Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Una questione spinosa...che credibilità dare alla Chiesa?
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro
Autore Messaggio
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Martedì 09 Settembre 2008, 16:32    Oggetto: Rispondi citando

Ma io non pensavo che nel Messale ci fossero scritte 'ste cose. La faccina giusta è: Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
Comunque il mio parroco usa il calice di legno e basta che è legno dentro e fuori.
Sono queste le cose che allontanano la gente dalla Chiesa e dalla fede (che sono comunque cose distinte)...mi viene rabbia a pensare al valore di quel calice e al fatto che sono stati spesi ben 1.400.000 € per il Papa che è andato lì a dire che vuole nuovi politici cattolici. Quasi un milione e mezzo per una giornata...sarà perchè sono figlio di un operaio ma questa cosa mi fa parecchio arrabbiare....
Top
sponsor
sponsor
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Settembre 2008, 19:26    Oggetto: Rispondi citando

Il c3m3nt ha scritto:
Se fossi stato in Soru, avrei donato dei soldi alle missioni, e non avrei sganciato mezzo centesimo per l'organizzazione del viaggio del papa. Se il papa vuole viaggiare, che lo faccia a spese del Vaticano (cui i soldi non mancano di certo) o di qualche ricco fedele che vuole avere il Papa a cena da lui, invece che a spese della collettività sarda.

Bene! Donare dei soldi alle missioni è cosa molta buona e rende onore a chi opera in tal modo... Ma non avresti fatto nessun pensiero al Papa?

Ed inoltre, dici che il papa potrebbe viaggiare a spese del Vaticano: asserendo ciò non sei coerente con quanto affermato più indietro. Se la Banca Vaticana (IOR) avesse speso per i viaggi pontifici, allora sì che non andrebbe bene: ma i soldi dell'IOR vengo spesi in altro modo!

Il c3m3nt ha scritto:

Citazione:
Prima hai detto l'esatto opposto! Se il calice non è di Joseph (bensì della comunità), potrà egli decidere sulla sua sorte?

Ma il regalo viene fatto a Joseph perché il regalo è fatto alla persona fisica del papa, quindi che Joseph venda il calice (che non gli serve) e ne dia i proventi a iniziative che influiscano sulla vita della collettività. E se il regalo è fatto al Vaticano, che il Vaticano venda il tutto e lo utilizzi per cose più utili.


Su questo concordo... (un volta tanto Wink): in Basilica ci sono sicuramente altri calici

Il c3m3nt ha scritto:

Citazione:
Cambia che al popolo le "res consacrandi" non danno più l'idea di Divinità: ma comunque si possono usare anche altri materiali...

Ma allora vogliamo che il popolo rimanga una massa di imbecilli...sinceramente a me da' solo fastidio la vista di paramenti dorati etc etc...perché sono convinto che Dio non si nasconde dietro le cose lussuose e costose, ma dentro alle cose umili e povere.

No, non si vuole degradare il popolo, ma di primo acchito non c'è più lo stesso approccio: ma ripeto che si possono usare altri materiali.

Il c3m3nt ha scritto:
Si passa un messaggio sbagliato, forse perché l'intenzione è proprio quella di rendere Dio sempre più "inaccessibile" alle persone che non sono state "iniziate" al sacerdozio. Niente di più sbagliato.

Diciamo che "est modus in rebus": l'avvicinamento a Dio, rendendogli gloria anche tramite le cose materiali, non è sempre da condannare, poichè appunto "est modus in rebus"

Il c3m3nt ha scritto:
Ma dico, cosa si insegna nei seminari? A fare le prediche precotte per la gente idiota per tenere buonini buonini tutti quanti?)

C'è qualche mio amico presbitero, infatti, che rivoluzionerebbe i seminari! Però dipende anche che seminario e che professori...

Il c3m3nt ha scritto:
E per quel che mi riguarda, il tuo non è un atteggiamento umile...è un atteggiamento non curioso, che si accontenta di ciò che gli viene detto...

Si vede che non mi conosci di persona! Ti assicuro che ti sbagli (fortemente!) affermando ciò!
Passi per il fatto dell'umiltà (che magari, ahimè, non sempre riesco a praticare, ma mi sforzo di farlo), ma per quello della curiosità no! Eh, nossignore! Fin da bambino sono stato curioso, chiedo, mi informo, puntualizzo, a tal punto che certe volte divento fastidioso.... Quindi dire proprio che non sono curioso... Niente di più sbagliato...

