Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Scout e sacerdozio: quanto ci impegnamo per le vocazioni?
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
Anna Casu1





Registrato: 05/02/06 16:02
Messaggi: 95
Residenza: San Carlo (Ferrara)

MessaggioInviato: Giovedì 19 Giugno 2008, 10:36    Oggetto: Rispondi citando

Sì sì..mi trovo proprio d'accordo..a parte sul fatto che le Vocazioni quelle con V maiuscola non sono solo quelle al sacerdozio o la vita consacrata x le suore, ma anche il matrimonio!!
Top
sponsor
sponsor
neretta



Età: 35
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 30/06/07 19:19
Messaggi: 59
Residenza: rosarno 1

MessaggioInviato: Giovedì 19 Giugno 2008, 11:05    Oggetto: Rispondi citando

no no...ma quello è stato solo un equivoco,mi sono corretta dopo avrelo detto...mi sono solo espressa male... Very Happy
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Venerdì 20 Giugno 2008, 18:52    Oggetto: Rispondi citando

neretta scrive:

"La comunità capi propone in modo esplicito ai ragazzi, con il metodo e la spiritualità che caratterizzano lo scautismo, l'annuncio di Cristo, perché anch'essi si sentano personalmente interpellati da Dio e gli rispondano secondo coscienza. Per questo impegno la comunità capi sostiene la crescita spirituale dei suoi capi. L'AGESCI si propone come associazione di frontiera, che spesso rappresenta per molti ragazzi l'unica occasione di ricevere un annuncio di fede."

che non ha niente a che vedere con il sacerdozio.
ma proprio nientenienteniente.

altra piccola domanda che forse può dipanare un pò di dubbi:
potete chiarire cosa intentede voi per santità?
Top
Anna Casu1





Registrato: 05/02/06 16:02
Messaggi: 95
Residenza: San Carlo (Ferrara)

MessaggioInviato: Sabato 21 Giugno 2008, 10:43    Oggetto: Rispondi citando

Bè per santità si intende seguire gli insegnamenti di Cristo che ci porteranno poi un giorno ad essere nel regno dei cieli...Può sembrare banale detta così, ma a volte si fanno le cose troppo complicate..

E comunque "essere interpellati da Dio" per me ha molto a che fare con il sacerdozio...o con un altro tipo di vocazione...
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 36
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Sabato 21 Giugno 2008, 13:09    Oggetto: Rispondi citando

ciò a cui tendo come cristiano.
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Sabato 21 Giugno 2008, 13:46    Oggetto: Rispondi citando

cara anna, deciditi.
o sacerdozio o tutte le vocazioni.
non credo che dio faccia figli e figliastri, non credi?

e adesso creerò di nuovo scandalo, ma pazienza: a dirla proprio tutta, sinceramente non me ne frega molto del "domani nel regno dei cieli".
anche perchè mi è sempre piaciuto :
Lu 19:11-27
Interrogato poi dai farisei sul quando verrebbe il regno di Dio, rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare gli sguardi; né si dirà: "Eccolo qui", o "eccolo là"; perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi».

il regno di dio a cui dobbiamo tendere con la nostra coerenza di vita ( santità) è già tra noi. siamo noi che possiamo con la nostra santità ( coerenza di vita ) rendere il mondo già regno di dio.
di cosa ci sarà, se ci sarà, dopo, a me non interessa.
il mio servizio lo faccio qui e adesso perchè è qui e adesso che posso essere felice.
e il messaggio di cristo è ben chiaro su questo punto.
( d'altra parte anche lui, se le cose non andavano bene, prendeva una frusta e si metteva a suonarle a tutti...... )

p.s. anche martin luter king è degno di essere eletto santo, giusto?
Top
BOBOMAN



Età: 56
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/11/07 01:30
Messaggi: 1076
Residenza: Far West

MessaggioInviato: Sabato 21 Giugno 2008, 23:58    Oggetto: Rispondi citando

Mi fai un po .....paura .....quando "te ne freghi"...ma quoto pienamente.....inoltre il bene non lo si fa per lo "stipendio" deve essere innaturato in noi.....però dai un posticino un pò piu sereno di questa valle di lacrime (purtroppo per colpa nostra,potremmo far di piu perchè non sia così..ma tant'è)me lo lascerai sognare almeno un pochino......

Ragazzi continuo a quotarlo ....INCREDIBLE.....sara' mica una malattia... Laughing

Scusa dimenticavo.....OK per M.L.K. Santo.....credo proprio sia giusto....

