola rimanere nei binari della correzione fraterna per entrambi i MdN), informa i RDZ della cosa.

Anche se abbiamo solo una campana...
Top
BOBOMAN



Età: 55
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/11/07 01:30
Messaggi: 1076
Residenza: Far West

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 01:04    Oggetto: Rispondi citando

"Ora mi chiedo e vi chiedo: questo comportamento rispetta ciò che ci dice il metodo riguardo alla comunità capi? E' un comportamento costruttivo per l'unità della comunità?"

Perdona la domanda che, secondo- però- la tua risposta, aprirebbe un VASTOOOOOOOO scenario...domanda...ma tu ti riferisci al metodo od al Metodo?

Snoaring Bear
Orso Ronfante
Orig.Gil.'85
Top
gufopreciso



Età: 33
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 10:19    Oggetto: Rispondi citando

Una "realtà formata dai soli capi brevettati" non esiste da regolamento AGESCI. Vi è appunto la sola CoCa formata da tutti i capi. Vero è che a volte anche da noi capita magari di parlare di una cosa prima tra alcuni (spesso tra le direzioni dei reparti e branchi visto che ci incontriamo spesso), di decidere assieme come comportarci in una situazione (già nota alla CoCa) o di proporre qualcosa alla CoCa, ma tuttavia non viene mai fatto di nascosto nè con lo scopo di sostituirci alla CoCa. Non ci sarebbe stato nessun problema se la Maestra dei Novizi avesse voluto vedersi o parlarne precedentemente con alcuni purchè la decisione venisse presa poi dalla CoCa; voglio dire, parlarne con alcuni può aiutare a limare e smussare le cose, farsi venire nuove idee da proporre in CoCa, ma poi alla riunione di CoCa lei avrebbe dovuto dire le cose come stanno e come le pensa, su questo si sarebbe discusso e poi si sarebbe giunti ad una conclusione. Da come racconti tu sembrerebbe che a CoCa si sia arrivati semplicemente dicendo "X mi sostituirà", che non è corretto. Non è corretto perchè è la CoCa che decide, non è corretto perchè in clima di correzione fraterna e di crescita assieme sarebbe stato opportuno parlare, ed esprimere le opinioni in questioni.

Perciò, chiedi ai Capi Gruppo uno spazio per parlare, senza dire cosa, e poi dici questo. Non che hanno fatto una rinunione tra loro, ma che in quella riunione si sono sostituiti alla CoCa nelle riflessioni e nelle decisioni e che se si pensa qualcosa di tizio bisogna dirlo senza spirito polemico nè accusatorio ma in fraternità.

Non si tratta di essere polemici.
Top
fratel bigio



Età: 35
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 29/10/06 23:14
Messaggi: 114

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 11:00    Oggetto: Rispondi citando

Parlarne si, ma come? Ogni volta che ho semplicemente "parlato" per tirar fuori una discussione mi è sempre stato detto di essere polemica e, quindi, si è tornati sempre al principio, commettendo gli stessi errori. Tutto questo con la motivazione che in tutte le Co.Ca. vi sono dei problemi, quindi non dobbiamo preoccuparci più di tanto. Ok, sono d'accordo con il fatto che in tutte le Co.Ca. ci sono problemi, ma perché non provare a risolverli???
Per affrontare l'argomento avrei intenzione di leggere un testo o far fare un gioco o altro, che potesse mostrare dove la CoCa tende ad andare se ci si comporta contro il senso di comunità, di correzione fraterna e di senso di uguaglianza e da lì far nascere la discussione. Ma non mi viene nessuna idea buona al riguardo e non conosco nessun brano che possa far passare questo...qualcuno ne conosce o può darmi un consiglio?

P.S.: mi riferisco al Metodo, di cui tanto si parla, ma che è sempre troppo poco praticato!
Top
gufopreciso



Età: 33
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 16:15    Oggetto: Rispondi citando

Impuntandosi nel senso buono... "no non è semplice polemica"...
Top
franzos79





Registrato: 03/09/08 15:34
Messaggi: 324

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 17:53    Oggetto: Rispondi citando

Devi sicuramente parlarne in comunità capi. E poi la capogruppo dovrebbe farsi un bell'esame di coscienza, perchè un capogruppo non è lì per giudicare o fare delle riunioni fra il "top della co.ca." (e poi ci sarebbe da discutere che un capo brevettato è meglio di uno non brevettato e dunque ha accesso, secondo questa capogruppo, ad un concistoro di privilegiati) ma per guidare la comunità capi a prendere insieme delle decisioni.
Forse deve imparare a fare la capogruppo con un po' di umiltà
Top
fratel bigio