Il c3m3nt ha scritto:
Da ciò che scrivi si evince che ti manca ancora uno step per avere un tuo pensiero autonomo e completo (cosa più che naturale a 16 anni), anche solo per il fatto di non aver studiato la filosofia degli ultimi 300 anni di storia dell'umanità.

Anche qua ti sbagli, di tanto (ma ho già scritto tutto prima): il mio pensiero ce lìho, e concorda con quello della Chiesa. Anch'io, come te, leggo, mi informo, mi documento, e cerco di sostenere la nostra causa.

Il c3m3nt ha scritto:

Oltretutto: chiamare le cose in latino non le rende più importanti o più regali...restano sempre le stoviglie con cui si celebra la consacrazione...

Se ti riferisci a "res consecrandi" sbagli: non sono le stoviglie, ma le specie del pane e del vino. Inoltre, chiamo le cose in tal modo perchè cito dai testi ecclesiastici. E comunque, chiamare stoviglie calice, pisside, patena etc, le sminuisce... Esse sono consacrate dal Vescovo, e non sono recipienti qualunque!
Top
lucalevi



Età: 27
Segno zodiacale: Vergine
Registrato: 01/12/07 12:59
Messaggi: 206
Residenza: Cormòns

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Settembre 2008, 19:32    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:
Comunque il mio parroco usa il calice di legno e basta che è legno dentro e fuori.

E di fatti si può usare, come ho detto.

Finrod91 ha scritto:
Sono queste le cose che allontanano la gente dalla Chiesa e dalla fede (che sono comunque cose distinte)...

Mha, io non credo... Ho anche una certa idea personale riguardo all'allontanamento, ma la dirò più avanti, se necessario...

Finrod91 ha scritto:
mi viene rabbia a pensare al valore di quel calice e al fatto che sono stati spesi ben 1.400.000 € per il Papa che è andato lì a dire che vuole nuovi politici cattolici. Quasi un milione e mezzo per una giornata...sarà perchè sono figlio di un operaio ma questa cosa mi fa parecchio arrabbiare....

Bhe, sì, il calice sì... però per il viaggio? Vogliamo allora che il Pontefice se ne stia sempre in Vaticano? E allora cosa dite di S.S. Giovanni Paolo II che di viaggi ne faceva sicuramente di più rispetto a S.S. Benedetto XVI?
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Settembre 2008, 19:42    Oggetto: Rispondi citando

lucalevi ha scritto:


Finrod91 ha scritto:
mi viene rabbia a pensare al valore di quel calice e al fatto che sono stati spesi ben 1.400.000 € per il Papa che è andato lì a dire che vuole nuovi politici cattolici. Quasi un milione e mezzo per una giornata...sarà perchè sono figlio di un operaio ma questa cosa mi fa parecchio arrabbiare....

Bhe, sì, il calice sì... però per il viaggio? Vogliamo allora che il Pontefice se ne stia sempre in Vaticano? E allora cosa dite di S.S. Giovanni Paolo II che di viaggi ne faceva sicuramente di più rispetto a S.S. Benedetto XVI?


no non voglio che il Papa stia sempre in vaticano anzi è giusto che faccia le sue visite pastorali. Ma c'è bisogno di spendere così tanto?? Un milione e mezzo di € per una giornata!!!! Visto che ho promesso di essere laborioso ed economo 'sta cosa mi parecchio imbufalire. Anche perchè quei soldi sono stati stanziati dalla Regione Sardegna e cioè da noi contribuenti. Li avesse messi il Vaticano....
Invece di viaggi iper costosi perchè il Papa non va nei campi nomadi romani (che gli stanno pure vicino), nelle favelas in brasile o a Korogocho in Kenya (mi pare che si chiami così dove sta Padre Zanotelli)? se voglio essere maligno dico: perchè li è troppo scomodo andarci, in mezzo alla gente che mangia dalle discariche e il papa col suo bell'anellone d'oro e il calice d'oro.
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 34
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 00:29    Oggetto: Rispondi citando

perchè molto probabilmente non ci sono le condizioni affinchè egli possa recarsi.
sinceramente penso sia il primo a voler andare a gerusalemme, ma ci sono le condizioni per andarci?
a mosca dal patriarca ortodosso, ci sono le condizioni per andarci?

