Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Bimba Celiaca vuole entrare in Branco.
Vai a 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi
Autore Messaggio
TigreRibelle



Età: 38
Segno zodiacale: Sagittario
Registrato: 24/09/06 09:21
Messaggi: 86
Residenza: Foligno Perugia Umbria Italia

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 08:56    Oggetto: Bimba Celiaca vuole entrare in Branco. Rispondi citando

Quest'anno tra le varie novità di bimbi problematici, dopo quelli con doppia famiglia causa genitori divorziati, quelli tolti ai genitori e in affidamento, quelli con lo psicologo, quelli che rischiano di essere tolti ai genitori dall'assistenza sociale, quelli con problemi fisici rilevanti, quelli a cui hanno ucciso il fratellino (caso Chiatti)...ecc... E' arrivata una splendida bambina, deltutto abile con famiglia normale (anche se le famiglie normali di oggi non so più quali sono) che già ringraziavo Dio che non avesse niente... fino alla confessione della madre: è celiaca e totalmente intollerante a qualunque tipo di glutine. Che faccio? Non so come funziona nei vostri Branchi ma nel mio quasi ogni bambino è "problematico" per un verso o per un altro e siamo lo svago preferito di psicologi e assistenti sociali che credono che siamo in grado di fare miracoli, la situazione con gli anni si fa sempre più complicata, ma come poter dire di no a persone che hanno bisogno dello scoutismo?
Top
sponsor
sponsor
MammaOrsaCoccolona



Età: 39
Segno zodiacale: Leone
Registrato: 27/09/06 14:57
Messaggi: 119
Residenza: Pura, Svizzera

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 10:11    Oggetto: Rispondi citando

Ciao.
Forse non sono la persona adatta a darti una risposta, un consiglio... chiamalo come ti pare... Ma credo che purtroppo non ci si possa fare nulla riguardo a psicologi e assistenti sociali... Loro vedono nell'agesci una "soluzione", in quanto, in un gruppo scout, vedono la socializzazione tra i bambini prima di tutto. Si disinteressano di tutto il resto!
Loro vedono solo la C, che caratterizza l'orientamento del gruppo scout. Chissà perchè quegli stessi specialisti non indirizzano i bambini verso i gruppi scout laici... Question Question Question

Per quanto riguarda la bimba intollerante al glutine, non è corretto dirle di no, devi solo avere la costanza, la pazienza e l'attenzione di non offrirle torte, panini, e tutto ciò che normalmente si mangia assieme... Soprattutto durante i campi è necessario procurarsi della pasta e del pane fatto con farine apposite per persone intolleranti.

Ciao.
Top
paciock87



Età: 35
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 07/05/06 21:36
Messaggi: 1435
Residenza: Romano

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 10:31    Oggetto: Rispondi citando

Ecco perchè in America gli Scout sono un lavoro...
Io penso che non devi pretendere troppo dai tuoi bimbi e da te stessa... Dai quello che puoi... Te sei solo un educatore e capo scout... Nulla di più... Al resto c'è già chi ci pensa, anche se spesso male... Purtroppo di bimbi problematici, figli di divorziati e con famiglie problematiche ne è pieno... Tu dai quello che puoi dare, e se vuoi dare di più dai di più, ma non pretendere il cielo... E in più, io direi, pensa più al gruppo invece che al singolo...
Top
panda_gentile82



Età: 40
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 26/07/06 10:26
Messaggi: 297
Residenza: cassino

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 10:33    Oggetto: Rispondi citando

Io non vedo il problema...è solo una questione di organizzazione...poi saranno anche i genitori ad aiutarvi...si spera!
Top
briuga



Età: 38
Segno zodiacale: Pesci
Registrato: 03/10/06 10:48
Messaggi: 114
Residenza: Udine

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 10:41    Oggetto: Rispondi citando

bè da noi c'è la akela celiaca...e per ora è sopravvissuta a campi e vbd tranquillamente...
l'importante è che i genitori vi diano il cibo adatto, anche perchè a loro non costa nulla...
dopottutto non è un problema così grave... Wink
Top
serpentecombattivo





