Indice del forum Scout C@fé: Il Forum degli Scout
Possono leggere e scrivere in questo forum
tutti coloro che sono interessati al mondo dello scautismo
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti StaffStaff
GruppiGruppi  CalendarioCalendario  ProfiloProfilo
Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in  RSS SCOUT - Rimani aggiornato


Tribuna Aperta agli Adulti Scaut
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Forum dedicato al M.A.S.C.I.
Autore Messaggio
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Domenica 30 Aprile 2006, 22:29    Oggetto: Tribuna Aperta agli Adulti Scaut Rispondi citando

E' stato detto :Io scrivo, tu leggi? Io parlo, tu ascolti? ma vien fatto di chiedersi esiste libertà di scrivere? e di parlare?



Nella speranza che qualcuno dei quadri del M.A.S.C.I. consulti questo FORUM presenteremo delle MOZIONI come se fossimo in una Assemblea di Adulti Scouts.

Chiunque A. S. potrà inserirne di sue. Dopo un certo numero saranno stampate e spedite alla Presidenza Nazionale, se nel frattempo non le avessero ancora lette.


MOZIONE N° 1

VISTO
L’ articolo 10 dello Statuto La dove recita alla lettera g :
politiche generali per le pubbliche relazioni, la comunicazione e la stampa ed in particolare gestione della rivista del Movimento;

CONSIDERATO
Che chiunque, andando sul sito www.masci.it può leggere e stampare la pubblicazione “Strade Aperte” vien fatto di chiedersi:
· perché se ne stampino 5.000 copie e perché non venga usata carta riciclata;
· se l’abbonamento sia automatico o lo si possa detrarre dalla quota associativa;
· se la pubblicazione sia o meno spedita ad altri che non siamo censiti del MASCI. per questioni di visibilità.
SI CHIEDE:
Al Presidente Nazionale , di farsi portavoce con l’ Assemblea del Movimento, affinché prenda in esame la possibilità che la rivista sia spedita solo a chi ne faccia effettiva richiesta e che i risparmi di costo di stampa, carta e postali, siano stornati alle Regioni per la pubblicazione di fogli-giornale Regionali.

Enzo (babbolipo)
Top
sponsor
sponsor
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Martedì 02 Mag 2006, 09:07    Oggetto: Rispondi citando

Una lettera

Dopo quasi 10 mesi di macerazione, durante i quali, alcuni ne hanno sentito parlare; tutti, d’accordo, abbiamo deciso di dare un taglio alla cosa.
Mi corre l’obbligo però di rendere pubblica la lettera che involontariamente ha innescato la mia “Querelle” con S.A. e che non verrà pubblicata su nessun organo ufficiale. Tutto ciò, per il solo piacere di chi volesse leggerla e conoscere la risposta.


“”
A STRADE APERTE

Permettetemi uno sfogo che spero non censurerete. Mi stavo chiedendo infatti cosa fosse quel “giornaletto della parrocchietta” che ogni mese arrivava a casa. Era quasi uguale a quelli che arrivavano a casa da mia madre: “L’Eco di San Gabriele, Il corriere di S. Antonio”, la voce di Padre Pio (con cassetta allegata) eccetera…; quando, arriva l’ultimo numero, il 5, che li passa tutti.

All’assemblea di Avezzano, del MASCI Abruzzo, svoltasi il 13 marzo scorso (2005), ci avevano sollecitato a “fare noi il nostro giornale” e allora eccomi a dire la mia. Farò del mio meglio per non offendere nessuno, ma mi sia permesso togliermi i sassolini dalle scarpe (Se lo scoutismo entra anche dai piedi, per gli scouts, è importante avere scarpe comode e…senza sassolini).
Comincerei dalle copertine, specie dalla quarta e mi chiedo: invece di mettere: Cristi e Feti a tutta pagina, non si potrebbe sfruttare lo spazio anche con qualcos’altro, (Inserzioni su “basi” ed altri luoghi disponibili per uscite e campi per esempio)?
Ma tornando a noi, lo Scoutismo, nel nostro caso quello adulto, pare sia un sacco di cose ma nessuno sa cosa veramente sia, se provassimo a ripartire dal termine originale “SCOUTING” ? che poi è il motivo centrale di questo nostro “essere” MOVIMENTO… SCOUT o no?