Età: 35
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 29/10/06 23:14
Messaggi: 114

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 17:55    Oggetto: Rispondi citando

Ho semplicemente detto alla capo che mi ha comunicato la notizia della "riunione" che ho intenzione di parlarne in Co.Ca....cosa mi ha risposto? "Tu non dovresti sapere nulla della riunione, quindi non la puoi nominare" (e certo, non sono brevettata! Sad ) "Ok, mi prendo la responsabilità di averti detto della riunione, ma non ci risolvi niente". Ma responsabilità di cosa?!? Ha aggiunto che questo episodio è trascurabile rispetto a tanti altri episodi in cui è evidente che non c'è comunità e c'è troppa gerarchia nella Co. Ca. e con il parlarne in Co. Ca. passerei solo per polemica e si rischierebbe che il MdN lasci l'associazione. Shocked

Purtroppo c'è da aggiungere che nella nostra Co. Ca. io sono la più piccola (24 anni) e gli altri hanno tutti dai 40 anni in su ed hanno la convinzione che i giovani non capiscono nulla (ed io non sono esclusa) ed il comportamento dei più grandi è sempre corretto. Quindi parlarne in Co.Ca. mi farebbe passare di sicuro per la solita polemica, che prende il fatto sul personale (me la sarei presa anche se fossi stata "convocata" per quella riunione, escludendo altre persone), senza risolvere nulla e con il rischio di essere la causa dell'uscita dal gruppo del MdN. Confused

OK, MI ARRENDO!!! Crying or Very sad

Ma la mia voglia di partecipare alle riunioni di Co. Ca. sta diminuendo sempre di più! Per fortuna che sono convinta di ciò che lo scautismo propone ai ragazzi, di ciò che ha voluto far passare B.-P. e del lavoro che svolgo con i miei ragazzi che non mi fa abbandonare del tutto!
Top
franzos79





Registrato: 03/09/08 15:34
Messaggi: 324

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 18:01    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me dovresti aprire tu la discussione in comunità capi, ci vuole coraggio, ma se non lo fai ti trascinerai per anni magari nello stesso gruppo con le stesse persone con cui, non per colpa tua, non ti trovi bene.
La questione non è tanto questa cosa sul mdn, quanto il come si prendono le decisioni nella tua co.ca. cioè il caso del mdn deve essere il pretesto per allargare la discussione su tanti altri aspetti.
Dunque o tiri fuori la questione andando "contro" queste questioni gerarchiche che si sono inventati nel tuo gruppo oppure ti consiglio di prendere e andare in un altro gruppo. Io personalmente starei lì e lotterei per cambiare le cose, sarà dura, ci vorrà del tempo ma ne va del futuro del tuo gruppo. Forse questi capi 40enni non vedono oltre cioè che i capi giovani demotivati significano gruppo chiuso fra pochi anni.
Top
sponsor
sponsor
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Lunedì 14 Dicembre 2009, 19:43    Oggetto: Rispondi citando

Ma, parlarne con l'rdz, o con qualcun'altro?
Top
serpentecombattivo





Registrato: 18/07/06 16:34
Messaggi: 386
Residenza: Branco di bufali vicino all'Albert Memorial

MessaggioInviato: Martedì 15 Dicembre 2009, 13:31    Oggetto: Rispondi citando

Senza voler togliere nulla alla serietà della segnalazione di Fratel Bigio, mi sembra che siamo alla scoperta dell'acqua calda.
La CoCa, così come è concepita è una bella utopia.
E' esperienza di tutti noi come si creino dei "gruppi di eletti" e spesso le decisioni veramente importanti si decidano al di fuori della riunione di CoCa.
E poi c'è questa tendenza neanche troppo strisciante a trinciare giudizi nei confronti di un altro capo come "non adatto" semplicemente perché si hanno visioni diverse sul Metodo, che, non dimentichiamo, si può declinare con sfumature diverse senza per questo andare fuori dall'ortodossia, oppure perché si ha paura ad uscire dal gruppo "vecchi amici" con cui si sta insieme fin da lupetti...

Nel gruppo poco funzionale di cui parlavo in altri thread sono arrivati alla situazione paradossale di contorcimenti di censimento per non far fare il capo unità a due capi, uno brevettato, ma proveniente da altro gruppo (e quindi "non ti conosciamo abbastanza") ed uno con la FoCa a posto (manca solo la nomina a capo) senza dover chiedere deroghe perché è extraassociativo e "il suo percorso non è completo"... tenendo conto che fa il capo da quasi dieci anni....

La CoCa "esprime" i CG, ci siamo mai domandati quante volte questa scelta viene davvero formalizzata e condivisa, o quante volte la scelta dei CG "discenda dall'alto" come una investitura divina?