e STIAMO AL TOPIC!
Top
frageorges





Registrato: 08/12/05 12:23
Messaggi: 138

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 09:57    Oggetto: Rispondi citando

Finrod91 ha scritto:
no non voglio che il Papa stia sempre in vaticano anzi è giusto che faccia le sue visite pastorali. Ma c'è bisogno di spendere così tanto?? Un milione e mezzo di € per una giornata!!!! Visto che ho promesso di essere laborioso ed economo 'sta cosa mi parecchio imbufalire. Anche perchè quei soldi sono stati stanziati dalla Regione Sardegna e cioè da noi contribuenti. Li avesse messi il Vaticano...

Ma per cose sono stati usati questi soldi? In teoria sono tanti, ma in pratica come sono stati spesi?

Provo ad ipotizzare (un po' basandomi su ciò che ho visto nella sua visita qui ad Assisi), poi allungate la lista:
1. iniziamo con un calice d'oro da un chilo e mezzo
2. il palco (o i palchi) giusto perché lo possano vedere più di 20 persone
3. l'amplificazione (o le amplificazioni) perché lo si possa sentire
4. rifacimento di strade e piazze (che comunque spetta allo stato)
5. servizio d'ordine e di sicurezza (che comunque spetta allo stato)
6. comunicazioni (inviti, informazione, cartelloni, ecc.)
7. servizi igienici (li vogliamo eliminare?)
8. acqua (cibo e bevande varie)
9. pulizia (dopo l'evento: anche questo spetta allo stato)
10. luoghi per le celebrazioni e gli incontri (sedie, transenne, illuminazioni, ecc. e personale)
11. pubbliche relazioni (accoglienza delle autorità civili e religiose)
12. gadget vari (magliette, cappellini, spille, zaini: ma di questi si riprendono i soldi)

Come vedete per ora non figurano la piscina, lo shopping, la sauna, il maneggio, la sdraio e l'ombrellone. A occhio mi pare che, eccetto il calice, tutto il resto non sia stato speso "per il Papa", ma per (quel)la gente della Sardegna che ha chiesto di accogliere il Papa. Se alla gente non fosse interessato questo viaggio, il Papa poteva andare, fare due chiacchiere con il Vescovo e tornare: certo si sarebbe speso molto di meno.

Non sono un esperto di grandi eventi, quindi se qualcuno ha idea di altre spese che possono essere state fatte, dica pure.
Top
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 10:41    Oggetto: Rispondi citando

frageorges ha scritto:
Finrod91 ha scritto:
no non voglio che il Papa stia sempre in vaticano anzi è giusto che faccia le sue visite pastorali. Ma c'è bisogno di spendere così tanto?? Un milione e mezzo di € per una giornata!!!! Visto che ho promesso di essere laborioso ed economo 'sta cosa mi parecchio imbufalire. Anche perchè quei soldi sono stati stanziati dalla Regione Sardegna e cioè da noi contribuenti. Li avesse messi il Vaticano...

Ma per cose sono stati usati questi soldi? In teoria sono tanti, ma in pratica come sono stati spesi?

Provo ad ipotizzare (un po' basandomi su ciò che ho visto nella sua visita qui ad Assisi), poi allungate la lista:
1. iniziamo con un calice d'oro da un chilo e mezzo
2. il palco (o i palchi) giusto perché lo possano vedere più di 20 persone
3. l'amplificazione (o le amplificazioni) perché lo si possa sentire
4. rifacimento di strade e piazze (che comunque spetta allo stato)
5. servizio d'ordine e di sicurezza (che comunque spetta allo stato)
6. comunicazioni (inviti, informazione, cartelloni, ecc.)
7. servizi igienici (li vogliamo eliminare?)
8. acqua (cibo e bevande varie)
9. pulizia (dopo l'evento: anche questo spetta allo stato)
10. luoghi per le celebrazioni e gli incontri (sedie, transenne, illuminazioni, ecc. e personale)
11. pubbliche relazioni (accoglienza delle autorità civili e religiose)
12. gadget vari (magliette, cappellini, spille, zaini: ma di questi si riprendono i soldi)

Come vedete per ora non figurano la piscina, lo shopping, la sauna, il maneggio, la sdraio e l'ombrellone. A occhio mi pare che, eccetto il calice, tutto il resto non sia stato speso "per il Papa", ma per (quel)la gente della Sardegna che ha chiesto di accogliere il Papa. Se alla gente non fosse interessato questo viaggio, il Papa poteva andare, fare due chiacchiere con il Vescovo e tornare: certo si sarebbe speso molto di meno.