Se non l’avete ancora cestinata, proseguo. Mi sono chiesto perché dividere le forze, ci sono anche i “Cavalieri di San Giorgio” del CNGEI, se fare un unico movimento non è possibile, almeno fare delle attività insieme, sarebbe, a mio avviso, fare anche ”Accoglienza del diverso” nell’imminenza poi di una eventuale creazione di nuovi, perché no! Movimenti Adulti Scouts di Mussulmani o Ebrei, perché non preparare la strada della pace, della convivenza, dell’accoglienza iniziando col fare scoutismo insieme, invece di dividerci in partenza, mettendo avanti la religione e, facendo dello Scoutismo la componente “cenerentola”.
Mi sentirei più tranquillo se all’interno del Masci ci fossero altri di altra fede e se non si parlasse di escludere quelli appartenenti a sette, (qualcuno mi spieghi poi la differenza). Penso anche allo straniero che fosse stato scaut nel proprio paese e, trovandosi lontano da esso, volesse condividere gli stessi ideali, troverebbe una porta chiusa, mentre sarebbe un’opportunità di crescita per tutti l’avvicinamento all’altro.
All’ assemblea del MASCI Abruzzo ad Avezzano, mi sembra di aver sentito dire: “ben venga andare in chiesa, pregare ecc…eccc…ma Ci sono tante confraternite od associazioni che lo fanno, andate da loro; noi facciamo prima di tutto scoutismo”, mi trova pienamente d’accordo.

Nel caso che questa mia, fosse pubblicata, vorrei che le comunità che hanno eventualmente iniziato simili esperienze, (incontri col CNGEI adulto o ex scouts exstracomunitari) o che hanno in progetto di farla, si facessero sentire su S.A.-


Teramo lì, 15-06-2005.-
Enzo …………….


“”





LA RISPOSTA!

Eg. Sig. Enzo ………………………., (rispondo alla sua del 19-02-2006)

Mi scuso per il ritardo con cui Le rispondo, ma impegni professionali mi hanno tenuto lontano da casa e dal computer.
Condivido con Lei l'opinione che tra scout ci si dà del "Tu" ma veda, purtroppo, in Italia esistono ben 18 sigle scout differenti, a dimostrazione che ci sono differenti modi di interpretare lo scoutismo. Dalla scambio di opinione intercorsa tra di noi, appare evidente che Lei ed io abbiamo un modo diverso di concepire lo spirito che deve animare i rapporti tra scout (evidenzio che ho detto "diverso" non migliore o peggiore, non mi permetterei), ecco perchè ritengo opportuno mantenere il "Lei" come si fa tra persone estranee ma bene-educate.
Ritengo, inoltre, sia inutile continuare uno scambio di idee divenuto nei fatti "conflittuale" e quindi senza nessuna possibilità di una qualche utile sintesi. Pertanto, la prego, di non volere interpretare il silenzio che seguirà a questa mia, come "un silenzio da temere"(1), ma semplicemente come la naturale conclusione di una divergenza di opinione evidentemente inconciliabile.
Comprendendo il disagio che Le deriva nel ricevere una rivista che, a suo giudizio, può essere al massimo paragonata (cito) ad un << giornaletto della parrocchietta - quasi uguale a quelli che arrivavano a casa di mia madre: “L’Eco di San Gabriele, Il corriere di S. Antonio”, la voce di Padre Pio (con cassetta allegata) eccetera…>> giudizio che ovviamente non condivido, confortato in questo da molti lettori e dal mio "editore" che è il Consiglio Nazionale del MASCI. Ad ogni buon fine, il termine naturale del servizio richiestomi dal Movimento (ottobre 2007) non è poi così lontano, e mi auguro che il nuovo responsabile della rivista sia, a Lei, persona più gradita.
Le invio distinti saluti
………nome e cognome……………………….