Snoaring Bear

Orso ronfante

Orig.Gil.'85
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Domenica 22 Giugno 2008, 10:50    Oggetto: Rispondi citando

caro bobo
se tutti avessimo ben chiaro che la felicità a cui possiamo tendere è qui e adesso, non saremmo in una valle di lacrime.
se lo siamo è perchè gli uomini, e soprattutto molti cristiani, si crogiolano nell'idea dell'alidilà eterno e felice e non lottano un secondo per cambiare le storture che hanno intorno. per questo dico che "me ne posso anche fregare" del regno dei cieli di domani. il regno dei cieli è in mezzo a noi perchè siamo noi che lo possiamo realizzare. è nell'impegno costante, nella denuncia delle cose che non vanno, nella correzione, nel riconoscere i propri errori, nell'ascolto e nella proposizione delle proprie idee.....in tutto questo si realizza il regno di dio in mezzo a noi.
a volte mi sembra che si stia ancora confondendo il cristianesimo con la magia. il cristianesimo è una religione carnale, viva, presente. non è l'aspettarsi il premio nell'aldilà: è darsi da fare per cambiare il proprio mondo e portare in esso il meglio, la felicità della relazione.
questo è il premio a cui dovrebbe tendere un cristiano.
questo è ciò che noi, soprattutto capiclan, dovremmo testimoniare ( ognuno a suo modo, certo..... )
torno a dire che cristo, mi pare, fosse ben chiaro su questo punto.
ed è stato talmente coerente con la sua idea di cambiare il mondo nel "qui e adesso" da giocarci la vita.

ogni cosa a suo tempo: quando saremo nell'aldilà ci penseremo. adesso pensiamo seriamente nell'aldiquà.

p.s. non sarà una malattia araba....? Wink
Top
Anna Casu1





Registrato: 05/02/06 16:02
Messaggi: 95
Residenza: San Carlo (Ferrara)

MessaggioInviato: Martedì 24 Giugno 2008, 10:19    Oggetto: Rispondi citando

Non ho mai parlato di vocacioni di serie A e di serie B..anzi, era tutto il contrario. Ho detto che quell' "essere interpellati da Dio" che c'è nel patto associativo mi sembra che abbia molto a che vedere con il sacerdozio o con altri tipi di vocazione (il matrimonio, la vita consacrata..), ed era leggermente slegato dal discorso santità..
Poi sul fatto che Dio vuole la nostra felicità e che noi dobbiamo impegnarci per migliorare quello che c'è qui ed ora io sono d'accordissimo, anche se non abbiamo il potere di cambiare tutto e le storture sempre ci sono state e sempre ci saranno...ma noi facciamo del nostro meglio!!
Top
sponsor
sponsor
neretta



Età: 35
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 30/06/07 19:19
Messaggi: 59
Residenza: rosarno 1

MessaggioInviato: Martedì 24 Giugno 2008, 11:11    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
se tutti avessimo ben chiaro che la felicità a cui possiamo tendere è qui e adesso, non saremmo in una valle di lacrime.
se lo siamo è perchè gli uomini, e soprattutto molti cristiani, si crogiolano nell'idea dell'alidilà eterno e felice e non lottano un secondo per cambiare le storture che hanno intorno.


ma pacio...avevi scritto un vangelo e non dicevi niente??? Very Happy Very Happy

scherzi a parte,credo che non ci stiamo troppo simpatici...ma la cosa non mi dispiace affatto se diventa fonte di discussioni e continui confronti Wink

comunque credo che tu stia un tantino esagerando...nessuno di noi vorrebbe vivere in una valle di lacrime o attendere passivamente la venuta di Cristo...non saremmo bravi scout e soprattutto bravi cristiani...il discorso che fai tu è giustissimo ma devia un pò da quello originario..infatti nessuno ha mai parlato di "Santità" come qualcosa di mistico o di inquietante... Confused Confused

Ci tengo solo a dire che la C di AGESCI sta per "cattolici" e non per CULTURALI(cito le parole di mitico ex caporeparto)

Detto ciò, rivolgo un caloroso saluto a Pacio...non mi sgridare troppo,sono una caporeparto in erba Wink Wink
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Martedì 24 Giugno 2008, 18:14    Oggetto: Rispondi citando

nessuno vuole sgridare nessuno, mentre ognuno è libero di dire cosa pensa.
occorre solo fare attenzione a cò che si dice.
ed il fatto che tu sia una caporeparto "in erba" non vuol dire niente. siamo tutti in servizio ognuno a suo modo e con le proprie peculiarità. ma questo non permette a nessuno ( datato o in erba ) di lasciarsi portare dalla faciloneria

un abbraccio
ilpacio

p.s. l'incisività dei cristiani non avrebbe nessun valore senza la cultura. diventerebbe solo buonismo.
Top
neretta