Non sono un esperto di grandi eventi, quindi se qualcuno ha idea di altre spese che possono essere state fatte, dica pure.


Diciamo che la lista che hai fatto secondo me è giusta però ci sono voci che si possono tagliare: il calice, i gadget. E sicuramente dietro ci sarà chi ci ha mangiato sopra. E poi c'è bisogno che un milione e mezzo siano messi tutti dalla Regione Sardegna?? E' come se io pago nonna per venirmi a trovare....di solito non è l'ospite che porta le pastarelle e i cornetti?? il Vaticano non poteva mettere una parte di quei soldi?
Top
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 10:43    Oggetto: Rispondi citando

frageorges ha scritto:

1. iniziamo con un calice d'oro da un chilo e mezzo


Un calice come quello dura secoli, direi che il costo viene ampiamente ammortizzato.
Top
gufopreciso



Età: 32
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:03    Oggetto: Rispondi citando

Quindi il Papa avrebbe dovuto pagare di tasca propria per andare in Sardegna a celebrare la messa del centenario della consacrazione dell'isola stessa alla Madonna di Bonaria? No soldi, no messa? Scusate ma mi sembra un ragionamento totalmente illogico...

La prossima volta che l'arcivescovo verrà alla processione della Madonna qui da noi ricorderò al don di spedire la fattura per i fuochi d'artificio, il servizio di sicurezza, il rinfresco, ecc ecc direttamente in curia. A, la prossima volta che invito qualcuno a mangiare a casa mia gli farò pagare il cibo che mangia, l'usura della sedia, il sapone l'acqua e l'energia per lavare le stoviglie da lui utilizzate in lavastoviglie.. ed un unatantum per l'ossigeno e il calore sottrattomi. Qualcuno per favore ricordi anche a Napolitano che se e quando tornerà in Italia la Regina Elisabetta, di far recapitare il conto direttamente a Buckingam Palace...

Già noi le permettiamo di venire a farci visita, figuriamoci se dobbiamo pur pagare per l'organizzazione, la sicurezza ecc... e non sogniamoci di farle un regalo! L'ospite è sacro, ma mica è gratis è! Sono genovese io, lo so bene...
Top
sponsor
sponsor
Finrod91



Età: 28
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 04/04/07 15:21
Messaggi: 687
Residenza: Ancona

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:20    Oggetto: Rispondi citando

Erano stati stanziati dei soldi dalla Regione Sardegna...poi il Vaticano ha detto: "non bastano" e la Regione ne ha stanziati altri...chi organizza la Regione o il Vaticano? Se organizza la Regione, non capisco perchè il Vaticano abbia voluto mettere bocca sui soldi, visto che la regione sicuramente si sarà avvalsa di una ditta che ha fatto un preventivo di spese che la regione ha stanziato in primo momento...se organizza il Vaticano non capisco perchè ha pagato la regione Sardegna..
Top
Il c3m3nt



Età: 35
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 14/06/06 17:41
Messaggi: 196
Residenza: Ivrea la Bella

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:43    Oggetto: Rispondi citando

elfo ha scritto:
frageorges ha scritto:

1. iniziamo con un calice d'oro da un chilo e mezzo


Un calice come quello dura secoli, direi che il costo viene ampiamente ammortizzato.


Un centinaio di vite umane salvabili con il prezzo di quel calice durano sicuramente meno di cento anni. Quindi non spendiamoci soldi perché il costo non viene ammortizzato.

In secondo luogo, un calice di vetro dura molto più di un calice d'oro (il vetro è potenzialmente indistruttibile), costa molto meno, è molto più igienico...vogliamo dire altro?