SC
Top
kipling



Età: 42
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 09/09/08 14:43
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Martedì 15 Dicembre 2009, 18:08    Oggetto: La pillola amara Rispondi citando

Caro/a Fratel bigio, credo che innanzitutto dovresti partire da te stessa. Si parte sempre da dove ci si trova.
E, ovviamente, do per scontato quello che tu racconti.

In Agesci, perché quella conosco..., tra le arti del capo, c'è quella di sucitare nell'altro il senso di colpa. Suscitare un uomo e una donna, è invece un optional.
Un modo per suscitare il senso di colpa è proprio quello di chiamare "polemica" la ricerca di Verità e Giustizia (che *Le abbreviazioni non si leggono. Scrivi in italiano corretto, per favore...* da noi quaggiù vanno sempre scritte con le iniziali minuscole...).

Visto che tu a 24 anni sei di gran lunga la più giovane, già mi immagino questo gruppo di anziani che mossi da precoce senilità, già sulla via del ritorno all'infanzia, pensano di poter fare il buon o cattivo tempo in una associazione di giovani.
Ho imparato che l'età anagrafica conta poco. E oggi, raarmente conta qualcosa. Gli adulti sono spesso dei non tanto evoluti animali domestici, addomesticati a pane e TV. E la saggezza dell'età è un'utopia, oggi.

Ma torno a te, cara Fratel bigio.
Nonostante tu sia un capo, o ti proponga ai ragazzi come tale, noto da quel che scrivi che vivi le perplessità di chi non ha mai inghiottito la pillola amara delle verità. Ma non credere di essere anormale per questo. Appartieni alla stragrande maggioranza di capi e, ahimè, di educatori, che non hanno mai voluto inghiottire quella salutare medicina. E febbricitanti, si propongono di suscitare dai ragazzi uomini sani...

Se credi di essere nel giusto, e tentenni nell'innalzare quella tua bandiera, come potrai mai suscitare nei tuoi ragazzi uomini e donne giuste?
Hai paura che i poteri forti della Co.Ca ti ostacolino? Hai paura di non ottenere giustizia nemmeno dagli altri livelli associativi, che probabilmente ti tacceranno anch'essi di "polemicità"? Hai paura di essere costretta quindi a scendere a compromessi o lasciare il tuo Gruppo per coerenza con te stessa?
Ma cosa conta di più per te? Suscitare buoni cristiani e buoni cittadini, oppure proporti come capo? A volte, infatti le due cose sono in conflitto. Sai quando? Quando si opera nell'ipocrisia: com'è il non aver il coraggio di chiamare le cose con il loro nome, il tentennare nel cercar giustizia, la paura di scoprire veramente cosa più ci interessa...

Questa è la pillola che ti offro. Sei pronta ad inghiottirla?
Ripeto: prendo per oro colato il tuo racconto, che, devo dire è più che credibile in quanto consueto ed abituale. E' l'abitualità di certe cose nella nostra Associazione ad essere incredibile...

Un abbraccio (forte se sei avvenente... Wink,
Rudyard
Top
fratel bigio



Età: 35
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 29/10/06 23:14
Messaggi: 114

MessaggioInviato: Martedì 15 Dicembre 2009, 23:22    Oggetto: Re: La pillola amara Rispondi citando

In questi giorni ho pensato molto a quanto è accaduto che, in effetti, è ciò che succede spesso. La mia Co. Ca., ma non credo sia l'unica, si comporta in questo modo e non posso essere di certo io a cambiare il modo di comportarsi di un gruppo di persone adulte, con un proprio carattere ormai ben consolidato.

kipling ha scritto:

Ma cosa conta di più per te? Suscitare buoni cristiani e buoni cittadini, oppure proporti come capo?


E' proprio su questo che ho potuto riflettere in questi giorni. E su questo argomento mi sono arrivati in questi giorni messaggi dai ragazzi con i quali lavoro che mi hanno fatto capire che l'unica cosa che conta per me è quella di cercare di aiutare i ragazzi a crescere come buoni cristiani e buoni cittadini. Senza "propormi come capo", cosa che, almeno finora, con loro non ho mai fatto e spero di non ritrovarmi mai a fare...

kipling ha scritto:

Questa è la pillola che ti offro. Sei pronta ad inghiottirla?


Beh, si! E' brutto dover accettare queste cose, ma le devo prendere per quelle che sono e, così, inghiottisco la pillola! Io continuo a lavorare con i ragazzi con la voglia di fare un buon lavoro con e per loro! (per quelle che sono le mie potenzialità cerco di dare il meglio di me)

Un abbraccio anche te Rudyard!
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org