Registrato: 18/07/06 16:34
Messaggi: 386
Residenza: Branco di bufali vicino all'Albert Memorial

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 11:00    Oggetto: Rispondi citando

Santo cielo!
Capisco che alla fine ogni bimbo ha qualche lato "casual" (preferisco dire così piuttosto che "problema"), ma quelli fisici sono quelli che ci dovrebbero preoccupare di meno.
Tanto più che nelle condizioni croniche come il morbo celiaco (o il diabete, altra bestia nera, se possibile molto più difficile da gestire) normalmente la famiglia, ma la bimba stessa, sanno come gestire la situazione. Certo, non potrà fare lo scambio dei panini come è tradizione in molti branchi, ed i dolci saranno diversi dagli altri, ma proprio non è un problema.

SC
Top
Raffaele



Età: 59
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 30/01/06 11:12
Messaggi: 193
Residenza: Matera

MessaggioInviato: Martedì 10 Ottobre 2006, 14:11    Oggetto: celiaci Rispondi citando

Effettivamente il problema è più nostro che di chi lo vive tutti i giorni sulla propria pelle. Sia i genitori che i ragazzini stessi sanno benissimo come comportarsi e saranno loro stessi di volta in volta a risolvere i problemi che potrebbero nascere. Per quanto riguarda invece il fatto che noi scout siamo gettonati da assistenti sociali, psicologi, gruppo h eccetera eccetera, beh, questo è il vero problema, nel senso che per loro consigliare un'associazione scout al posto di un'altra magari ugualmente valida non fa altro che aumentare il numero dei ragazzi in lista di attesa, perchè il problema vero e proprio è il loro numero, oltre il quale non oserei spingermi per una questione di utilità, praticità, efficacia e tutto il resto della nostra proposta. Se un ragazzino si inserisce bene in un gruppo affiatato, lo farebbe forse anche un secondo, ma se aumentano in continuazione va a finire che forse non siamo più quelle persone competenti e capaci che potremmo sembrare a prima vista e poi, il genitore postulante ed educato all'inizio comincia ad essere sempre più esigente in seguito e lo dico per esperienza personale.
Siamo generosi e accoglienti ma facciamo attenzione a non giocare con la pelle degli altri e consideriamo che ogni ingresso "particolare" va discusso in Comunità Capi prima perchè si presume che il lupetto disabile passerà poi in riparto e poi ancora in clan e tutti collegialmente dobbiamo essere sicuri di questa scelta che coinvolge quindi tutto il gruppo e non solo un'unità o un singolo capo. Inoltre non deve e non può esistere un capo di "sostegno" come avviene nella scuola, il ragazzo deve vivere tutte le esperienze possibili in seno alla proposta fatta dai capi e vissuta dai ragazzi senza che possa sentirsi escluso o "diverso" perchè vive un programma parallelo e dispone di un capo tutto suo... anche perchè a volte non possiamo nemmeno permettercelo.
Buona Strada
Raffaele
Top
mammalupa





Registrato: 26/02/04 16:28
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Venerdì 13 Ottobre 2006, 00:20    Oggetto: bimba celiaca in branco Rispondi citando

Il nostro branco ha avuto bambini con ogni genere di problemi, sia psicologici che medici, con famiglie regolari, sfaldate e allargate. Di tutto e di più, insomma, ma non credo che esistano gruppi che si permettano di "selezionare la clientela". E' proprio vero che tutti ritengono che lo scautismo sia un toccasana per qualunque problema.
Abbiamo avuto anche la bambina celiaca. Il suo problema è stato diagnosticato dai medici un anno dopo il suo ingresso in branco. Per lei è stato un problema soprattutto di accettazione della diversità. Rifiutava l'idea di doversi alimentare in modo diverso dagli altri bambini, e questo ha rappresentato per noi vecchi lupi un ostacolo ben più grande del doverle preparare i cibi speciali. Veramente la preparazione dei cibi non rappresentava proprio un problema. Tutto ciò non le ha impedito comunque di seguire la Pista come gli altri.
Il suo rifiuto l'ha portata a lasciare il gruppo proprio prima del passaggio in reparto. La famiglia ha lavorato su di lei per aiutarla ad accettarsi, ma sembra essere un cammino un po' lungo.
Cerchiamo di non aver paura di affrontare queste situazioni. Noi adulti sappiamo condizionare nel bene e nel male l'atteggiamento dei più piccoli nei confronti delle difficoltà.
Buona caccia Smile
Top
20coccy03