Per quanto riguarda la questione prettamente monetaria: se un privato organizza un evento dicendo che ci saranno migliaia di persone, tutta la questione chi la mette in piedi? Chi paga i gabinetti? Chi paga il palco? Il privato potrebbe farsi dare uno spazio dal comune in cui organizza l'evento, ma dovrebbe pagare lui per le spese vive: palco, elettricità, acquedotto, gabinetti. Le forze dell'ordine sarebbero a spese dello stato, così come la pulizia del luogo dopo l'evento, ma sicuramente tutto l'impianto sarebbe pagato dal privato. Questo perché in Italia tutti siamo liberi di organizzare una cosa del genere, ma la regione sardegna non verrà mai a pagare queste cose "in toto" per il mio evento. Si fa fatica a farsi dare qualche euro per organizzare un concerto gratuito in piazza (bisogna trovare sponsor privati per pagare il service e il resto) se non è organizzato dal comune, figuriamoci per un evento del genere.

Diciamo che io, se fossi nel Papa, punterei meno sullo spettacolo e cercherei di fare delle "visite pastorali" in cui vengo a contatto con la gente, non in cui faccio uno show di 3 ore in piazza...senza bodyguards né niente...niente papamobile, se la vuole se la porta da Roma a sue spese, e le sue forze dell'ordine private sono le guardie svizzere...quello che non capisco, se è vero che il "potere temporale" del Papa non esiste più, è il perché il Papa viene trattato come un capo di stato di una nazione esistente...dovrebbe essere trattato come un qualsiasi comune cittadino. Se poi a San Pietro tutti lo ritengono il capo del mondo, non vedo perché questo debba influire sulla vita del comune cittadino italiano al quale del Papa può non fregargliene una mazza...

Libera chiesa in libero stato mi sta bene, non mi sta bene (solo) chiesa cattolica in stato italiano! Se il Papa fosse in Grecia, non avremmo di questi problemi...sfortunatamente per noi, il Pontefice Massimo sta a Roma...se lo fossero tenuti i francesi ad Avignone!!!

@gufopreciso: le tue iniziative come privato cittadino sono tue iniziative e con i tuoi soldi puoi farci quello che vuoi...quello su cui si discute è il fatto di spendere i soldi dello stato, della collettività, per delle cose che potrebbero benissimo essere fatte con spese decisamente minori (e senza prendere calici da 1,5 kg d'oro...).

@lucalevi: al Papa avrei detto: "Caro signor Ratzinger, come Regione Sardegna per accoglierla degnamente abbiamo deciso di sostenere un progetto della Missione XXX in YYY, speriamo che questo nostro contributo sia utile." E il Papa, da persona intelligente quale mi aspetto che sia, avrebbe accettato di buon grado e forse sarebbe stato decisamente più contento rispetto al ricevere un dono materiale completamente inutile come il calice d'oro...se così non fosse stato, mi chiederei "ma siamo sicuri che il Papa sia adatto a fare il Papa?"

A tale proposito, riporto un intervento trovato spulciando in giro per la rete alla ricerca di notizie sul famoso calice...

Citazione:


Tanto lusso per accogliere il Papa Benedetto XVI a Cagliari il 7 settembre prossimo sarà poi così condiviso da tutti i sardi e dai cristiani
in particolare ?