(1) VEDI “Non si devono temere le opinioni contrarie, ma il silenzio - L’opinione di… Una scelta editoriale.”

----------------
La lettera è del 26-2-06
La nota (1) è in relazione all’art. apparso su S.A. n° 3/2005 ( pag 6, pag 19).


MOZIONE N° 2


CONSIDERATO
Che la rivista “Strade Aperte”, non ha gli spazi bastanti, per poter dare voce a tutti gli uomini e donne che compongono questo Movimento:

VIENE RICHIESTO
Al Presidente del Movimento di aprire sul sito www.masci.it una pagina per eventuali FORUM, aperti a tutti gli A.S.



ciao Buona Strada Enzo
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Mercoledì 10 Mag 2006, 13:03    Oggetto: mozione N° 3 Rispondi citando

IO SCRIVO, TU LEGGI?

MOZIONE


VISTO:
L’ articolo 10 dello Statuto del MASCI; La dove recita alla lettera g :
“ politiche generali per le pubbliche relazioni, la comunicazione e la stampa ed in particolare gestione della rivista del Movimento;”

CONSIDERATO
Che chiunque, andando sul sito www.masci.it poteva leggere, (ora non più) “Strade Aperte” ;
Che ora si dovrà comunque continuare a stampare 5.000 copie su carta “patinata” invece che riciclata; che l’abbonamento alla rivista è automatico e non è possibile detrarla dalla quota associativa;
SI CHIEDE
Che la pubblicazione (“Strade Aperte”) rivista nei contenuti, aperta a tutti i contributi, meno “bella” ma più “utile”; stampata ancora in più copie, la si potrebbe inviare o magari consegnare a mano nelle varie assemblee giovanili a capi e rover; nonchè spedire ad altri adulti che non siamo censiti del MASCI. per far conoscere di più il Movimento ( visibilità). Inoltre si potrebbe stornare una parte degli eventuali risparmi dei costi, per il “PROGETTO SALA”.


Buona Strada E.
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Sabato 20 Mag 2006, 23:08    Oggetto: Rispondi citando

Hei! lo so che stai leggendo sul Forum!


Abbiamo scoperto dove finiscono le lettere che non vengono pubblicate!









Parla fratello!



Immagine.jpg
 Descrizione:
 Dimensione:  24.01 KB
 Visualizzato:  File visto o scaricato 14756 volta(e)

Immagine.jpg


Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Mercoledì 24 Mag 2006, 23:35    Oggetto: Qualcuno ne sa qualcosa???????? Rispondi citando

leggo sul sito dell'AISG (chissà poi perchè non è scritto in Italiano)


En savoir plus sur l'AISG
L’AISG est une organisation pour adultes, axée sur les idéaux scout/guide. Son but essentiel est d’aider ses membres à perpétuer les valeurs acquises dans les mouvements jeunes, de rendre des services dans la société civile, d’encourager le développement personnel et d’aider le scoutisme/guidisme aux niveaux international, national et local. Peuvent s’affilier à l’AISG , les anciens membres de l’OMMS et de l’AMGE ainsi que les adultes qui n’ont pas eu la possibilité d’être scouts et guides dans leur jeunesse.


Quanti di voi sanno cos'è?
Domani vi dico perchè me lo sono chiesto!

Buona Strada, Enzo
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Giovedì 25 Mag 2006, 22:59    Oggetto: Rispondi citando

Oggi leggiamo:
COMMENT EST-ELLE NEE ?
L’AISG est issue des résolutions de 1953 de la Conférence Mondiale de l’OMMS (Organisation Mondiale du Mouvement Scout) et de l’AMGE (Association Mondiale des Guides et Eclaireuses). Elle a été officiellement créée le 25 octobre 1953 à Lucerne en Suisse. Jusqu’en 1996, elle est connue sous l’abréviation « AIDSEGA » (Amitié Internationale des Scouts et Guides Adultes). L’idée de départ en était de procurer une plate-forme aux adultes qui n’étaient plus impliqués directement dans les mouvements jeunes, et qui souhaitaient continuer à axer leur vie sur les principes et les valeurs du scoutisme/guidisme. L’AISG est une organisation indépendante, qui travaille en toute harmonie et étroites relations avec l’OMMS et l’AMGE. Cette étroite coopération avec les organisations scoute et guide est détaillée dans les déclarations de relations (voir annexes 1 et 2).