Età: 35
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/07/05 00:45
Messaggi: 2050
Residenza: Provincia di vicenza

MessaggioInviato: Venerdì 13 Ottobre 2006, 08:40    Oggetto: Rispondi citando

Beh,io(anche se non sono capo ho animato qualche campeggio per la parrocchia)ho trovato una mia animata che è celiaca.
Lei,anche se ha 8 anni,sa cosa mangiare,controlla sempre gli ingredienti,prende solo quello che è sicura sia buono per lei.
Se questa bambina sa già come comportarsi(o ha almeno un'idea)siete a buon punto perchè dovete "solo" accertare questa cosa con il controllo dei cibi e la vostra documentazione sulla celiachia.
Inoltre ho conosciuto una ragazza a un campo di spec(nonchè utente di questo forum)che è celiaca.Vi assicuro che ce l'ha fatta benissimo:si è portata via il suo cibo(e cosa fa anche in route)e se l'è mangiato.E questo mi è successo anche in ROSS.
"sempre pronti",no?Ecco...
Top
sponsor
sponsor
Furetto determinato



Età: 36
Segno zodiacale: Gemelli
Registrato: 13/08/06 22:04
Messaggi: 725
Residenza: Roma (Gruppo Rm 135)

MessaggioInviato: Venerdì 13 Ottobre 2006, 22:14    Oggetto: Rispondi citando

Nel reparto del mio gruppo c'è una ragazza celiaca.Alle uscite si porta le sue cose e per il campo è stata fatta una spesa a parte, pentole a parte, tutto il necessario per cucinare e lavare le gavette a parte.Diventa un'abitudine alla fine, capisco che è una lupetta ma lo saprà benissimo cosa può mangiare e cosa no, certo bisogna tenerla un po' più d'occhio ma sicuramente la sua situazione è meno complicata di quella di bambini con problemi familiari...
Top
Aerendil



Età: 35
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 05/08/06 22:13
Messaggi: 220
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Venerdì 13 Ottobre 2006, 23:10    Oggetto: Rispondi citando

premetto che sono solo un piccolo rover... ma credo che poi alla fine il vero problema no è la bambina ciliaca... come hanno detto tutti basta darli un cocchio in pi e tutto è risolto... io mi proccupavo se era schizzofrenica... lì si che ci avrei pensato se prenderla o no in branco...
comunque spero per la bambina che possa entrare e divertirsi...
Top
panda_gentile82



Età: 40
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 26/07/06 10:26
Messaggi: 297
Residenza: cassino

MessaggioInviato: Sabato 14 Ottobre 2006, 01:50    Oggetto: Rispondi citando

Appunto per questo io non vedo il problema...al massimo può essere un "disagio" ma nulla più... Forse non è il caso di chi ha aperto il topic...ma bisogna prestare molta attenzione ai termini che si usano...non che si debbano proteggere i ragazzi da certe definizioni...ma semplicemente bisognerebbe imparare ad usare i giusti termini.

Faccio un esempio...nel mio branco c'è L. che è un lupettino "particolare"...ha alcuni atteggiamenti che farebbero pensare all'autismo...così che la mia staff, prima del mio arrivo, aveva già scritto la diagnosi di Autismo...rivelatasi, poi, del tutto infondata.
Bidogna solo prestare attenzione...le idee influenzano i nostri comportamenti...se queste sono relativamente negative i nostri comportamenti vanno nel senso sbagliato!
Top
faaxscout



Età: 33
Segno zodiacale: Aquario
Registrato: 21/10/06 17:22
Messaggi: 15
Residenza: PROV BOLOGNA

MessaggioInviato: Sabato 21 Ottobre 2006, 17:34    Oggetto: Rispondi citando

ciao a tutti io sono nuovo qui comunque:

Ragazzi...si scherza vero anche solo quando si accenna di selezione? di riunione per accordarsi se accettare o no un bambino?Ma cosa siamo noi scout una setta?Un ente di "selezione e costruzione di bambini buoni"? Ma va la se uno scout cammina 10/15 giorni nel fango come segno di sacrificio, volontà e tutte queste belle cose....sa muoversi anche nella meno rosea situazione sociale sennò prendiamo lo zaino e assieme alla Top ten di bambini andiamo a fare le giovani marmotte....scusate sono solo un rover io...chiedo scusa,non volevo mancare di rispetto a nessun capo..Buona strada sia in discesa che in salita
Top
rinoceronte caparbio
Moderatore


Età: 37
Segno zodiacale: Ariete
Registrato: 04/09/06 00:01
Messaggi: 3919

MessaggioInviato: Sabato 21 Ottobre 2006, 19:31    Oggetto: Rispondi citando

faaxscout ha scritto:
si scherza vero anche solo quando si accenna di selezione? di riunione per accordarsi se accettare o no un bambino?


Questo, PURTROPPO, è il solito problema dei capi lupi.


Quest'anno, siamo riusciti ad accontentare tutti gli iscritti, ma purtroppo se fossero stati in 13 invece che 10 nuovi lupetti, a un paio avremmo detto di no.

Sopratutto a quest'età, è meglio non scostarsi eccessivamente dal numero ideale del rapporto numerico capo\ragazzo (che si aggira dai 3 ai 5 a capo), e sopratutto nelle branche miste, è negativo avere troppi ragazzi per pochi capi (della serie: un cerchio di 22 lupi e tre capi, senza rover in servizio). Ti ritrovi a non seguire più i ragazzi come dovresti, e magari un lupetto che ha più bisogno di essere seguito, non riesci a farlo come dovresti perchè devi seguirne altri sei...E magari lo perdi...

Purtroppo, è sempre dura, ma bisogna fare ANCHE queste scelte.
Top
ciquay



Età: 42
Segno zodiacale: Capricorno
Registrato: 11/09/06 09:56
Messaggi: 467
Residenza: nowhere

MessaggioInviato: Domenica 22 Ottobre 2006, 02:24    Oggetto: Rispondi citando

rinoceronte caparbio ha scritto:
faaxscout ha scritto:
si scherza vero anche solo quando si accenna di selezione? di riunione per accordarsi se accettare o no un bambino?


Questo, PURTROPPO, è il solito problema dei capi lupi.


Quest'anno, siamo riusciti ad accontentare tutti gli iscritti, ma purtroppo se fossero stati in 13 invece che 10 nuovi lupetti, a un paio avremmo detto di no.

Sopratutto a quest'età, è meglio non scostarsi eccessivamente dal numero ideale del rapporto numerico capo\ragazzo (che si aggira dai 3 ai 5 a capo), e sopratutto nelle branche miste, è negativo avere troppi ragazzi per pochi capi (della serie: un cerchio di 22 lupi e tre capi, senza rover in servizio). Ti ritrovi a non seguire più i ragazzi come dovresti, e magari un lupetto che ha più bisogno di essere seguito, non riesci a farlo come dovresti perchè devi seguirne altri sei...E magari lo perdi...

Purtroppo, è sempre dura, ma bisogna fare ANCHE queste scelte.


non concordo, noi siamo tre vecchi lupi: un capo nomina e due tirocinanti (tra cui io),
i bimbi sono 23 e stiamo benissimo e riusciamo a seguirli tutti..

per quanto riguarda intolleranze alimentari... credo sia il minimo dei problemi !

Quanti bimbi sono intolleranti al pomodoro e/o al latte e i suoi derivati !
Aggiungi che il sottoscritto è vegetariano e ti lascio immaginare Smile

Come diceva qualcuno prima, è solo una questione di sapersi organizzare , vedrai che tutto si risolve, basta solo un po' di pazienza ! ... ma noi che siamo abituati a ben altre sfide, mica ci facciamo spaventare, no ???

Smile

Saluti,

Dario , Fratel Bigio
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Comunità Capi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org