La verità sembrerebbe tutta per il SI.
I massmedia non danno spazio a queste riflessioni .Come sardo ci son rimasto molto male a leggere le motivazioni con cui la Giunta prima e poi il Consiglio Regionali hanno disposto l’erogazione di un milione di euro per l’accoglienza del papa. Questa visita di appena 10 ore costerà almeno tre milioni di euro alla comunità sarda e ciò è in palese contrasto con tutti i discorsi per ridurre la povertà dei 300 mila sardi che vivono con appena 400 euro al mese. Ma non voglio rischiare di essere confuso tra coloro che non vogliono accogliere degnamente il Papa, a cui, da cattolico, professo rispetto e stima.
Tutto ciò non mi esime da dissociarmi
da chi pensa di accogliere il Papa come un sovrano e non come egli stesso ama definirsi ” l’umile operaio nella vigna del Signore “. Se potessi parlare col papa, lo metterei al corrente della situazione di estrema difficoltà economica di ben 94 mila famiglie sarde che vivono con un reddito inferiore a 400 euro al mese, come recentemente hanno denunciato la Caritas Regionale ,la Pastorale del Lavoro, numerose Associazioni di Volontariato, le Segreterie Regionali di CGIL/CISL/UIL,le ACLI Reionali e la CSS. Mi offende l ‘ostentazione di richezza e lusso dell’Arcivescovo di Cagliari monsignor Mani, che pensa di fare cosa gradita al papa, offrendogli a nome dei sardi un calice tempestato di gemme del peso di un chilo e mezzo d’oro massiccio. È’ una vergogna !
Mi vien voglia di chiedere al maestro Nioi di Assemini di fare un calice artistico di ceramica e offrirlo al papa in modo che Benedetto XVI celebri la messa con quel calice e possa fare un gesto di umiltà e carità clamoroso, come fece Paolo VI in India donando la sua Tiara. Il Papa metta all’asta quel calice d’oro massiccio tempestato di gemme e disponga che il ricavato vada ai poveri della Sardegna. L’Arcivescovo Mani non può non sapere che a Furtei si estrae quell’oro”sardo,” distruggendo il territorio circostante con tecniche a base di arsenico pericolose per l’uomo e per l’ambiente. La stessa Regione aveva bloccato le concessioni per un lungo periodo, imponendo alla Ditta estrattrice l’obbligo di ripristino e risanamento dell’ambiente. Ma quel calice offende la sensibilità dei sardi perchè sanno che andrebbe sicuramente ad arricchire l’immenso tesoro del Museo Vaticano e non sarebbe ricordato come gesto di profondo amore e legame col Papa “servus servorum Dei “,
A proposito del lusso con cui si vuole accogliere il Papa a Cagliari. Mi viene in mente il brano del Vangelo in cui Gesù in persona dispone che per il suo ingresso solenne a Gerusalemme i discepoli prendano in prestito un’asina a cui porre sul dorso un mantello. Poi dirà agli Apostoli di prenotare un’ampia sala, il Cenacolo,dove preparare una tavola imbandita per l’ultima cena.Il popolo festeggiò con lodi e canti l’entrata in Gerusalemme del Cristo,agitando palme e ramoscelli d’ulivo e spargendo la via con petali di fiori come si usa fare da noi con sa ramadura. Tutto questo ” il lusso ” che si permise il Figlio di Dio. Mi hanno riferito che, invece, per il Papa, per un’ora che sosterà presso il Seminario Regionale per il pranzo con tutti i Vescovi della Sardegna, sono stati impegnati per settimane maestri giardinieri per preparare un giardino e una zona d’ombra degna di un papa. Tutto ciò mi scandalizza. Sono sicuro che lo stesso Benedetto XVI non avrebbe approvato questo spreco.


La cosa direi che dovrebbe far riflettere...
Top
elfo





Registrato: 05/03/07 11:40
Messaggi: 1399

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:58    Oggetto: Rispondi citando

Il c3m3nt ha scritto:

un calice di vetro dura molto più di un calice d'oro (il vetro è potenzialmente indistruttibile), costa molto meno, è molto più igienico...vogliamo dire altro?


Sì, se intendi succhiare il vino intingendolo nei cocci di vetro, nei secoli a venire... Rolling Eyes

Per quanto riguarda il resto (non solo per il calice), mi sovviene il passo del Vangelo in cui si rimproverava ad una donna di spargere su Gesù dell'olio che avrebbe potuto essere venduto per poi utilizzare i soldi per i poveri. A quanto pare invece Gesù gradiva l'olio...


Citazione:

costerà almeno tre milioni di euro alla comunità sarda e ciò è in palese contrasto con tutti i discorsi per ridurre la povertà dei 300 mila sardi che vivono con appena 400 euro al mese.


Allora, prendiamo pure i dati per buoni: vediamo un po'... sì, avremmo potuto distribuire quei tre milioni di euro ai trecentomila poveri sardi, che con 10 euro una tantum avrebbero risolto tutti i loro problemi...


L'ultima modifica di elfo il Giovedì 11 Settembre 2008, 12:01, modificato 1 volta
Top
gufopreciso



Età: 32
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:59    Oggetto: Rispondi citando

Il c3m3nt ha scritto:
Un centinaio di vite umane salvabili con il prezzo di quel calice durano sicuramente meno di cento anni. Quindi non spendiamoci soldi perché il costo non viene ammortizzato.


No comment...