dallo Statuto del MASCI Leggiamo :

Articolo 1 - Della Costituzione

1. Il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (M.A.S.C.I.), fondato nel 1954, è un’organizzazione per adulti che si rivolge a tutti gli uomini e le donne che condividono gli ideali ed i principi dello Scautismo e del Guidismo.
2. il simbolo del M.A.S.C.I. è il simbolo dell’I.S.G.F..
3. Il Movimento, membro fondatore dell’I.S.G.F. (International Scouts and Guides Fellowship), ne fa parte e ne condivide i principi:


e ci chiediamo :

Come il MASCI nato nel 1954 abbia fondato l’ ISGF che pare invece nata nel 1953;
inoltre: “se Il Movimento, è membro fondatore dell’I.S.G.F.
è da ritenersi un’emanazione del MASCI ?
perché paghiamo € 11.017 per l’iscrizione all' I.S.G.F.?

Che dire?
Top
lupetta coraggiosa



Età: 30
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 01/03/05 16:05
Messaggi: 1392
Residenza: lentini (sr)

MessaggioInviato: Giovedì 25 Mag 2006, 23:02    Oggetto: Rispondi citando

bah....mi sa tanto che parli da solo....mi dispiace ma io non so come aiutarti in questo!!! Rolling Eyes
Top
20coccy03



Età: 33
Segno zodiacale: Bilancia
Registrato: 15/07/05 00:45
Messaggi: 2050
Residenza: Provincia di vicenza

MessaggioInviato: Giovedì 25 Mag 2006, 23:32    Oggetto: Rispondi citando

caro babbolipo..mi dispiace che questi argomenti,che mi sembrano più che interessanti,non abbiano l'attenzione che meritano.
per questo,ti chiedo,di "riassumere" i concetti espressi nei vari post in modo semplice e leggibile da tutti,in modo che ognuno capisca e discuta su ciò che è scrivi.
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Lunedì 29 Mag 2006, 23:06    Oggetto: Per Lupetta coraggiosa e per 20cocci03 Rispondi citando

Grazie a tutte e due per l’offerta di aiuto. Ma credo che non possiate darmene per il momento. Però questa Vostra offerta mi riempie il cuore di gioia perché mi dimostra che lo spirito Scout è sempre vivo anche se a volte………. ci battiamo coi mulini a vento!
Comunque questi argomenti, sono “arrivati” alle giuste orecchie e al momento c’è anche l'attenzione degli organi istituzionali del Masci.
non fateci caso, sto cercando di smuovere le acque dello stagno.

Riassumendo:
Io sono per una grande unione di tutte le associazioni Scouts e mi piacerebbe che non ci fossero tante barriere anche fra scouts. Mi chiedevo per l’appunto perché oltre alle molte Giovanili, in Italia, anche gli adulti dovessero essere così frammentati. In Europa poi pare ci siano delle realtà diverse a livello internazionale. L’I.S.G.F. sembrerebbe infatti non essere l’unica associazione che riunisce altre associazioni (sembra il sistema di scatole cinesi) e poi ci sono Bureau internazionali a Londra, ma anche in Svizzera è questo mi pone interrogativi. Comunque potete vedere da voi (sicuramente siete più brave di me a muovervi nella rete, io ancora ho molto da imparare) sui vari siti scout come funziona la cosa. Io sono ancora a livello di, Scouting for Boys.

Buona Strada e Buon sentiero
Top
sponsor
sponsor
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Venerdì 02 Giugno 2006, 17:43    Oggetto: 5 domande, 5 risposte Rispondi citando

Abbiamo fatto 5 domande; abbiamo ricevuto 5 risposte dall’
Amministratore Nazionale del MASCI e Consigliere delegato della Cooperativa Strade Aperte eccovele!

