Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Liturgia, Divin Sacrificio (Messa), paramenti sacri
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro
Autore Messaggio
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 17:11    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:
Si è snaturato l'uso del padre nostro.

Il pater noster si usa "quando pregate" per "non fare come i pagani"... quale uso sbagliato, oggi?
Top
sponsor
sponsor
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Mercoledì 17 Dicembre 2008, 21:51    Oggetto: Rispondi citando

lucalevi ha scritto:
Finrod91 ha scritto:
Si è snaturato l'uso del padre nostro.

Il pater noster si usa "quando pregate" per "non fare come i pagani"... quale uso sbagliato, oggi?



il padre nostro era la preghiera dei cristiani, sconosciuta a chi non era battezzato. Oggi il padre nostro si recita a pappagallo, senza dargli il valore che merita.
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Giovedì 18 Dicembre 2008, 16:20    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:
il padre nostro era la preghiera dei cristiani, sconosciuta a chi non era battezzato.

Vero... se ci si ricorda della inferiorità numerica cristiana. Oggi il cristianesimo è la religione più diffusa, e poichè il culto è generalmente pubblico, è facile capire come questa preghiera la conoscano tutti.

Finrod91 ha scritto:
Oggi il padre nostro si recita a pappagallo, senza dargli il valore che merita.

Questa è una bella questione, che però trova interrogativo e risposta solo nelle coscienze personali. Influisce, probabilmente, anche la formazione religiosa dell'individuo stesso.
Top
pacio



Età: 58
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Giovedì 18 Dicembre 2008, 22:01    Oggetto: Rispondi citando

non ti allargare, luca
il cristianesimo non è la religione più diffusa
e cosa vuol dire quel "generalmente pubblico" riguardo al culto?
c'è qualcuno che paga anche?
e il culto eventualmente "privato " del cristianesimo che senso ha?

lascia stare, luca....
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Venerdì 19 Dicembre 2008, 10:52    Oggetto: Rispondi citando

pacio ha scritto:
il cristianesimo non è la religione più diffusa

Effettivamente, date tutte le minoranze e gruppi separati, è difficile dire che è la religione più diffusa, poichè tanti gruppi che si staccano, seppur definendosi cristiani, fanno molti errori in campo dottrinale.

pacio ha scritto:
e cosa vuol dire quel "generalmente pubblico" riguardo al culto?

Nel senso che la celebrazione della Messa (o delle Lodi, o dei Vespri... qualunque liturgia) è aperta al pubblico.
Al contrario, può accadere che qualche prete celebri, poichè intende dire la Messa quotidiana, in assenza del popolo ed in questo caso il culto è privato.
Oppure, sempre un prete, per assolvere all'obligo domenicale, non avendo avuto modo di celebrare in altro modo, finisce per farlo da sè, ed in questo caso il culto non è pubblico.
Spero d'essermi spiegato...
Top
pacio



Età: 58
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Sabato 20 Dicembre 2008, 10:43    Oggetto: Rispondi citando

non difficile dirlo. lo è numericamente la religione meno diffusa.
di gran lunga è più diffuso l'islam.....
sul fatto che alcuni si possano staccare non faccio fatica a considerarlo "errore".
casomai intepretazione diversa. ma chi può dire adio come manifestarsi?

per il discorso dell'eucarestia in solitudine, direi che è una contraddizione in termini.
solo un "obbligo" legale.
l'ultima cena era sì ultima, ma era cena.
non era pasto frugale in solitudine......
l'eucarestia in assenza della comunità a cosa serve?
al prete che se la canta e se la suona?
Top
porcellinopacifico



Età: 59
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 08/03/07 19:46
Messaggi: 382
Residenza: Milano

MessaggioInviato: Sabato 20 Dicembre 2008, 19:42    Oggetto: Rispondi citando

no so che attendibilità abbiano queste statistiche ma tant'è
1. Cristianesimo 2,1 miliardi - origine: 27 d.C.
* Cattolicesimo: 1.1 miliardi
* Protestantesimo: 480 milioni - origine: XVI secolo
* Cristianesimo ortodosso: 225 milioni
* Anglicanesimo: 73 milioni - origine: XVI secolo
* Chiese orientali antiche (Monofisismo e Nestorianesimo): 72 milioni - origine: V secolo
* Testimoni di Geova: 7 milioni - origine: 1874
* Mormonismo: 12,5 milioni - origine: 1830 circa
* Altri cristiani: 120 milioni
2. Islam: più di 1,5 miliardi - origine: 610 d.C. circa
* Sunnismo: 1,4 miliardi
* Sciismo: da 122 milioni (8%) a 167 milioni (11%)
* Kharigismo/Drusi/Yazidismo: meno di 2 milioni (circa 1.300.000 i kharigiti; 450.000 i Drusi; 100.000 circa gli Yezidi).

da http://it.wikipedia.org/wiki/Religioni_maggiori

per quanto riguarda l'eucaristia quoto pacio, ma io non sono cattolico (lucalevi direbbe che sono eretico)
da noi evangelici è la comunità che celebra l'eucaristia e non c'è bisogno di alcun pastore/a, che tra l'altro non è sacerdote
P.S. per quanto numericamente (+o- 50.000 persone) insignificante, quindi non riportata in statistica, la mia chiesa ha origine nel XII secolo circa 5-6 anni prima che nascesse s.francesco
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Sabato 20 Dicembre 2008, 22:33    Oggetto: Rispondi citando

pacio ha scritto:
per il discorso dell'eucarestia in solitudine, direi che è una contraddizione in termini.
solo un "obbligo" legale.
l'ultima cena era sì ultima, ma era cena.
non era pasto frugale in solitudine......
l'eucarestia in assenza della comunità a cosa serve?
al prete che se la canta e se la suona?