Citazione:
Per quanto riguarda la questione prettamente monetaria: se un privato organizza un evento dicendo che ci saranno migliaia di persone, tutta la questione chi la mette in piedi? Chi paga i gabinetti? Chi paga il palco? Il privato potrebbe farsi dare uno spazio dal comune in cui organizza l'evento, ma dovrebbe pagare lui per le spese vive: palco, elettricità, acquedotto, gabinetti. Le forze dell'ordine sarebbero a spese dello stato, così come la pulizia del luogo dopo l'evento, ma sicuramente tutto l'impianto sarebbe pagato dal privato. Questo perché in Italia tutti siamo liberi di organizzare una cosa del genere, ma la regione sardegna non verrà mai a pagare queste cose "in toto" per il mio evento. Si fa fatica a farsi dare qualche euro per organizzare un concerto gratuito in piazza (bisogna trovare sponsor privati per pagare il service e il resto) se non è organizzato dal comune, figuriamoci per un evento del genere.

@gufopreciso: le tue iniziative come privato cittadino sono tue iniziative e con i tuoi soldi puoi farci quello che vuoi...quello su cui si discute è il fatto di spendere i soldi dello stato, della collettività, per delle cose che potrebbero benissimo essere fatte con spese decisamente minori (e senza prendere calici da 1,5 kg d'oro...).


In effetti con tutto quello spazio bianco sul vestito, potrebbe anche mettersi qualche toppa di sponsor a mà di autista di F1.. Spazio ne ha... Comunque ti sfugge che il Papa non ha fatto qualcosa da comune cittadino nè da privato cittadino. Anche perchè non lo è... E comunque, ripeto, quando l'arcivescovo viene alla mia processione e benedice il mare chiedo forse il conto alla Curia? Dovrei?

Citazione:
@lucalevi: al Papa avrei detto: "Caro signor Ratzinger, come Regione Sardegna per accoglierla degnamente abbiamo deciso di sostenere un progetto della Missione XXX in YYY, speriamo che questo nostro contributo sia utile." E il Papa, da persona intelligente quale mi aspetto che sia, avrebbe accettato di buon grado e forse sarebbe stato decisamente più contento rispetto al ricevere un dono materiale completamente inutile come il calice d'oro...se così non fosse stato, mi chiederei "ma siamo sicuri che il Papa sia adatto a fare il Papa?"


A parte che donare regali ad una persona, ad una personalità, specialmente ad un capo di stato straniero in visita è un'usunza e un buon costume della diplomazia... E non credo proprio che il Papa abbia sbraitato "io voglio un calice da 1,5 kg e mzzo d'oro se no vi scomunico e interdico l'intera isola". E poi, che ne sai tu di cosa ne farà il Papa?

Citazione:
quello che non capisco, se è vero che il "potere temporale" del Papa non esiste più, è il perché il Papa viene trattato come un capo di stato di una nazione esistente...dovrebbe essere trattato come un qualsiasi comune cittadino. Se poi a San Pietro tutti lo ritengono il capo del mondo, non vedo perché questo debba influire sulla vita del comune cittadino italiano al quale del Papa può non fregargliene una mazza...


Mmm... forse ti sfugge che il Papa è il Capo di Stato di uno stato indipendente e sovrano "Stato della Città del Vaticano" e che non è un un qualsiasi cittadino italiano. Anzi, credo proprio che non lo sia...
Top
uomodelbosco





Registrato: 06/03/07 18:14
Messaggi: 1260

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 11:59    Oggetto: Rispondi citando

elfo ha scritto:
frageorges ha scritto:

1. iniziamo con un calice d'oro da un chilo e mezzo


Un calice come quello dura secoli, direi che il costo viene ampiamente ammortizzato.

Non credo che in Vaticano difettino i calici d'oro da poter dire "meno male che ce l'hanno regalato".
Un kg e mezzo di calice d'oro finirà inevitabilmente in mezzo agli altri X calici d'oro collezionati dal Vaticano nei secoli.
Questo a casa mia si chiama spreco.
Top
gufopreciso



Età: 32
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 24/12/07 12:37
Messaggi: 909
Residenza: Genova-Voltri

MessaggioInviato: Giovedì 11 Settembre 2008, 12:09    Oggetto: Rispondi citando

uomodelbosco ha scritto:
Un kg e mezzo di calice d'oro finirà inevitabilmente in mezzo agli altri X calici d'oro collezionati dal Vaticano nei secoli.
Questo a casa mia si chiama spreco.


E lo sai con certezza?
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Si avvicinò e camminava con loro Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... , 10, 11, 12  Successivo
Pagina 11 di 12


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org