1)
Mi chiedo se l’abbonamento alla rivista S.A., possa non essere sottoscritto e quindi detratto dalla quota associativa (censimento) .(Sulla rivista è scritto: abbonamento a 11 numeri: € 13 da versare sul ccp. Inoltre dalla situazione. Patrim e Conto Consuntivo al 31.12.2004 -S.A. n° 11/2005; risultano € 6.838 uscite dalla contabilità del MASCI , “per abbonamenti”. ( € 6.838 diviso 5000 (copie) = € 1,32 a copia).

La rivista viene inviata gratuitamente a tutti i censiti. Il costo dell'abbonamento, come il prezzo di ogni singolo numero, viene indicato sulla rivista per consentire di abbonarsi, o di acquistare la rivista, a chi non è iscritto al masci e comunque la sua indicazione è richiesta dalla legge. Ai soci MASCI è comunque chiesto, all'atto del censimento, di sottoscrivere ugualmente una richiesta di abbonamento alla rivista. Questa formalità, perchè di pura e semplice formalità si tratta, serve per consentire di fruire delle agevolazioni tariffarie nella spedizione della rivista in abbonamento postale. Una normativa emanata dal governo tre anni fa esclude infatti dalle agevolazioni tariffarie di cui sopra i periodici i cui abbonamenti non vengono sottoscritti direttamente dagli interessati.
L'importo di 6.838 Euro evidenziato dal bilancio MASCI si riferisce agli abbonamenti riservati agli Ordinari diocesani ed ai quadri AGESCI.


2)
Se: Il Segretario Regionale Abruzzo è anche Presidente della STRADE APERTE SOC. COOP. A.R.L. che è (cito dalla 2a di copertina); Editore, amministr azione e pubblicità; non esiste conflitto di interesse? Il sito www.masci.it è da considerarsi una seconda testata?
È gestita anche questa dalla cooperativa?

La Cooperativa Strade Aperte è una emanazione del MASCI.
E' stata costituita nel 1991 per convogliarvi tutte le operazioni d'interesse del MASCI che, avendo un risvolto economico, avevano anche rilevanza fiscale.
In questo modo il Movimento , gestendo soltanto le quote sociali , non è un soggetto fiscale e quindi a implicanze di tale natura.
Il bilancio della Cooperativa e del MASCI sono per questo motivo strettamente legati e complementari tra loro.
Soci della Cooperativa, nella persona del Magister pro tempore, sono tutte le Comunità del MASCI (la tua Comunità purtroppo non è ancora divenuta socia).
Queste ricevono tutte le informazioni sulla gestione e sono chiamate ad approvare il bilancio annuale .
I nomi dei componenti il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa,
tenuto conto dello stretto legame che unisce le due gestioni, sono indicati dal Consiglio Nazionale del MASCI ed i revisori dei conti della Cooperativa sono gli stessi del MASCI.
Per gli stessi motivi , tra i membri del Consiglio di Amministrazione della Cooperativa è sempre presente l'amministratore nazionale del MASCI e anche la persona che nel triennio successivo sarà chiamata dal Consiglio Nazionale a sostiuirlo.
Questo è il motivo della presenza di Renato Di Francesco nel Consiglio di Amministrazione della Cooperativa dove ricopre anche la carica di Presidente.
Come vedi quindi non sussiste nessuna motivo di conflitto di interessi.
Per quanto riguarda il sito web del MASCI questo non è da considerarsi una seconda testata. Il sito è gestito dal Comitato Esecutivo in modo
autonomo rispetto alla rivista Strade Aperte e con una diversa redazione.
3)
Se S.A. (pubblicazione) è proprietà della STRADE APERTE SOC. COOP. A.R.L. che è quello che pubblica, dunque, è la voce del Movimento o dei soci della Coperativa?

Strade Aperte è la rivista associativa del MASCI. La proprietà della rivista è della Cooperativa Strade Aperte che è una emanazione del MASCI.
La redazione della rivista Strade Aperte, come le redazioni di tutti i quotidiani e di tutti i periodici, è ovviamente autonoma rispetto la proprietà.