Età: 35
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 30/06/07 19:19
Messaggi: 59
Residenza: rosarno 1

MessaggioInviato: Martedì 24 Giugno 2008, 19:53    Oggetto: Rispondi citando

tranquillo,era solo un modo per smorzare i toni...mhà...la faciloneria per fortuna non è una mia peculiarità...anzi,mi pare gratuito come "insulto"....mi congedo sempre più diffidente nelle relazioni umane...mmmhhhaaaa.....mi mantengo sul soft che è meglio...
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Martedì 24 Giugno 2008, 21:17    Oggetto: Rispondi citando

allora, forse, è il caso che tu faccia attenzione anche ad interpretare quello che leggi e non sentirti sempre presa di mira.
non ho scritto assolutamente che tu sia esposta alla faciloneria.
se poi, in quello che ho scritto tu ci leggi qualcosa di personale, me ne dispiace ma diventa un problema tuo.
non ti conosco e non potrei nè insultarti nè esprimere giudizi personali.
giudico quello che scrivi.
certo che se basta un disaccordo per diventare "sempre più diffidente nelle relazioni umane" direi che il concetto di relazione è piuttosto labile. esprimere le proprie idee non significa essere buoni e per quel che mi riguarda il "soft" non è determinante. contano più i contenuti.
ma qui siamo abbondantemente OT.
Top
frageorges





Registrato: 08/12/05 12:23
Messaggi: 138

MessaggioInviato: Domenica 13 Luglio 2008, 14:58    Oggetto: Rispondi citando

Dopo un po' di discussione voglio scrivervi due righe di testimonianza "dal di dentro"...

Il mio gruppo sarà stato strano, ma negli anni ne sono uscite due vocazioni sacerdotali (io e un altro 8 anni prima di me).

Dal gruppo in cui sto ora (Assisi 1) sono invece partite tre vocazioni femminili alla vita religiosa: una ha interrotto il percorso dopo breve tempo ed è tornata a casa, due stanno procedendo.

Non solo, ma una cosa che mi ha molto colpito entrando in convento è stato scoprire che molti dei frati avevano avuto un passato da capi scout. Solo nel mio anno dei 14 che siamo entrati insieme, 3 eravamo capi scout (tutti e tre al momento siamo AE). Tra i frati più giovani della mia provincia religiosa (quelli entrati dopo il concilio per intenderci) ce qualche decina di scout, e di tutta Italia.

Questi fatti mi hanno dato da pensare sul rapporto che può esserci tra "formazione" scout e maturazione di una vocazione alla vita consacrata. Secondo me ci sono grandi potenzialità di cui non sempre siamo coscienti.

PS: nel mio gruppo sono nate anche bellissime e significative vocazioni matrimoniali...
Top
pacio



Età: 59
Segno zodiacale: Toro
Registrato: 11/09/07 21:31
Messaggi: 399
Residenza: spotorno sv

MessaggioInviato: Martedì 29 Luglio 2008, 12:40    Oggetto: Rispondi citando

ehm....non vorrei fare sempre il bastian contrario, ma assisi non è molto significativa come esempio.
da voi vengono ( quanti? ) una marea di ragazzi all'anno, siete in uno dei centri religiosi mondiali, chi viene da voi lo fa per spirito di ricerca e di fede..... è abbastanza logico che, nel mucchio, le entrate nei vostri noviziati siano di gran lunga superiori alla media nazionale.
il ragionamento è da fare in quello che c'è intorno, che non mi risulta sia in un momento di esaltazione.
le richieste di noviziato sono calate in modo drastico e stanno nascendo ( con grosso soglievo e speranza ) nuove forme di incontro e accoglienza al di fuori dei conventi.
rimane il fatto che quello che era valido sino a 20 o anche 10 anni fa, non lo è già più.
e fra 5 anni al massimo occorrerà che tutte le parti in causa mettano mano al problema.
la vocazione sacerdotale non è più sinonimo di garanzia nè sociale nè economica.
rimane la sola garanzia del servizio: ed ecco che finalmente il numero delle vocazioni rappresenta il vero tessuto religioso del nostro tempo.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 4 di 5


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org