Sicuramente, di fatti se guardiamo un Messale di S. Pio V notiamo come non esista distinzione tra "Missa cum populo" e "sine populo": distinzione che è fatta nel Novus Ordo. E questa sì che è una contraddizione... Perchè una Messa dovrebbe essere diversa, con o senza popolo?
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Domenica 21 Dicembre 2008, 15:06    Oggetto: Rispondi citando

lucalevi ha scritto:
pacio ha scritto:
per il discorso dell'eucarestia in solitudine, direi che è una contraddizione in termini.
solo un "obbligo" legale.
l'ultima cena era sì ultima, ma era cena.
non era pasto frugale in solitudine......
l'eucarestia in assenza della comunità a cosa serve?
al prete che se la canta e se la suona?


Sicuramente, di fatti se guardiamo un Messale di S. Pio V notiamo come non esista distinzione tra "Missa cum populo" e "sine populo": distinzione che è fatta nel Novus Ordo. E questa sì che è una contraddizione... Perchè una Messa dovrebbe essere diversa, con o senza popolo?



c'era un passo del vangelo (purtroppo non ricordo i versetti) in cui Gesù diceva che lui fosse dove tre o più persone erano riunite (cito a memoria e sono passibili di errore). Ora tre significa che il celebrante da solo non vale niente. E mettere il carico la lettura di oggi del profeta Nathan non ti dice niente???
Top
sponsor
sponsor
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Domenica 21 Dicembre 2008, 15:50    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:

c'era un passo del vangelo (purtroppo non ricordo i versetti) in cui Gesù diceva che lui fosse dove tre o più persone erano riunite (cito a memoria e sono passibili di errore). Ora tre significa che il celebrante da solo non vale niente. E mettere il carico la lettura di oggi del profeta Nathan non ti dice niente???


Il passo è questo:

Mt 18:18-20 ha scritto:

18 In verità vi dico: tutto quello che legherete sopra la terra sarà legato anche in cielo e tutto quello che scioglierete sopra la terra sarà sciolto anche in cielo. 19 In verità vi dico ancora: se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà. 20 Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro".


Ciò non vuol dire che non si possa pregare anche da soli, però.
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Domenica 21 Dicembre 2008, 16:17    Oggetto: Rispondi citando

elfo ha scritto:


Mt 18:18-20 ha scritto:

18 In verità vi dico: tutto quello che legherete sopra la terra sarà legato anche in cielo e tutto quello che scioglierete sopra la terra sarà sciolto anche in cielo. 19 In verità vi dico ancora: se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà. 20 Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro".


Ciò non vuol dire che non si possa pregare anche da soli, però.


Certamente...ma di qui a far la Messa sine populo ce ne passa
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Domenica 21 Dicembre 2008, 19:04    Oggetto: Rispondi citando

Molto bene, ma attenzione a non strumentalizzare le parole: "Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro" non vuol dire che Gesù non sia presente sull'altare durante una Messa celebrata senza il popolo.
La frase di Cristo vorrebbe dire che, quando un gruppo è riunito nel Suo Nome, si è sicuri della Sua presenza.
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Martedì 23 Dicembre 2008, 20:28    Oggetto: Rispondi citando

Ok, arrivati a questo punto mi verrebbe da domandare:

Cosa è la Messa?


Quanti di voi sanno cosa è realmente?
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Mercoledì 24 Dicembre 2008, 11:54    Oggetto: Rispondi citando

lucalevi ha scritto:
Ok, arrivati a questo punto mi verrebbe da domandare:

Cosa è la Messa?


Quanti di voi sanno cosa è realmente?


La messa è l'evoluzione di quel particolare momento (di cui primo documento è la Pentecoste) in cui i discepoli si riunivano per spezzare il pane e leggere le scritture...chiaramente in 2008 anni il rito si è modificato snaturandosi a parer mio...

Comunque sto leggendo a tal proposito (sulle origini del cristianesimo) un interessantissimo libro di Corrado Augias che si intitola "Inchiesta sul Cristianesimo". COnsigliatissimo a tutti
Top
pacio



Età: 58
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Venerdì 26 Dicembre 2008, 21:54    Oggetto: Rispondi citando

luca, lascia stare il "latinorum"....
la messa detta solo dal prete è una contraddizione in termini.
e cristo, se è presente ( ma personalmente non ci credo ) , è solo una emanazione personale del sacerdote.
non serve a niente
con buona pace di pio e del suo tempo......che, grazie proprio a dio, è finito....
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 7 di 9


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org