Dunque tutto quello che pubblica non è la voce del Movimento, non è la voce della proprietà ed a quanto pare è solo la voce del Direttore!


4)
Report una trasmissione di canale 3 parla di finanziamenti che lo stato elargirebbe ai giornali. S.A. è associato all’U.S.P.I.; ottiene finanziamenti dallo stato (costo della carta? Sconti sulle spese postali, rimborsi di energia elettrica?)
“Pare che questi fondi siano stati aboliti dal 2001 ma ......., i giornali si sono trasformati in cooperative che in Italia hanno diritto a privilegi particolari, cosi’ il flusso di denaro ….. e’ continuato.”….

La rivista Strade Aperte è naturalmente iscritta all'USPI.
Ad eccezione delle agevolazioni tariffarie per la spedizione delle riviste in abbonamento postale (tutti i periodici, di proprietà di cooperative e non, purchè iscritti al Registro degli Operatori della Comunicazione tenuto dal Garante della Comunicazione. fruiscono di tali agevolazioni Tariffarie che non sono state affatto abolite, ma anzi confermate ogni anno con specifici decreti.) non ha invece mai avuto finanziamenti o contributi di atro genere ( carta, energia elettrica, etc.)
(leggi su: www.rai.click )
5)
Se la rivista S.A. è un servizio che la Cooperativa, dà al Masci come è detto nello Statuto della cooperativa perché pagarlo? (vedi punto 1).
Vedi risposte precedenti.




Che Dire?
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Venerdì 02 Giugno 2006, 17:55    Oggetto: CORREZIONE! Rispondi citando

nel "topic " precedente: 5 domande e 5 risposte; al punto

3)
Se S.A. (pubblicazione) è proprietà della STRADE APERTE SOC. COOP. A.R.L. che è quello che pubblica, dunque, è la voce del Movimento o dei soci della Coperativa?

dopo la risposta dell'addetto si legge:

" Dunque tutto quello che pubblica non è la voce del Movimento, non è la voce della proprietà ed a quanto pare è solo la voce del Direttore! "

Il corsivo sottolineato è stato aggiunto erroneamente da "Che dire?
chiediamo scusa per la svista.
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Giovedì 22 Giugno 2006, 17:47    Oggetto: Si parla anche su:................ Rispondi citando

Per gli adulti scaut che fossero interessati; cercate anche sul sito:

GLOBAL SCOUTNET

cliccate alla voce News groups

sulla lista cercate > 1677 SCOUT.IT.MASCI <
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Lunedì 08 Gennaio 2007, 23:38    Oggetto: Rispondi citando

babbolipo ha scritto:
Oggi leggiamo:
COMMENT EST-ELLE NEE ?
L’AISG est issue des résolutions de 1953 de la Conférence Mondiale de l’OMMS (Organisation Mondiale du Mouvement Scout) et de l’AMGE (Association Mondiale des Guides et Eclaireuses). Elle a été officiellement créée le 25 octobre 1953 à Lucerne en Suisse. Jusqu’en 1996, elle est connue sous l’abréviation « AIDSEGA » (Amitié Internationale des Scouts et Guides Adultes). L’idée de départ en était de procurer une plate-forme aux adultes qui n’étaient plus impliqués directement dans les mouvements jeunes, et qui souhaitaient continuer à axer leur vie sur les principes et les valeurs du scoutisme/guidisme. L’AISG est une organisation indépendante, qui travaille en toute harmonie et étroites relations avec l’OMMS et l’AMGE. Cette étroite coopération avec les organisations scoute et guide est détaillée dans les déclarations de relations (voir annexes 1 et 2).

dallo Statuto del MASCI Leggiamo :

Articolo 1 - Della Costituzione

1. Il Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (M.A.S.C.I.), fondato nel 1954, è un’organizzazione per adulti che si rivolge a tutti gli uomini e le donne che condividono gli ideali ed i principi dello Scautismo e del Guidismo.
2. il simbolo del M.A.S.C.I. è il simbolo dell’I.S.G.F..
3. Il Movimento, membro fondatore dell’I.S.G.F. (International Scouts and Guides Fellowship), ne fa parte e ne condivide i principi:


e ci chiediamo :

Come il MASCI nato nel 1954 abbia fondato l’ ISGF che pare invece nata nel 1953;
inoltre: “se Il Movimento, è membro fondatore dell’I.S.G.F.
è da ritenersi un’emanazione del MASCI ?
perché paghiamo € 11.017 per l’iscrizione all' I.S.G.F.?

Che dire?


RICEVIAMO UNA RISPOSTA ILLUMINANTE E VE LA PROPONIAMO.


caro Enzo,
ti invio delle risposte molto sintetiche, potrai approfondire l'argomento in uno stupendo volumetto che Carlo Guarnieri ha scritto recentemente sulla "storia dell'ISGF"

Non so su quale sito tu sia andato perchè i paesi che citi sono sbagliati, ti ho segnato in giallo quelli che non fanno parte a nessun titolo dell'ISGF ed in rosa quelli che ne fanno parte come Central Branch
Argentina , Azerbaijan, Brasile , Burkina Faso, Burundi, Camerun , Canada <Agnes BP Trefoil Guild and ACF> (Amicale canadienne Francophone) ,Congo Brazzaville, Ecuador, Iran, Israele, Costa D- avorio, Japan, Kenya, Nepal, Randa, South Africa, Tanzania, Taïwan (ROC), Thaïlandia, Trinidad &Tobago, USA CASEGHA (haiti),
I paesi membri a pieno titolo sono invece circa 60 (praticamente tutti i paesi dell'Europa ad eccezione della Russia in cui si stanno prendendo i primi contatti, quasi tutti i paesi arabi, 6 paesi africani, 6 paesi americani, una decina di paesi dell'area Asia-Pacifico), i paesi aderenti tramite la Central Branch (la Central Branch riunisce tutti gli adulti scout di quei paesi in cui ancora non è costituita un'associazione nazionale) sono circa 30.
Le diverse organizzazioni dello scautismo e del guidismo appartengono alla fraternità internazionale dello scautismo attraverso tre organizzazioni WOSM (World Organization of Scoout Movement) per gli scout, WAGGGS (World Association of Girl Guides and Girl Scouts) per le guide, ISGF (International Scout and Guides Fellowship) questi tre movimenti sono coordinati tra di loro da specifici protocolli e solo loro , ognuna nel proprio ambito, hanno il potere di riconoscere un'associazione come facente parte della "famiglia degli scouts e delle guide"; per quanto riguarda le associazioni degli adulti queste possono essere riconosciute dal movimento mondiale solo dopo aver ricevuto una lettera di riconoscimento dell'associazione guide e/o scout del proprio paese.
Le organizzazioni mondiali riconoscono solo un'associazione per ogni paese, nel caso che in un paese esistano più realtà associative (la cui esistenza deve essere giustificata da validi motivi, ad es. identità religiosa) queste debbono riunirsi in una federazione. In italia lo scautismo ed il guidismo sono riconosciuti dal WOSM e dalla WAGGGS attraverso la FIS (Federazione Italiana dello Scautismo) che riunisce AGESCI e GEI; per quanto riguarda lo scautismo degli adulti esistendo solo il MASCI questo è riconosciuto dall'ISGF, ma il giorno in cui esistesse anche un'associazione aconfessionale deglli adulti scout dovremmo dare vita alla FIAS citata nel nostro Statuto.

Non mi dilungo sulle attività che le organizzazioni mondiali svolgono (dallo sviluppo, alla pubblicazione di giornali e materiale vario, all'organizzazione di eventi internazionale, al collegamento tra le varie realtà nazionali,...quest'anno tutte le attività sono concentrate sulla celebrazione del Centenario e sul Jamboree in Inghilterra,..) in ogni caso i costi di queste attività sono coperti dalle quote che ogni associazione versa annualmente in ragione del numero degli iscritti e che è variabile in funzione del PIL di ogni paese (ad ese. la quota dell'Italia è superiore a quella del Senegal).
L'ISGF riconosce la rappresentanza ufficiale del paese membro a due figure: il Presidente Nazionale ed il Segretario Internazionale. Nel nostro Statuto il Segretario Internazionale è scelto congiuntamente dal Presidente e dal Segretario Nazionale, è membro del Comitato Esecutivo e partecipa con solo diritto di voto al Consiglio Nazionale. Il Segretario Internazionale, che si avvale della collaborazione di una Pattuglia Internazionale, ha il compito di mantenere i rapporti con le diverse strutture internazionali ai diversi livelli (Comitato Mondiale, World Bureau, Comitato della Regione Europa, Comitato della Sub-Regione dell'Europa del Sud, Area del Mediterraneo,..), di organizzare eventi a carattere internazionale (il più recente è stato l'incontro del Mediterraneo), di promuovere l'educazione alla mondialità (vedi recenti articoli di Paolo Linati su Strade Aperte),...
L'ISGF è guidato da un Comitato Mondiale costituito da 12 membri eletti dalla Conferenza Mondiale (ogni tre anni vengono eletti metà dei membri del Comitato), all'ultima Conferenza a Lillehammer è stato eletto tra gli altri Mario Sica, il nostro Statuto prevede che nel caso che un suo socio sia membro del Comitato Mondiale questi partecipi con solo diritto di parola ai lavori del Consiglio Nazionale.
Da ormai 20 anni un adulto scout del MASCI è membro del Comitato Mondiale, e questo è un riconoscimento del contributo dato dal MASCI allo sviluppo dello scautismo degli adulti
non so se sono riuscito a rispondere ai tuoi dubbi , in ogni caso un caro saluto
Riccardo Della Rocca
Segretario Internazionale
MASCI



BUONA STRADA Enzo
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Martedì 20 Marzo 2007, 23:58    Oggetto: Avete presente&#8230;&#8230; lo Scoutismo? Rispondi citando

L’anno scorso, ad una tavola rotonda, ad Ascoli Piceno, qualcuno che conta, nello scoutismo,si è chiesto addirittura: “ma esiste poi una filosofia sullo scoutismo adulto?”. Ssecondo me questa è stata la cosa più giusta che ho sentito in giro, tant’è che mi fa ripensare che qualcuno della mia Comunità aveva detto più dimessamente a proposito dello Scautismo Adulto: “Non deve essere pubblicizzato, è uno stile di vita”.
Se come dice Mario Sica: B.P. non ha scritto nulla a proposito dello scoutismo adulto; allora la filosofia dello scoutismo adulto, può essere fatta dalle persone che vogliono stare insieme ed alimentare un movimento. Nessuno quindi può dire questo è e questo non è; poche regole, a mio modo di vedere, permetterebbero di dialogare meglio.
“Guida da te la tua canoa!” diceva B.P., ma, attraversato il mare o il lago (della vita), chi potrà dire, come hai guidato la tua canoa? Solo tu potrai farlo, solo tu potrai dire cosa è stato bene e cosa non lo è stato , di quello che hai fatto!

Le tavole rotonde fatte con: pseudo maestri di vita, preti, giornalisti, preti giornalisti ecc… tutta la gente che invitiamo a parlarci, nel tentativo di definire lo scoutismo per adulti, da persone che non hanno un vissuto, o che non si sentono toccate dall’adultismo scaut, a mio avviso sono per noi, un FALSO; mettere insieme tante parole, in bella calligrafia , magari dopo aver letto un depliant del Masci quanto può, esserci utile?
Top
babbolipo





Registrato: 14/03/06 20:37
Messaggi: 53
Residenza: Teramo

MessaggioInviato: Mercoledì 21 Marzo 2007, 00:03    Oggetto: Rispondi citando

Avete presente ........ lo Scoutismo?

scusate questo era il titolo - oggetto del pezzo di sopra ma il mio ferrovecchio spesso da i numeri.

ciao a tutti Buona strada Enzo
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi   stampa senza grafica    Indice del forum -> Forum dedicato al M.A.S.C.I. Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2


 


Board Security


Powered by phpBB © 1996, 2008 TuttoScout.org